Yonex VCore Pro 97 L 2022

Tra le varie proposte di racchette classiche leggere, un posto di rilievo lo occupa senza dubbio Yonex. L’azienda giapponese ha già largamente dimostrato la sua capacità di proporre buoni telai al di sotto dei 300 grammi, una fascia di peso che, troppo spesso, viene considerata di minore importanza dagli appassionati, ma che può dare molte soddisfazioni. Proprio in questa scia si va ad inserire la nuova Yonex VCore Pro 97 L, da 290 grammi, che continua ad essere una delle più apprezzabili proposte sul mercato, quando si cerca un telaio tecnico, ma che non sia troppo demanding dal punto di vista fisico.

vcore pro 97 l

Headsize 97 inch2
Peso di 290 g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 325 mm
Swingweight (incordata) 314 kgcmq
Rigidità 63 RA
Profilo 21 mm
Lunghezza 68.6 cm

Dal punto di vista estetico, Yonex ritorna su tinte più vistose, con l’introduzione di un verde più chiaro, che si abbina al blu scuro metallizzato e completato da tocchi di viola e azzurro. Il telaio non rende in foto, dal vivo si presenta bene e, anche se ha perso la sobrietà e l’eleganza del modello 2020, con il verde scuro, mantiene una certa personalità e una sicura riconoscibilità. Dal punto di vista tecnico, la forma del piatto è leggermente più ampia in larghezza, con un piatto appena più raccolto verso l’alto, mentre il profilo sale di un millimetro, da 20 a 21, con una rigidità che si assesta a 63 punti Ra, con l’innesto di FlexFuse e FlexForce, rispettivamente per la flessione all’altezza della gola e il ritorno più repentino dopo l’impatto. C’è sempre il VDM, il materiale viscoelastico che avvolge la struttura del manico, per l’assorbimento delle vibrazioni e, neanche a dirlo, il disegno isometrico della struttura. Le linee del telaio sono nette, molto squadrate e, nonostante il profilo maggiorato, il telaio è sempre molto snello, sia al tatto che alla vista. Al manico troviamo la solita forma Yonex dell’impugnatura, generosa nella misura, con un fondello, però, abbastanza dritto, senza troppo scalino finale. Occorre un po’ di abitudine, soprattutto provenendo dai marchi più famosi, per i quali, ormai, c’è un fondello molto ampio.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

2 Comments

    • Balde 100 L (sia v7 che v8) ha una maggiore potenza gratuita e maggiore tolleranza, compreso uno spin pi facile, ma minore controllo. Prestige MP L è leggermente più stabile e tollerante, con un livello di potenza simile, ma con maggiore uscita di palla a regime interlocutorio, mentre la Yonex ha più controllo e un feeling più marcato.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per tutte le ultime novità

ISCRIVITI

al Canale YouTube

di TENNISTASTE