Yonex VCore 98 2021

La linea VCore di Yonex (QUI la presentazione) arriva alla sua sesta generazione e aggiunge dei contenuti tecnici che donano indubbiamente maggiore identità rispetto all’edizione passata. Non solo, Yonex spinge forte sull’acceleratore delle tecnologie e riesce a creare dei telai aggressivi nella prestazione, ma molto funzionali sotto l’aspetto del comfort. Un aspetto non da poco, che è comune a tutta la nuova linea VCore, ma percepibile soprattutto su VCore 98, che fa un salto di qualità e balza in cima alla classifica delle racchetta 98 pollici/305 grammi, proprio in virtù di una prestazione molto solida e convincente, con maggiore personalità sotto gli aspetti di potenza e rotazioni.

vcore 98

Headsize 98 inch2
Peso 305 g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 315 mm
Swingweight (incordata) 324 kgcmq
Rigidità 66 RA
Profilo 22.5 – 23 – 21 mm
Lunghezza 68.6 cm

L’estetica di VCore 98 2021 riparte dal rosso, colore tipico della linea, ma con una maggiore movimentazione di serigrafie e variazioni di colore. Infatti, insieme al rosso acceso, arriva anche un rosso più scuro, che formano un’estetica asimmetrica, con l’uno che sfumo nell’altro in via obliqua. In raltà è rosso più scuro ad essere il colore predominante, che lascia spazio alla variante più chiara su uno degli steli e continua sull’ovale, insieme al nuovo inserto in azzurro metallizzato, che segue una linea ideale da uno stelo e sale fin sulla testa. Le serigrafie principali, poi, sono realizzate in color argento, sugli steli sotto la testa, mentre ad ore 3 e 9, all’interno del piatto, vi è “VCore” in azzurro metallizzato e “Yonex” sul lato opposto, in rosso chiaro su base scura. Inutile ricordare che si tratta di un fusto con tecnologia isometrica, mentre è bene rimarcare la presenza di diversi ritrovati per aumentare la velocità in aria, come Aero Trench e Aero Fin, che creano delle piccole pinne sulla testa, insieme alla solco maggiore, internamente al piatto, oltre che delle nervature all’altezza delle spalle. Nono solo, perché Yonex ha ridotto la porzione frontale del 2%, mentre ha irrobustito gli steli, passando da 21.5 a 22.5 millimetri, ben mascherati dalla sezione rastremata. Inoltre, fa il suo ingresso nella linea VCore anche il sistema V.D.M. come riportato nelle specifiche all’interno degli steli, insieme all’evoluzione del N.A.M.D. che ora diventa 2G-NAMD Flex Force, per rinvigorire la risposta del telaio. Infine, scendendo al manico, nessuna sorpresa, con la consueta forma Yonex, più squadrata, il grip molto sensibile, ed il tappo verde, con mouse-trap impreziosita dal logo Yonex cromato. Per chi non lo sapesse, VCore è Made in Japan, come buon parte dei telai Yonex.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

102 Comments

  1. Ciao Fabio. Sono felicemente sposato da appena quache mese con la Prince Phantom 305, che trovo onestamente ottima e priva di sostanziali difetti, se si eccettua un leggere doloretto al gomito che non avevo mai avuto, nemmeno quando giocavo con Babolat. Fino ad oggi, pensavo di poter tradire la Phantom solo con la nuova Pro staff (ancora da provare) ed ecco invece che si affaccia questa Yonex… Della Prince appresso il controllo, il tocco e la grande versatilità generale: cosa perdo e cosa guadagno rispetto alla Yonex e, già che ci siamo, alla ultima Pro Staff?

    • Prima di cambiare la racchetta hai provato a cambiare la corda con una magari meno rigida e/o abbassando la tensione? Io su una
      Prince TXT2 Tour 100 290G ho provato delle corde molto “arm friendly” e l’affaticamento del braccio si è ridotto quasi a zero.

      • Grazie del consiglio: non penso a cambiare racchetta, per il momento, mi trovo molto bene con la Prince. Però questo doloretto al gomito mi ha un po’ sorpreso perchè ho giocato senza problemi con racchette molto più rigide della Phantom. Al momento inconrdo con le Rocket a 21-20 e Armour Soft a 20-19, proverò a scendere di un kg.

    • Con VCore 98 hai più potenza, più spin e più aggressività dei colpi in generale, ma con un impatto meno sensibile, per quanto più che accettabile. Pro staff è, invece, diversa nel modo di dare feeling, più secco, ma più prestante in termini di restituzione del feedback al braccio e un po’ più potente, con un approccio più verso il colpo piatto e, in ogni caso, con minore tolleranza ed uguale maneggevolezza.

      • Buona sera Fabio, ultimamente incuriosito dalle recensioni positive, ho provato la Donnay Pro One Unibody che ho trovato potente, molto maneggevole e ottima nello spin, un pò meno nel colpo piatto e nello slice dove non ho avuto la sensazione di controllo per via delle leggere vibrazioni dovute alla sua alta flessibilità. Puoi per favore farmi un confronto tra la Pro One, che comunque ritengo un ottima racchetta e quest nuova vCore 98? Grazie. Saluti

        • La differenza sostanziale è nel feeling, dove la donnay offre di più, mentre Vcore 98 è più reattiva. In termini di controllo sul colpo piatto siamo lì, però va detto che sono telai che si settano molto bene per diverse esigenze. Essendo, poi, telai che rendono molto bene in spin, Vcore qualcosa in più anche, puoi concederti una corda più adatta al controllo che alle rotazioni per compensare.

  2. It’s very interesting that it’s back to SV98 greatness. VC98 2019 was a feel-less muted mediocre stick….

    • Yes, but it’s not the same feel as the SV98, it’s a little less connected. All in all, VCore 2021 is more connected to the ball than previous version, that’s for sure!

  3. Ciao Fabio, gioco da anni con la Babolat Pure Strike 98 305 gr, la project-one 17 e non c’è stato verso di rimpiazzarla una volta uscita fuori produzione (il modello successivo l’ho trovato poco sensibile, più rigido, un’altra racchetta praticamente). Credi che questa Yonex possa in qualche modo ricordarmela, almeno a livello di stabilità e feeling? Sono un agonista 3.2 fit non più giovanissimo ma il braccio ancora riesce a divertirmi. Ricerco comfort, gioco a tutto campo rovescio ad una mano coperto, buoni fondamentali. Grazie e complimenti per il tuo lavoro

    • Non è esattamente lo stesso telaio, ma svolge una funzione molto similare, tra potenza e spin, e sicuramente è più confortevole e più progressivo nel rilascio della potenza. Penso che possa essere una valida sostituta, a patto che ti piaccia il tipo di impatto meno rigido rispetto alla tua Strike.

  4. Ciao Fabio, io mi trovo molto bene con la Yonex Vcore Pro 310 racchetta che fa tutto bene, solo spinge un pó troppo nei colpi piatti. Spin e taglio ottimi. In alcuni casi manca di stabilità. Come mi troverei con la nuova Vcore 98.

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Domanda non facile, perché se già senti troppa spinta della VCore Pro, VCore 98 aggiungerebbe ancora spinta alla palla, essenso un telaio più aggressivo in potenza, oltre che in spin. Sarebbe una soluzione più adatta a chi cerca un telaio da colpi arrotati che non piatti e sicuramente la Pro ha un plus sul colpo piatto. Credo che tu possa, però, risolvere con una incordatura diversa. Al momento, come è incordato il telaio?

      • Ciao Fabio, grazie per la risposta al momento ho le Tecnifibre Multifeel 1,25 sulle verticali a 24,5 kg e le Razor code 1.20 23 kg sulle orizzontali. Stile di gioco a tutto campo molte rotazioni top spin e back, semiwestern sul dritto e rovescio ad una mano. Chiusure a rete e colpi piatti solo in chiusura dei punti di dritto, il rovescio sempre coperto o in back. Per darti qualche parametro in più ho trovato più difficile e meno manovrabile la Blade V7 16-19 e la Prince Phantom molto bella sui colpi piatti, ma con uno sweet spot piú piccolo e più instabile della VcorePro 97 310. Forse dovrei provare la Ezone 98 Tour? Grazie in anticipo.

        • La tensione è un po’ alta, non tanto per il multifeel, che ancora può andare, ma per la razor, che è uan corda già nervosa di suo e a 23 kg non è sicuramente affabile e intuitiva. Potresti provare con 24/22, per ridurre il contrasto tra le due corde.
          In ogni caso, se hai sentito pesante e poco manovrabile Blade V7 16×19, Ezone Tour la sentirai come un macigno. Dalla tua descrizione, sarebbe utile proprio VCore 98, visto che apporta spinta, top spin e buon back, insieme ad un colpo piatto discreto e utile in chiusura. Tuttavia, prima del cambio telaio, scenderei con la tensione sul tuo telaio attuale.

  5. Fabio, con la premessa che citandoti “non si può confrontare con una retail”, questa nuova Vcore 98 come potenza e aggressività sta ad una Fabrizi FF-22? Ed ad una pure drive?

    Ha quella esplosività e top spin?

    Per le corde le Poly Fire sono uguali in rosso o nero? Chiedo poiche’ molti giurano ad esempio sulle Cyclone che il colore cambi prestazione corda

    Ps: bellissima recensione, grazie per l’ottimo lavoro

    Grazie

    • VCore 98 è una racchetta molto potente per il suo settore, che supera Blade 16×19 e fa il verso alle Strike, le più rigide del segmento, ma con altra delicatezza di impatto. La potenza facile è interessante, non è una Pure Drive, ma spinge anche facilmente, mentre quando pesti la palla non ha nulla da invidiare alla Babolat e, anzi, riesce a dare maggiore complicazione tra spin e spinta. Rispetto alla Fabrizi mancano 20 punti di inzierzia circa e la differenza c’è, ma se oggi dovessi scegliere una 305 grammi retail, con 200 euri di budget, prenderei la VCore 98 a occhi chiusi.
      Quanto alle corde, la differenza tra un colore e l’altro la senti quando le corde sono soprattutto elastiche. Tuttavia, la versione Black di Fire sento che offre qualcosa in più in termini di impatto e la preferisco alla rossa per questo motivo, ma la prestazione è tecnicamente identica.

  6. Ciao Fabio, per rimanere nel terreno delle “spin machine” di manifattura giapponese questa V core 98 potrebbe essere messa a confronto con la Dunlop SX 300? In caso di risposta affermativa quali sono le differenze sostanziali tra le due? Grazie infinite come sempre

    • Il confronto ci può stare, soprattutto considerando che VCore 98 ha un ottimo spin ed è anche più maneggevole di SX 300, che ha uno spin diverso, sempre da assecondare per avere controllo. Vcore è più completa, ha un migliore feeling e un migliore controllo, a fronte di più stili di gioco supportati. In ogni caso, è uno scontro impari e SX andrebbe paragonata a VCore 100, che è la spin machine con il migliore controllo e un alto livello di comfort, anche con migliroe maneggevolezza. Non è brutale nella spinta, ma la potenza non difetta affatto.

  7. Ciao Fabio e complimenti per la puntuale ed esaustiva recensione della ultima VCore 98 2021. Io sono un felicissimo possessore ( anche grazie ai tuoi preziosi passati consigli ) di una coppia delle precedenti VCore 98 che incordo con le Gamma IO Soft 17 ( kg 23/22 4 nodi ). Sono un 4.2 di 53 anni, gioco semi classico con rotazioni non eccessive alle quali alterno “piattoni”, rovescio ad una mano. Ti vorrei chiedere che differenza sostanziale passa tra i due telai e che benefici potrei semmai trovare con la versione 2021.
    Grazie

    • Ciao, avresti sicuramente più spinta, più spin e, in generale, una palla più carica, con una sensazione di impatto un po’ più netta. Tutto ciò a fronte di una leggera minore maneggevolezza, ma nulla di drammatico.

  8. Ciao Fabio, mi puoi fare un confronto a tre tra questa vcore 98, la vcore pro da 310g. e la Prince phantom 100x da 305 g.

    • VCore 98 2021 è la più potente e quella con il migliore spin delle 3, mentre VCore Pro 310 ha il migliore abbinamento di Feeling e controllo, mentre Prince 100 X mette un bel feeling con giocabilità e sweetspot maggiorato. Questi sono soprattutto i punti forti dei tre telai. Guardandola dal lato opposto, Vcore Pro 97 p la meno tollerante e quella da spingere maggiormente, seguita a ruota dalla Prince, mentre VCore 98 2021 ha il feeling meno pulito e più ovattato.

  9. Ciao Fabio, quali differenze sostanziali con blade v7 16×19? cosa si guadagna e cosa si perde con una e con l’altra ? grazie infinte come sempre .
    Colgo l’occasione per augurarti buon anno nuovo!!!

    • Vcore 98 è più potente, aggressiva e con uno spin nettamente più facile e abbondante. Di contro, Blade ha un feeling più netto e sensibile, con un migliore controllo sul colpo piatto. In termini di maneggevolezza, è di poco superiore la VCore.

  10. Ciao! Vorrei chiederti un confronto tra poly tour strike con la rev e la fire black. Io attualmente gioco con la strike e mi ci trovo bene soprattutto per la durata maggiore rispetto alla fire rossa, mentre preferivo il feeling di quest’ultima, quindi mi chiedevo se la fire black è migliorata in termini di durata e anche la rev come si comporta in questo senso. Grazie.

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Poly Tour Strike ha un bellissimo feeling, pieno, ma non reattivissimo, è una corda molto equilibrata e restituisce una giocabilità elevata. Poly Tour Rev è una corda da controllo e spin, che si avvicina più alla sensazione di una Poly Tour Pro che non alla Fire o alla Strike, quindi di sostanza, ma non sensibile quanto Strike. Fire Black ha un impatto molto diretto, fa sentire il colpo davvero bene e la sua componente di silicone fa un bel lavoro in spin e potenza, senza essere sagomata e senza frenare la palla. Tra tutte, preferisco Fire Black, che non ha differenza di durata rispetto alla Red, ma ha una prestazione maggiore in spinta e spin rispetto a Strike, ma devo ammettere che la Rev, se cerchi spin carico, è una corda sensata e piacevole da adoperare, con una durata paragonabile a Fire.

  11. Cia Fabio ottima recensione!Ho sempre giocato con Babolat Pure Aero 2016 ed ora 2019 e per un breve periodo con la Yonex Ezone 100 del 2020 che vorrei riprendere.Che differenze ci sono tra la Ezone 100 e questo nuovo telaio?Grazie

    • Ciao Marco, benvenuto nel Blog.
      VCore 98 ha un feeling più da classica e un approccio più aggressivo con lo spin, insieme ad un controllo maggiore, mettendo anche una maggiore maneggevolezza che aiuta tanto nell’essere precisi ed aggressivi. Ezone ha più potenza gratuita e tolleranza, insieme a più facilità tecnica, ma minore manegevolezza.

  12. Buonasera, sono nuovo del blog e se posso vorrei fare una domanda. Ero un terza categoria ma da qualche anno mi alleno poco. Per circa un anno e mezzo non ho potuto battere per un problema alla spalla; adesso sto riniziando a giocare (un paio di volte alla settimana quando va bene), ma con la mia Prestige pro da 315 grammi faccio un po’ fatica, concede poco. Cerco una racchetta più “tranquilla” e non particolarmente pesa. Non esaspero il top spin e mi piace tirare qualche piatto forte in chiusura o in attacco, mentre alla battuta tiro praticamente due seconde cercando di dare il kick (è il colpo dove mi fa male la spalla, cerco una racchetta che mi aiuti a non sforzarmi troppo). Ho provato brevemente la head speed pro dell’anno scorso e la wilson clash, ma non mi sono piaciute. Vorrei chiedere se questa nuova Vcore 98 o la Ezone 98 potrebbero essere quello che cerco (sono aperto anche ad altri suggerimenti!).
    Ringrazio per aver letto questo lungo messaggio e colgo anche io l’occasione per augurare un buon anno nuovo!

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      La spalla è sempre da tenere d’occhio, non solo quando si ha un problema, ma sempre, per tutti i tennisti.
      Venendo da una Prestige Pro, avrai bisogno di un telaio che faccia bene il suo lavoro anche in termini di impatto e VCore 98, pur non brillando da questo punto di vista, si comporta discretamente. Ma soprattutto riesce a dare maggiore facilità di swing rispetto a Prestige Pro, con maggiore potenza facile e una resa di spin ottimale. Per questo motivo, se cerchi un telaio che sia confortevole e redditizio, per maneggevolezza, spin e potenza, VCore 98 è assolutamente da tenere in considerazione. Ezone 98 sarebbe più indicato per ancora più maneggevolezza e controllo soprattutto sul colpo piatto o poco coperto, ma se cerchi facilità nel Kick, VCore è decisamente più opportuna e spinge anche di più.

  13. Ciao Fabio, quanto a maneggevolezza, come la trovi rispetto alla vecchia SV98?

  14. Ciao Fabio, intanto complimenti per la bellissima recensione e competenza oggettiva che riesci sempre a trasmettere.
    Attualmente io posseggo la Yonex 100 Ezone di cui sono parzialmente soddisfatto perché ha tanta potenza e facilità di utilizzo ma quello che sento mi manca é la precisione nei colpi e lo spin, la cui ricerca continua, a lungo andare mi affatica il braccio.
    Mi piacerebbe cambiare con la vcore 98, pensi sia una giusta scelta?
    Inoltre utilizzo le corde Poly tour pro 1.25 blue.
    In passato ho avuto problemi di epicondilite e con questa combinazione sono riuscito a divertirmi senza riscontrare problemi. (incordata 21/20)
    Pensi che sulla nuova vcore 98 la penalizzi un pò o potrei utilizzarle?
    Ti ringrazio in anticipo per la tua risposta 🙂

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Se ricerchi lo spin e una maggiore precisione, VCore 98 è un’ottima scelta, senza penalizzare la potenza. In realtà avresti anche un plus di maneggevolezza, a fronte, chiaramente, di un po’ di potenza gratuita in meno. Tuttavia, con la maggiore facilità di spin, dovresti forzare meno il telaio e dovresti faticare di meno.
      Quanto alla corda, Poly Tour Pro si può prestare ad un buon risultato sia di controllo che di spin, su VCore 98. Non vedo motivi ostativi, anzi sarebbe una scelta equilibrata per questo genere di telaio. Personalmente la preferisco con POly Tour Fire Black, perché la rende più reattiva, ma se cerchi più confort non è la scelta giusta e la Pro sarebbe più azzeccata.

  15. Ciao Fabio, ti è mai capitato di provare la PolyTour Strike calibro 1.20 ? Sulla vecchia VCore il calibro 1.25 era a mio avviso il top del top come abbinamento corda /telaio. Unico (diciamo) piccolo difetto una corda forse un filo troppo controllosa cioè per fare uscire molto la palla devi dare moltissima velocità di braccio. Pensi che con un calibro 1.20 si può migliorare questo aspetto ? cioè lasciare inalterato il connubbio Vcore/strike x avere maggiore velocità di palla ma sempre ottimo controllo ? Secondo te il calibro 1.20 va teso 1/2 kg in più ? Grazie

    • La 1.20 è effettivamente più facile e un po’ più soft all’impatto, con quel piccolo plus di potenza che può risolvere. Tuttavia, per avere davvero un plus, va montata alla stessa tensione della 1.25, altrimenti, salendo con la tensione, annulli i benfici della riduzione del calibro.

  16. Ciao Fabio, possiedo la sv98, secondo te conviene fare il cambio con la nuova oppure no?grazie

    • Dipende da una serie di cose. La prima è questione comfort, dove la VCore 98 2021 fa veramente bene, mentre la seconda riguarda lo spin, nettamente più facile nella nuova, così come la maneggevolezza. I motivi di vantaggio della SV sono nell’impatto più diretto, anche se più rigido, e nel colpo piatto un po’ più deciso. Tuttavia, parliamo di evoluzioni delle stesso telaio, che nella sua nuova versione concede qualche facilità in più e soprattutto protegge di più. E si sente.

  17. Ciao,
    Dopo molto tempo torno a chiedere consigli.
    Ho continuato a giocare con la Clash 100, abbandonata definitivamente la Prestige tour, per salvaguardare il gomito e pur essendo molto divertente è seriamente una missione impossibile vincere partite. Devi sempre tirare a tutta e se non vai lungo dopo non molto le energie ti abbandonano.
    Per ora sto giocando con una CV 3.0.
    È divertente ma manca qualcosa.
    Manca la testa che va via, la velocità di esecuzione lasciando andare il braccio e una dinamica più fluida.
    Nell’interesse di tornare a fare tornei (sperando tutto possa andare per il meglio) questa potrebbe essere una bella idea.
    Ti chiedo tra questa e la prince tour 290gr e la ezone 305, Dunlop cx 200 ls, seppur con differenze di peso, cosa possa essere più interessante per un 4.1 onesto, rovescio ad una mano che punta abbastanza sulla prima di servizio e sul dritto. Non molta rete e spesso avversari che tirano molto forte.
    Grazie 😊

    • Innanzitutto bentornato, è sempre un piacere poter essere utile.
      Quanto ai telai di cui chiedi, visto che con Clash hai avuto difficoltà nell’essere definitivo, salterei a pié pari le due 290 grammi, che, per quanto più prestazionali, non sono al livello delle due Yonex di cui chiedi. Ezone 98 può essere utile alla velocità di esecuzione, soprattutto su colpo piatto e coperto, con una dinamica che non frena la palla, ma che richiede che il braccio metta il suo in termini di potenza. VCore è più brutale in uscita di palla, ma gioca nettamente meglio in spin, anche se non esasperato, ma preferisce le rotazioni per dare ciò di cui è capace. Per il tuo livello, considerando le problematiche, entrambe vanno molto bene e sono ben ammortizzate con il VDM, che funziona, oltre ad avere caratteristiche di peso ed inerzia equilibrate e tutt’altro che proibitive. IN ogni caso, tra le due la scelta va fatta in base al tuo stile di gioco.

      • Ciao,
        Sto testando la ezone 2020 e, come hai ben detto è molto confortevole.
        Mi sta piacendo e la trovo davvero molto maneggevole.
        Qualche difficoltà al servizio dove non trovo abbastanza potenza ma c’è anche da tenere in considerazione che ci sono ovvi limiti tecnici.
        Su dritto e rovescio molto bene pur avendo l’impressione non sia gran pesantezza ai colpi.
        La vcore98 mantiene le medesime doti di comfort, maneggevolezza e facilità d’uso aggiungendo cattiveria o comunque è più difficile ?

        • VCore 98 è più tecnica, non è un’alternativa ad Ezone 100, che spinge più facilmente e tollera di più.
          Se non hai un livello tecnico almeno discreto, VCore è un telaio che non ti premia. Per il resto, si, è delicata all’impatto, è più maneggevole ed ha un atteggiamento molto aggressivo tra potenza e spin, ma da assecondare maggiormente di braccio rispetto ad Ezone.
          Con Ezone, per apprezzarla davvero, devi scendere un po’ con la tensione, senza paura di perdere in controllo.

          • Vale lo stesso discorso appena fatto anche in confronto alla ezone98? In effetti non ho specificato quale ezone stia testando.

            Grazie

          • Più o meno si, con la differenza che Ezone 98 è sicuramente più maneggevole rispetto a VCore 98, ma questa spinge e di più e carica molto più la palla con le rotazioni.

          • Ho provato ieri sera per un’oretta, per una botta di c… una VCore98 precedente versione.
            Rispetto alla Ezone98 2020 mi è sembrata proprio più pesante. Spinge di più ed effettivamente è più cattiva. C’è da considerare che serve oltre a tecnica anche fisico più prestante. Se quella nuova è un’evoluzione ancor più incattivita di questa forse davvero conviene rimanere sulla Ezone98. Sono sempre, forse erroneamente, convinto che a fino ad un certo livello (diciamo fino ad un discreto terza basso) renda di più la minor incidenza di errori rispetto ai vincenti.

          • Dipende dal tipo di gioco, perché se punti all’aggressività, un telaio che regge meglio il gioco, ti lascia margine per la spinta e lo spin. Detto ciò, in generale, un telaio “comodo” nello swing, è sempre una buona scelta, soprattutto se punti a fare tornei e il tuo gioco è basato sulla lotta o sulla continuità.

  18. Ciao Fabio e complimenti per il tuo lavoro e per le preziose informazioni. La tua recensione di VCore 98 2021 è molto “accattivante” soprattutto per un felice possessore come me di VCore 98 2018. Come corda sto usando sul telaio attuale con ottime sensazioni la String Project Rocket 1,25mm tirata 21x20kg. Come la vedi come scelta anche per la nuova VCore 98 2021 oppure consideri altre scelte come migliori combinazioni? Grazie come sempre

    • Ciao, Rocket 1.25 era una buona scelta sulla 2018 perché il telaio non disdegnava un aiuto in potenza e spin, ma la versione 2021 ne ha da vendere. Pertanto, premesso che puoi provare la rocket ad un kg in più, ritengo che qualcosa come Keen, nella nuova versione 1.22, o Hexa Pro 1.20 siano maggiormente indicate per il telaio. Come detto, la Rocket si può addomesticare, soprattutto perché hai ampio margine con la tua tensione.

  19. Ciao Fabio due anni fa sono passato alla vcore 98 305 gr con 4 gr in più in testa e gioco con poly tour strike a 22/21.
    Vorrei provare la nuova vcore98 ma sono molto attratto dalla Fabrizi FF-22 (o Fabrizi F-98).
    Sono un agonista oramai 50 anni di seconda categoria e con una buona sensibilità e gioco molto classico a abbastanza piatto. Essendo alto 1,72 non ho gioco potente ma di anticipo e cercando angoli.
    Cosa mi consigli?
    Grazie

    • Ciao, indubbiamente la Fabrizi ha una marcia in più e, considerando il custom che hai adoperato sulla tua VCore 98, non dovresti avere problemi a sfruttarla in campo, soprattutto per la potenza gratuita e per l’appoggio che concede sui colpi, anche in anticipo. Escluderei la F98, che va più per lo spin continuo, ma se vuoi un telaio pro stock, FF-22 è una grande soluzione.
      Tuttavia, anche la nuova VCore 98 è una racchetta che va davvero bene ed è molto completa, ma punta più alla prestazione in spin che sul colpo piatto, sul quale non fa affatto male, ma in spin rende davvero meglio. Penso, comunque, che sia una scelta tra due prodotti molto diversi, per caratura e per prezzo, che va fatta con una coscienza non indifferente.
      Se non hai voglia di cambiare genere e vuoi una versione più prestante del tuo telaio attuale, vai su VCore 98 2021. Se vuoi provare un telaio diverso, più potente, meno maneggevole, più massiccio, più prestante e parecchio più costoso, vai su Fabrizi.

  20. Un confronto invece con la TF 305 RS?

    • TF 305 RS ha più pesantezza generale ed è meno maneggevole, con un miglior controllo sul colpo piatto e minore spin facile. In termini di potenza, VCore 98 è più gratuita, mentre T-fight è più bestiale, ma alla lunga affatica di più. Per un braccio non troppo allenato, già VCore 98 è più che sufficiente.

  21. A quando la recensione della 100??? Grazie

  22. Ciao Fabio, in primis complimenti per la tie recensioni molto ben dettagliate, ho visto questa nuova vcore 98 2021 e devo dire che mi ha colpito…..Ho un quesito per te: sono un quarta categoria con dritto forte con molto spin e rovescio bimane. Mi trovo molto bene con la mia racchetta attuale: una Wilson Clash 100 tour ( o pro) che ho da circa un anno unico neo è delle volte non riesco a capire quanto arrivi potente il mio colpo dall’altra parte.
    Consiglieresti un cambio con questa nuova vcore 98 ( quindi anche passaggio ad un piatto più piccolo dell’attuale)?
    Grazie mille e buon tennis a tutti

    • Se cerchi una maggiore aggressività dei colpi, tra spin e spinta più progressiva, si, il cambio ci sta tutto e il piatto da 98 è abbastanza tollerante per la categoria, con uno sweetspot regolare.
      Clash pro è una racchetta più da far scorrere che da strapazzare, mentre la VCore si lascia anche maltrattare con qualche strappo e funziona decisamente meglio in questo modo, pur essendo progressivo ed intuitiva in tutti i frangenti.

      • OK quindi mi confermi che è cosa comune per la clash 100 tour la sensazione di non capire quanto potente arrivi il colpo?
        Sicuramente la proverò per vedere se riesco ad effettuare colpi più incisi mantenendo o migliorando lo spin che attualmente riesco a dare con la clash.
        Grazie mille!

  23. Ciao Fabio,
    La consiglieresti a chi volesse sostituire P DRIVE ultimo modello per avere più controllo e fiducia in spinta ?
    45 anni, cat 3.3, dritto appena coperto rovescio ad una mano che alterno molto con back.
    Grazie e buon anno.
    Bruno.

    • Se il telaio di partenza è Pure Drive, si, perché il beneficio di controllo e di spin non è affatto da poco e il telaio concede una maggiore fiducia nello spingere i colpi.

  24. Ciao Fabio,
    ha senso un confronto tra questa yonex 98 e wilson PS v 13 o appartengono a mondi tot diversi? adesso uso head prestige pro 315, tennis piuttosto classico, dritto poco top e rovescio a una mano con discesa a rete quando fisico lo concede.
    Grazie!!
    Paolo

    • C’entrano molto poco, con la VCore che va per spinta e gioco aggressivo in spin e la Pro staff v13 che ha virato vero il gioco classico, con poco spin, se non back teso.
      Sono due strade molto diverse.

  25. Grazie, perfetto Appena sarà possibile farò una prova.
    Buona serata.
    Paolo

  26. Ciao Fabio,
    innanzitutto complimenti per le belle recensioni.
    Gioco con una Yonex Ezone DR98 2016 e mi trovo bene.. ormai i due telai i mio possesso incominciano ad essere vecchiotti e sto valutando cosa scegliere per sostituirli..
    Gioco un tennis vario a tutto campo, livello terza categoria. Cosa mi consiglieresti di provare? La mia idea era o rimanere su Yonex ezone 98 magari tour? oppure vcore 98 2021 o vcore pro 97 310 oppure passare ad una wilson blade? o altro.. insomma sono indeciso.. 🙂

    Grazie, Buona Giornata

    Alfonso

    • Ciao Alfonso, benvenuto nel Blog.
      In effetti ti vedo un po’ indeciso, ma provo a fare ordine nelle tue idee, in maniera molto schematica.
      Andrei su:
      1)VCore Pro 97 310 per controllo, feeling e un gioco completo, molto legato all’azione del braccio e senza troppo aiuto dal telaio.
      2)Ezone 98 Tour, per avere un telaio molto massiccio, con maneggevolezza bassa, ma tanta spinta gratuita e controllo, con buono spin.
      3)VCore 98 2021 per avere ottimo spin, bella potenza facile e maneggevolezza piuttosto buona, con una discreta dose di feeling con la palla.

  27. Ciao Fabio, Buon Anno!
    mi faresti per favore un paragone con la Blade V7 18×20?
    Come ci vedresti sulla Yonex le String Project Magic (per dare più feeling “classico”)?
    Grazie mille!

    • Ciao Danilo, benvenuto nel Blog.
      VCore 98, rispetto a Blade 98 18×20 v7, è indubbiamente più facile da maneggiare e sfruttare, con una maggiore potenza gratuita disponibile, mentre in termini di massa e di pesantezza dei colpi, Blade 18×20 è più efficace. Tuttavia, va considerato che la Blade va spinta forte e pesa abbastanza di più in mano, per cui VCore 98 riesce a dare una prestazione generale più facile, soprattutto con l’uso di spin e permette di mettere più braccio con minore fatica, adattandosi maggiormente alle necessità di un maggior numero di tennisti, di vario livello. Tecnicamente, Blade 18×20 va meglio per un gioco piatto o coperto, mentre VCore va decisamente meglio in spin.
      Come corde, per sfruttarla in maniera più classica, monterei più una Keen 1.18 o 1.22 (appena uscita) e una Armour Soft 1.24, per abbassare l’angolo di uscita. Magic sicuramente andrebbe a dare maggiore potenza e impatto morbido, ma conserverebbe lo spin abbondante.

  28. Ciao Fabio. Gioco con donnay allwood 102
    normale e unibody con armour soft 22×21.Mi piace la facilita’ di uscita di palla e le rotazioni che prende sia in top che back ma non il controllo su colpo piatto e una strana sensazione di vibrazioni su colpo decentratio dalla parte del cuore della racchetta( su unibody , forse dovuto alla bassa rigidità del telaio?) Le vorrei chiedere cosa potrei avere in più e in meno( livello 4.1 anni 53 e gioco a tutto campo)con yonex vcore 98 e 100 e Wilson Blade 98 16×19 visto che tutte hanno quasi la stessa inerzia. Cordiali saluti

    • Sicuramente con VCore 98 avresti più spin e una potenza più aggressiva, con maggiore controllo generale, ma un minore sweetspot e una maggiore inerzia da gestire. Quanto a Blade, avresti un ottimo feeling e un bel controllo, con un discreto spin generale, ma, in generale, è un telaio da spingere, per cui risulta un po’ più faticoso di VCore.
      Tuttavia, il confronto con Allwood è impari, perché appartengono a categorie diverse.

    • Ciao Fabio. Su tuo consiglio ho provato la nuova vcore 98 e devo ammettere che ho ritrovato molto della tua recensione.
      Credo di acquistarla ma ora nasce un dubbio: le corde.
      Io ho sempre giocato con le Luxilon BB Alu Power Soft 1.25 22/23 kg.
      Come pensi possano andare con questo telaio?
      E con le Polytour Pro o Strike avrei qualcosa in più?
      Grazie.

      • Alu Power Soft ti darebbero feeling e controllo, con una discreta spinta, ma non tantissimo in spin. Dovresti provarla e stabilire se gira quanto vuoi.
        Stesso discorso per Poly Tour Strike, che spinge leggermente meno, ma è più solida, mentre Poly Tour Pro è più “generica”, con uno spin più facile e una giocabilità maggiore.

  29. Ciao Fabio mi potresti fare un confronto tra la mia attuale racchetta : head radical pro graphene touch (2017)incordata con ibrido 22/22 hyper G e head velocity e questa nuova v core 98?
    grazie mille
    Davide

    • Tra le due c’è una leggera differenza di maneggevolezza in favore di VCore 98, che risulta più delicata all’impatto e maggiormente capace di spin in tutte le salse. Radical Pro GT vince sul colpo piatto, non tanto in termini di controllo, dove siamo sullo stesso piano, ma piuttosto per quella maggiore massa che fa filare la palla un po’ di più in linea frontale, che è una delle caratteristiche di Radical. Il vero vantaggio di andare sulla VCore è nello spin, nella maggiore semplicità di swing e nell’impatto più delicato.

  30. Ciao Fabio! come sempre un GRAZIE enorme per le Tue recensioni e per il Tuo lavoro.
    Me lo faresti un paragone con la mia mia Pure Aero Vs 2020? credo che le racchette abbiano diversi punti di contatto e visto che mi trovo molto bene con l’attuale sono sempre curioso di capire quali siano i pregi e i difetti delle sue “concorrenti”.
    Il tuo voto a questa racchetta è altissimo! mi chiedo quasi se non valga la pena provarla questa nuova V-Core…
    Grazie e a presto!

    • La differenza principale con Pure Aero VS, che è un altro ottimo telaio, sta soprattutto nel modo in cui il telaio restituisce l’impatto e, sebbene la Pure Aero VS sia più diretta, VCore è più delicata e confortevole. Nonostante ciò, lo spin di VCore è più pressante, più facile da ottenere e il telaio ti richiede un po’ meno fatica dal braccio. Per questo motivo, Pure Aero VS resta un riferimento per chi vuole l’impatto più rigido e diretto, mentre VCore si adatta più a chi vuole più comfort e una leggera maggiore facilità.

  31. Ciao Fabio quali miglioramenti posso avere con questa racchetta provenendo da una Prince tour 310 senza bucini? Grazie

    • Il primo punto a vantaggio della VCore è l’aggressività con cui rende potenza e spin, mentre il vantaggio della Prince è verso la tolleranza e un po’ di feeling più connesso, meno ovattato.

  32. Buongiorno, complimenti come sempre per le varie recensioni dettagliate ed utili per la scelta di una racchetta. Se possibile vorrei chiederti Fabio, le differenze tra questa nuova Yonex Vcore 98 2021 e la Babolat Pure Aero VS 2020. Al di là del diverso piatto corde, quale reputi più impegnativa tra le due racchette e le eventuali differenze, anche perchè mi sembra di capire che i dati tecnici non si discostano di molto tra le due. Grazie Andrea

    • Ciao Andrea, in effetti ci sono molte similitudini tra VCore 98 e Pure Aero VS, ma la prima differenza fondamentale è nel tipo di impatto, più delicato e confortevole per VCore e più rigido per Pure Aero VS. In termini di spin siamo lì, con un po’ di vantaggio per la Vcore, come anche per la maneggevolezza, mentre per ciò che riguarda il controllo sul colpo piatto, Pure Aero VS fa un poco meglio. Credo che la scelta delle due vada fatta soprattutto per il tipo di feeling che si cerca, perché in termini di prestazioni sono due telai molto completi ed anche gestibili.

  33. Ciao Fabio e complimenti per la bellissima ed esaustiva recensione. Un confronto con Dunlup cx 200 2021 che deve uscire in questi giorni?

  34. So Fabio you liked it with a crisp/stiff like Fire. So Lynx tour which is similar will fit it as well 🙂

    I hope this v core to have more heft on the head cause previous one was very anaemic when swinging and gave you minimal control with no penetration.

    • I love it with a stiff string like PT Fire, so, if you want a setup more spin and control oriented, Lynx Tour should be a good choice. By the way, PT Fire is more powerful than Lynx Tour, take it in mind.

  35. ciao fabio,
    ho provato la 100, e mi è piaciuta molto rispetto alla versione che sostituisce. Molto piu confrotevole, stabile ed efficace a mio modo di vedere.
    La 98 offre sensazioni simili?
    Sono molto indeciso tra vcore 98 2021 e Prince beast 98. Uso gia la beast 100 e la tour TXY100p, ma cercavo un piatto 98 che offrisse più manovrabilita e stabilità.
    Grazie mille.

    • Si, trovo che la 98 sia ancora più completa e più belligerante rispetto alla 100 pollici, che è un po’ meno aggressiva. Se vuoi un piatto 98, mi sento di consigliartela, a differenza di Beast 98, sulla quale non so dirti molto.

  36. Buonasera Fabio, dopo aver letto la tua recensione da qualche mese sto giocando con la prince O3 tour 100 heritage nella versione da 290 grammi che è sicuramente una racchetta molto piacevole nel feeling, come da te anticipat. Se ora volessi salire leggermente di gradino per avere una palla più complessa mantenendo le stessa manegevolezza e lo stesso tipo di sensazioni ed un pizzico di potenza di più la yonex VCORE 98 sarebbe una buona scelta? o parliamo di una racchetta molto più difficile (soprattutto per uno come me che gioca da 3 anni)?
    In questo confronto come si pone poi la EZONE 100?
    grazie sempre per i tuoi preziosi consigli

    • O3 Tour 290 ha un suo grado di facilità che semplifica le cose, pur essendo un telaio completo, anche se non brutale nella spinta e nello spin. Andando su VCore 98, per avere la stessa facilità, ma un po’ di aggressività in più, dovresti considerare la versione 285 grammi, che in realtà dovrebbe risultare più maneggevole di O3 Tour 290. Tuttavia, se chiedi un passo verso un telaio più efficace, potrebbe essere interessante Vcore 98, proprio perché non è impossibile fisicamente, né tecnicamente, ma richiede sicuramente di più dal braccio rispetto alla tua Prince. La maggiore prestazione si paga in qualche modo. Ezone 100, ad esempio, ha un po’ meno feeling rispetto a O3 Tour, anzi un feeling più secco, ma spinge abbastanza di più e resta in un ambito di facilità tecnica generale, che probabilmente fa più al caso tuo.

  37. Ciao Fabio, una curiosità, ma il telaio che hai provato è un “demo”? Ne ho uno tra le mani che sto provando, ma più scarico rispetto ai dati che hai rilevato tu. Ho misurato un’inerzia di “appena” 286 kg/cmq a telaio nudo e 316 con armour soft 1.24. Dato che non sono l’unico ad aver avuto tra le mani un telaio del genere, volevo capire se è riconducibile al fatto che sono demo e magari quelle in vendita hanno inerzia leggermente più alta, o è il controllo qualità che sta venendo meno. Grazie.

  38. Ciao Fabio..ormai sei diventato un punto di riferimento per gli appassionati del tennis e ti rinnovo i miei complimenti sia per le recensioni che reputo molto competenti ed imparziali sia per la cortesia che presti nelle nostre richieste. Anche se mi sembra che non hai ancora provato la vcore 95 2021, potresti illustrarmi le differenze teoriche con il modello vcore 98 2021 o al limite farmi un paragone tra i due modelli precedenti (vcore 98 e 95). Vorrei acquistare una nuova vcore e sono indeciso tra la 95 e la 98 2021, non vorrei che la 95 sia troppo impegnativa. Grazie

    • Ciao, sto lavorando proprio ora alla recensione di Vcore 95. Domani sarà online. Non è un telaio troppo impegnativo, ma trovo che la 98 2021 sia più completa e soprattutto potente, per cui la preferisco e se dovessi scegliere un telaio da usare tra le nuove VCore, andrei sulla 98 pollici. In ogni caso, leggerai a breve tutto.

  39. Ciao Fabio, complimenti per le tue dettagliate recensioni ed i tuoi preziosi consigli.

    Gioco prevalentemente da fondocampo e sono molto soddisfatto del telaio che utilizzo: EZONE 100 – 2020 (Solinco o Yonex a 22/21kg). Ne apprezzo la sua semplicità di utilizzo, la potenza e profondità di palla ed i suoi colpi in recupero.

    Vorrei però prendere un secondo telaio, da utilizzare quando il livello di forma me lo consente, con l’obiettivo di recuperare maggior precisione, più top-spin e maneggevolezza, senza sacrificare troppo la potenza e la profondità.

    Sono molto interessato alla nuova VCORE 95; ma purtroppo non ho alcun modo di provarla. Tu hai avuto modo di testarla? Rispetto alla sorella VCORE 98 che differenze ci sono ? Trovi la 95 troppo più impegnativa ed agonistica? Oppure, grazie ai suoi aggiornamenti, potrebbe andar bene anche per un giocatore di club abbastanza continuo e fisicamente preparato ma dalla tecnica non eccelsa?

    Grazie mille per l’attenzione e per il feed-back eventuale.
    mario

    • Ciao Mario e benvenuto nel Blog.
      Domani pubblicherò la recensione di VCore 95 2021, che ritengo un telaio molto interessante, perché, nella sua tecnicità, non è un telaio difficile in assoluto ed ha recuperato un bel po’ di spinta. Tuttavia, credo che la 98 sia la migliore della gamma, proprio per la sua potenza maggiore e la sua aggressività nel modo di portare i colpi e di reagire alle sollecitazioni, cosa che, oltre a renderla efficace, la rende anche particolarmente gustosa da adoperare. La differenza tra 98 e 95 sta proprio nella maggiore potenza della 98, sia gratuita che massima, lasciando il ruolo di telaio da “tutto braccio” per la 95, che, seppur migliorata in spinta, vuole il braccio sempre particolarmente attivo. Come telaio da tirare fuori ogni tanto, ci può stare, ma se conti di adoperarla più spesso, guarda alla 98.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il primo ed unico sito in cui le recensione la scrivi tu!

Negozi Partner



universotennis