Yonex Ezone 100 2020

Ezone è la linea di maggior successo per Yonex e l’attenzione che l’azienda pone su queste racchette è assolutamente di prim’ordine. Già nel passaggio tra Ezone DR ad Ezone, nel 2017, si è avvertita la volontà di Yonex di offrire una prestazione non solo soddisfacente, ma anche appagante, ed oggi siamo al cospetto della nuova Linea Ezone 2020, nella quale i tecnici giapponesi hanno voluto fondere il “plush” feeling della serie Dr con la prestazione alta della serie Ezone 2017. Ezone 2020, che ho già provato in anteprima nazionale nelle versioni 98 da 305 grammi e 100 da 300 grammi, qui l’anticipazione, ad una prima occhiata sembra un telaio del tutto simile al precedente, senza grandi cambiamenti esterni, eppure presenta tante novità, dentro e fuori, che ne elevano ancor di più la prestazione e la sensazione. Andiamo a scoprire, in maniera completa, come si comporta Ezone 100 2020, che, lo diciamo da subito, si piazzerà molto in alto nella classifica generale di TennisTaste.

Yonex Ezone 100 2020

Headsize 100 inch2
Peso 300 g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 320 mm
Swingweight (incordata) 322 kgcmq
Rigidità 68 RA
Profilo 22-26-23.5 mm
Lunghezza 68.6 cm

L’estetica di Ezone 100 2020 è stata una vera sorpresa, perché Yonex ci ha abituati alle colorazioni verde lime come colore ufficiale della Linea Ezone, con una seconda uscita in blu dopo poco tempo. Per il 2020, invece, la racchetta è già realizzata in blu elettrico, con un gioco di colori in scala, fino all’azzurro, su una base di effetti geometrici a risalto. Il telaio è brillante, molto, ed anche originale nella sua nuova veste, che la identifica immediatamente. La vernice è satinata, al solito ben realizzata con molti passaggi sovrapposti, in modo da garantire anche una certa resistenza all’abrasione. Tutte le serigrafie sono realizzate in argento, spiccano molto e brillano, ma tutto sommato sono sobrie e contribuiscono a creare una soluzione di continuità con il blu/azzurro, mentre il vero elemento di rottura è l’indicazione, in arancio, della presenza del VDM, riportato sullo stelo sinistro, mentre un finissimo rigo dello stesso colore fa capolino nella parte interna del piatto, a sottolineare il passaggio tra blu ed azzurro. Con il VDM, apriamo il capitolo dei cambiamenti, più o meno visibili, ricordando che si tratta, come già visto sulla serie VCore Pro, del mesh inserito nelle maglie di grafite, per ammortizzare l’impatto e ridurre le vibrazioni. Andando avanti, al cuore del telaio è stato inserito un nuovo materiale, MX40, che rende gli steli più flessibili, mentre il fusto del telaio è stato rinnovato su due fronti: il piatto è più largo ad ore 3 e 9, mentre è variato il front beam, che diventa più sottile e leggermente più spigoloso, per ricercare più aerodinamicità e una maggiore connessione con la palla, in virtù di una maggiore flessione. Per completare il tutto, c’è anche un nuovo pattern, con una spaziatura differente, alloggiato su passacorde del tutto nuovi, realizzati in modo da “annegare le corde al loro interno e tenerle ferme. Al manico nessuna sorpresa, invece, con la consueta forma Yonex e il tappo verde, dove fa bella mostra di sé il “Made in Japan”.  Unico elemento da segnalare è il solito grip, sottile, che crea un po’ di scalini negli avvolgimenti. C’è a chi piace e chi, come me, preferisce una superficie più liscia.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

339 Comments

  1. Ciao Fabio,

    come sempre ti rinnovo i complimenti per le tue ottime recensioni, la tua accuratezza del dettaglio è veramente pregevole.

    Detto questo… sarei curioso di un confronto con la Head extreme pro 360 da 310gr che attualmente utilizzo.
    grazie mille.

    • Ciao, sempre grazie per i complimenti.
      Il confronto tra le due è dettato da un livello di stabilità simile, quindi entrambi sono telai massicci e fermi all’impatto, ma con uno spiccato maggiore feeling per la Yonex, come anche il controllo generale e la potenza pura. Extreme si rifà in termini di spin, anzi di topspin, dove riesce a dare il meglio, ma, pur essendo un telaio flessibile e con un buon feeling all’impatto, non soddisfa in toto quando si picchia la palla con poco spin.

    • Buongiorno,
      gioco da qualche anno con la Ezone 100 (300g), mi ha incuriosito molto il nuovo modello.
      Ma sono tentato anche dalla V7 Blade della Wilson, posso sapere tra queste due nuove racchette un pò le differenze e cosa mi consigli per un gioco soprattutto da fondocampo con qualche discesa a rete? Grazie

      • Ciao Daniele, benvenuto nel blog.
        Sono due telai molto diversi, troppo diversi da poter essere presi in cosniderazione nello stesso momento.
        Blade è un telaio classico, da spingere con il braccio, che restituisce potenza se apri e impatti con decisione, mentre Ezone 100 ha la sua bella potenza gratutia sempre pronta a dare una mano, insieme alla tolleraza. Blade è chiaramente precisissima, ha più feeling all’impatto e in più concede uno spin più marcato nella versione 16×19 rispetto alla Ezone, che ama, invece, uno spin moderato per spingere più frontalmente. In termini di maneggevolezza e di fatica nel muoverle, siamo sullo stesso livello, ma la Blade devi muoverla con più sostnza per farla funzionare a dovere, essendo un telaio da vero agonista.

    • Penso sia un confronto impari, perché Ezone 100 2020 ha la stessa manovrabilità, ma più spinta, più feeling diretto e probabilmente solo un poì meno spin in generale, ma più prestazione in tutto. Sono evoluzioni sulla stessa linea di racchette, con piccoli, ma grandi, cambiamenti, che fanno tanta differenza in gioco.

  2. Ottima recensione Fabio, come al solito! La DR voleva essere una profilata più facile, maneggevole e controllosa (sulla falsariga della mai dimenticata APD 2013)
    invece la Ezone era più polarizzata (e molti questo non l’hanno gradito), più potente e spinnosa.
    Questa prende il meglio di entrambe (anche se resta comunque polarizzata). Ti trovi d’accordo?
    Chissà com’è la 98 ;-))))

        • Rispetto a Pure Aero ha più potenza gratuita e maggio controllo sui colpi piatti, condividendo lo stesso livello di faticosità e maneggevolezza, ma con minore spin generale, dove la Aero Primeggia. Rispetto alla Pure Drive è più elastica, più massiccia e un po’ più faticosa, meno gratuita in potenza a livello intermedio, ma più precisa.

      • Più che con la moto, le metterei le moto soft, perché spesso la Moto è castrante in potenza e rende i telai abbastanza rigidi. Tuttavia, se adoperi un calibro più sottile e stai basso con la tensione, massimo 20 kg, ci sta anche una 1.25 per pestare un po’ la palla e spazzolare di più. Però, ti ricordo, che il telaio non nasce per estremismi di spin, ma spicca per controllo, quindi un mono liscio credo sia la soluzione più adatta a valorizzarlo.

    • Cia Fabio come al solito le tue recensioni sono precise ed illuminanti. Quali sono le differenze più marcate con la versione da 98 pollici?
      Spero di leggere una recensione completa anche per la 98. Grazie ancora per il tuo prezioso lavoro.

      • A breve ariverà anch quella della 98, nel frattempo ti racconto la differenza principale tra le due: La 100 punta alla potenza e alla stabilità, la 98 alla velocità di esecuzione, con il il braccio a farla da padrona. Chiaramente la 98 è più precisa e sensibile, neanche a dirlo, ma è anche più maneggevole e richiede più protagonismo dal tennista che la adopera, perché non è affatto un telaio gratuito.

        • Ciao Fabio è proprio questo argomento che mi interessa,ho giocato per più di un anno con Ezone 98 2018 con la quale ho avuto sempre grande sensazione di controllo senza andar mai lungo e trovando angoli incredibili,ma avendo 43 anni livello 3.4 mi rendevo conto che se le gambe calavano non erano al top iniziavo a fare fatica,
          Vengo al dunque,ho deciso a causa di queste problematiche dovute all’età di passare a Ezone 100 2020 da un paio di mesi… Confermo che si tratta di un buonissimo telaio nulla da dire, Ma la sensazione di padronanza e la sicurezza nel tener sempre la palla in campo è svanita e gioco sempre a braccio un po’ tirato…pensavo ti semplificarvi la vita di semplificarvi la vita ma l’amore non è mai scoccato e la sicurezza che avevo è andata svanendo… Sto seriamente pensando di passare al modello Ezone 98 ma 2020…. Cosa mi consigli di aspettare ancora qualche mese e creare più alchimia con la 100 prima di esprimere una valutazione seria o di passare direttamente alla 98 anche se è diversa dal modello 2018 che usavo io ?

          • Ti consiglierei di provare qualche setup di corde differente, per provare a dare più spazio e libertà al braccio.
            Che cosa monti al momento e a che tensione?

    • Ciao, è vero che il telaio è polarizzato, ma è meno puntato in testa rispetto al precedente modello, quindi le hanno donato una sensazione massiccia, ma tutta massiccia.
      Trovo che abbiano saputo realizzare un telaio coi fiocchi, cercando di accontenetare sia i delusi del passaggio da DR a Ezone, sia gli entusiasti della Ezone. La 98 è un gran bel telaio, divenuto un po’ più giocabile e maneggevole rispetto alla Ezone 2017.

    • Penso sia un confronto impari, perché se da un lato la Radical MP è più maneggevole e fisicamente gestibile, dall’altro la Ezone ha una sensazione di impatto più piena, più potenza, migliore spin e migliore stabilità, con un controllo notevole, non solo per una profilata, ma anche in generale.

  3. Ciao Fabio, complimenti per la recensione chiara e puntuale come al solito. Vorrei un consiglio nel mio peregrinare alla ricerca di una racchetta che non mi stanchi più di tanto e che aiuti il braccio malandato.
    Premetto che gioco quasi sempre con una PK ki15 300 e riesco a gestirla adeguatamente. Mi ero illuso di aver trovato la racchetta definitiva nelle VCore Sv100, ma la coppia mi ha sempre restituito una sensazione di forti vibrazioni pur giocando con un multifilo che mi hanno determinato prima una forte tendinite con conseguente stop e successivamente un fastidio al braccio che non vuole andare via. Peccato perchè è davvero una bellissima racchetta e la devo abbandonare a malincuore. Nei giorni scorsi ho provato anche la Black Ace, ma dopo mezz’ora non riuscivo più a gestirla (nei primi 30 minuti ci facevo quello che volevo). Ora vorrei provare questa nuova Ezone, ma sento sempre parlare di una manegevolezza non al top che mi sta un pò frenando (per il resto le caratteristiche sono quelle che sto cercando). Riusciresti a fare un confronto con le 3 racchette sopra citate per capire cosa aspettarmi? intanto l’ho già prenotata in prova e vediamo cosa succede. Grazie

    • Ciao, purtroppo, se non sei riuscito a gestire per lungo tempo la Black Ace, non ci riuscirai con la Ezone, che ha anche una inerzia leggermente maggiore, seppure con più potenza.
      La differenza tra i tre telai sta nel fatto che la Ki 15 300 ha una inerzia inferiore e necessita di poco braccio per funzionare, anche se è meno potente e massiccia delle altre, mentre Black Ace è una classica da strizzare un po’ col braccio, molto completa e godibile, ed infine la Ezone 100 è un bel cannoncino vellutato all’impatto. Tuttavia, a ciascuno la sua racchetta e se hai difficoltà a gestire l’inerzia di telai più massicci, ti sconsiglio di ricadere, come ti sarà capitato per le SV, su telai agonsitici eccessivamente stressanti per il tuo braccio.

      • Ciao Fabio,
        partendo quindi dal fatto che difficilmente riuscirò a sfruttare a pieno per lungo tempo la 100 da 300g, qualora volessi andare sulla 100L da 285g, che presumo sia decisamente più manovrabile, ci perdo notevolmente in termini di spinta? ed eventualmente posso agire di custom? in questo caso come consigli di muoversi per garantire comunque una buona manovrabilità? Grazie mille

        • Assolutamente si, la versione più leggera non è per nulla male e la potenza in meno, neanche troppa, la recuperi in maneggevolezza e velocità di esecuzione. POi, con il custom, puoi renderla praticamente come vuoi, anche leggermente meno pesante della 300. Il mio consiglio, in questi casi, è andare sul modello più leggero per poi personalizzarlo… sempre se occorre.

    • Non è uan domanda semplice, perché sono due telai che hanno prestazione e carattere differente: la strike è più animalesca, più diretta e con uno spin elevato, mentre la Ezone è leggermente più precisa e più orientata al colpo piatto, sul quale si esprime meglio. Per entrambe c’è tanta potenza e stabilità.

      • Ciao. Premessa che ho iniziato e giocare a tennis da mezzo anno e ho 30 anni. Possiedo una head Extreme mp e cercavo qualcosa di più leggero è facile. Per voi la Ezone 100 285g fa al caso mio ? Grazie

        • Ciao Angelo e benvenuto nel Blog.
          Direi proprio che la scelta più adatta sarebbe quella di rivogersi ad una racchetta da 180-285 grammi, che ti darebbe meno pensieri nella gestione generale, consentendoti comunqune potenza e solidità. Ci sono tanti telai di questo tipo, ma Ezone 100 LG (280) è una delle più complete in assoluto. Rispetto al suo modello da 300 grammi si muove meglio ed offre anche più spin.

  4. Hi Fabio,

    Which one would you recommend between this Yonex Ezone 100 300g, and Pro Kennex Black Ace 300g.

    I’m a baseliner looking for a comfortable racquet.

    Many thanks in advance!

    • Hi Durdica, both are racquets really nice at baseline, but, i have to say that the power level of the Ezone 100 is higher and more useful. Black Ace is more comfortable, but Ezone 100 is right a step behind. So, you can chose one of the two on classic feeling (Black Ace) or modern power (Ezone).

  5. Ciao Fabio, mi trovo ottimamente con PA 2019 accordata con RPM Rough a 22kg, con dritto in top non esasperato o coperto e rovescio prevalentemente in top alternato al back, almeno per 45 minuti perfetti. (come livello un discreto 4 cat.)Poi, quando le gambe iniziano a cedere…..cala il sipario. Questa ezone mi consentirebbe di reggere meglio? Stavo valutando anche di prendere una PA Team (che ho provato e non mi è dispiaciuta) magari da piombare un po’. Cosa ne pensi? Come sensazioni di gioco che differenza avrei? come gioco in generale? Le RPM andrebbero bene? e a che tensione?

    • Ciao Andrea, la realtà dei fatti è che, anche se la Ezone 100 ha un po’ di potenza gratutia maggiore rispetto alla Pure Aero, la faticosità generale è praticamente la stessa. Pertanto, penso che la soluzione ideale sia quella di scendere un po’ di peso, nel caso volessi adoperare questi due fusti, e rivolgersi alle rispettive versioni Team e LG.

  6. Ciao Fabio, grazie per la risposta, avevo pensato alla Ezone in quanto, rispetto alla PA ha un punteggio più alto nella giocabilità, quindi pensavo che anche arrivando in affanno potevo comunque riuscire a gestire meglio gli scambi, considerando che spesso gioco con amici di livello superiore al mio 3.5-3,4 e quindi devo cercare di chiudere presto per non essere castigato. con la Blade 104 2019 perderei troppo in termini di potenza e maneggevolezza rispetto all’PA o alla nuova Ezone? e come maneggevolezza? Se dovessi decidere di scendere di peso, con la PA team dovrei diminuire un po’ lla tensione per non perdere troppo in potenza? Grazie ancora. A.

    • é chiaro che con Pure Aero ed Ezone avresti più potenza massima rispetto alla Blade 104, che, però, è più facile e offre quella spint agratuita iniziale che altri telai non offrono, sopratutto tra le classiche. Tuttavia, se la Ezone è portata per il colpo piatto, Pure Aero e Blade 104 V7 vanno verso lo spin, anche molto carico.

  7. Ciao, mi diresti i pro e i contro di questa Ezone 2020 e lo stesso discorso lo faresti con la Ezone 2017,(la mia attuale racchetta: 100/300), grazie. Voorei capire le diversità tra le due. Provenivo prima dell’attuale dalla Dr. Vorrei capire se coviene o no, passare alla nuova?

    • Ciao, i pro della Ezone 100 2020 sono il feelin migliore, il maggior controllo e la maggiore spinta. Quelli della versione 2017 sono soprattutto nel migliore spin, ma, per il resto, la versione 2020 ha tutto di più. Sia chiaro, non è un passaggio obbligato per chi ha già la 2017, ma per chi vuole entrare in Yonex in questo momento, il vantaggio del modello 2020è indiscutibile.

    • Ezone 100 è più potente rispetto a VCore 100 e VCore 98, più soft rispetto alla VCore 100, meno rispetto alla 98. Entrambe le VCore hanno un vantaggio di spin e di maneggevolezza.
      Se prendi in esame la Ezone 98, questa ha più controllo sul colpo piatto, più maneggevolezza e più tolleranza rispetto a VCore 98, mentre la VCore 100 tollera di più. Le VCore spingono entambe più della Ezone 98 e arrotano di più. Considera che Ezone adesso va verso feeling e precisione, la 98, oppure verso controllo e spinta, la 100.
      L’uscita è prevista a febbraio.

  8. Ciao Fabio, sto utilizzando una Blade 104 2017 con leggera customizzazione per aumentare la stabilità più che l’inerzia, ho un gioco abbastanza classico a tutto campo (cerco un buon back anche di attacco e un colpo piatto soddisfacente e vario velocità e rotazioni, utilizzo il servizio in kick – livello 3.4 FIT giocando poco); mi trovo bene ma mi piacerebbe un po’ più di spinta/consistenza quando sale il ritmo per chiudere. Pensi che questa yonex possa fare al caso mio rispetto alla 104 ? In passato utilizzavo la yonex Ai 100 ma faticavo in fase di chiusura a trovare confidenza.
    Grazie, e complimenti per la recenzione.
    Luca

    • Ciao, rispetto a quanto chiedi, Ezone 100 sembra che possa essere una seria candidata per te, tra le profilate. Controllo e spinta sono i due caratteri fondamentali, mentre il telaio non è maneggevolissimo, ma condiderando che hai una 104 customizzata, non dovrebbe essere un problema gestire la Ezone 100.

  9. Ciao Fabio,
    posso chiederti un confronto in termini di maneggevolezza, potenza, controllo e sensibilità rispetto alla Pro Staff 97 cv 315 all black, che ho ricominciato a usare con godimento? Dovrebbero somigliarsi molto, forse la Ezone più morbida e facile, no?

    • Ciao, se parliamo della 100, ha una minore maneggevolezza e più consistenza in spinta, con un ottimo controllo per una profialta. La Pro Staff è più flessibile (la All black è 64 ra) e si sente nell’impatto morbido e nella spinta più carente rispetot alle versioni col rosso e col bianco. Detto ciò, se cerchi una profilata confortevole, che sappia veramente spingere controllare, e non ti fa paura la minore maneggevolezza, Ezone 100 può essere un telaio molto soddisfacente.

  10. Ciao Fabio,
    Dal 2018 uso la Ezone 100 ,passando da una prokennex ki15, inizialmente con timore per via di vecchi problemi di epicondilite.In realta’ mi sono trovato molto bene sia come racchetta sia come confort,montandola con un ibrido.Da un punto di vista di confort,cioe’effetto sul braccio,come sara’ la versione 2020? Mi sembra di capire che la 2020 spinna meno bene della vecchia ,ma è una cosa che si nota concretamente nel gioco?E i tagli?Che incordatura mi consiglieresti sulla 2020 per mediare confort e precisione?Grazie per consigli e complimenti…

    • Ciao, ineffetti il comfort è superiore e si nota immediatamente, perché l’impatto è nettamente più soft. Quanto alle rotazioni, non parliamo di un telaio che non dà spin, tutt’altro, ma parliamo di un telaio con minore propensione allo spin molto carico e una maggiore preferenza per un’uscita di palla più frontale.
      Sicuramente un ibrido aiuta in semplicità di gioco e in potenza gratuita, ma devo dire che anche con un full mono il telaio resta confortevole, sempre mantenendo tensioni sotto i 22 kg. MOlto interessante è il connubio tra Ezone 100 e PT Strike 1.20, in termini di precisione e prestazione, ma se cerchi una corda più soft, sia PT Pro che Air (meno sensibile) possono prestarsi sia inibrido che il full.

      • Ciao Fabio e grazie per le tue recensioni sempre precise
        Vorrei un consiglio, sono un ragazzo di 51 anni terza categoria,diciamo alta, sto cambiando attrezzi perché non riesco più a supportare telai di solo controllo
        Starei optando per pure aero 2019 o questa Ezone 100 2020
        Gioco prevalentemente da fondo diritto in top non esasperato e rovescio ad una mano back e top
        Utilizzo Armour soft
        Grazie per la tua disponibilità

        • Se l’utilizzo dello spin non è marcato, andrei sulla Yonex, ma se tendi a variare molto le rotazioni, la Pure Aero ha qualcosa in più da darti. L’altra differenza fondamentale tra i due telai è che la ezone spinge più gratuitamente, cosa che, se cerchi una maggiore facilità, non è da trascurare, mentre la Aero si comporta in maniera più agonistica e richiede sempre uno swing carico per dare quello che sa dare.

  11. Ciao Fabio, sono vicino ai 60, giocatore di club e TPRA, impostazione classica. Ho usato per più di un anno la Prestige Tour, con buona soddisfazione. Poi ho cercato una racchetta più tollerante e che mi aiutasse nelle fasi difensive. Dopo un pò di prove sono approdato alla Extreme PRO da 310gr. Mi piace per la grande stabilità e tolleranza, tengo sempre la palla lunga, però faccio fatica a far viaggiare veloce la palla e tirare vincenti come facevo con la Prestige. Penso che la colpa sia mia che non riesco a gestire l’inerzia della racchetta e ad accelerare il braccio a dovere. Pensi che questa Ezone sia una soluzione? A livello di fatica, per uno del mio livello, migliorerei con un passaggio da Extreme PRO a EZONE? O siamo sostanzialmente sullo stesso livello? Grazie in anticipo per il tuo sempre illuminante aiuto.

    • Ciao, dovresti migliorare non poco, soprattutto considerando che la Extreme Pro ha quasi 10 punti di inerzia in più rispetto alla Ezone, che resta un telaio molto potente nel suo settore, con ben altra giocabilità rispetto alle profilate “mattoni” da 310 e 315, che desiderano davero un braccione e vanno considerate alla strega di classiche da 320-325.

  12. Fabio questa ezone rispetto a classiche cm vcore pro 310 e blade v7 16×19 e meno faticosa?la ultra tour 97 chr sto utilizzando nn mi stanca mai,ma ammetto che la tua recensione mi ha fat sbavare perche una racchetta con potenza alta e pure gratuita e poi e molto precisa fa gola a molti……diciam che nn amo le profilate di solito xchr nn sento la palla….in questo caso con la ezone?

    • Rispetto alle classiche di alto rango, come Pro Staff, Vcore Pro e Ultra Tour, è chiaro che il feeling è meno morbido diretto, ma se cerchi un telaio da potenza vera, con un bel controllo davvero, Ezone al momento è in Pole position. Spinge parecchio di più, è un telaio massiccio, ma non eccessivamente pesante, che sostiuisce, con un po’ di pratica, anche una classica per la sua cacità dia sseocndare il gioco classico.

      • Ciao Fabio, mi chiamo Francesco ed è la prima volta che ti scrivo, ma ti seguo da sempre per la tua alta professionalità.
        Ciò opportunamente precisato, vorrei sapere quali sono le corde migliori sagomate e liscie per far rendere al meglio la nuova Ezone 100, e se è preferibile differenziare o meno la tensione.
        Sono contrario a far montare un ibrido sulle Yonex.
        Dopo averla provata per 4 ore posso confermare il giudizio che hai dato per il back e per il servizio mentre non posso ancora pronunciarmi sul resto dei colpi perché ho usato una Drive a 21/20 kg. nel mentre la uso a 22.5/21.5 sulle Radical Mp che utilizzo da anni come telaio base, e pertanto non ho avuto lo stesso controllo e precisione anche per la diversa inerzia e per il differente bilanciamento.
        Ad esempio, come è naturale che sia,con la VCore 95 incordata con qualsiasi corda ( ma sempre di livello) anche a 19.5/19.5 ho un controllo eccelso.
        Sarebbe fantastico riuscire ad ottenere con la Ezone 100 un miglior controllo direzionale che la Ai 100 e poi la Dr non avevano.
        Sono un over 55…con classifica 4.1.
        Grazie anticipatamente e ancora tantissimi complimenti per il prezioso supporto che dai ai numerosissimi appassionati che ti seguono come me.

        • Ciao e benvenuto nel Blog.
          Come corde, sulla Ezone 100, ci andrei piano con i sagomati, perché il pattern al centro è stato infittito e ciò limita il movimento delle corde. Una Poly Tour Drive è già al limite, se adoperi tensioni vicine ai 22 kg. Tendenzialmente monterei corde lisce, come la Strike, che per il gioco di feeling e controllo è notevole, ma so anche non costa poco e il ripiego protrebber essere la Poly Tour Pro, se cerchi l’impatto più forte, o la Tough per una sostanza generale. IN ogni caso, per il controllo, qui ce n’è più che nelle Ai e DR, senz dubbio.
          Altra corda che ti consiglio, uscendo da Yonex, è la Armour Soft, che aggunge feeling e uscita veloce dal piatto.

  13. Appena mi arriva monto uno spezzone della mia matassa di rpm power 1.25,ho solo io dubbio sulla tensione,xche di solito su blade ho sempre adoperato 23 22 o 22 21.invece sulla mi attuale ultra 97 ho 21 20!x come l hai descritta mi preoccupa andare lungo visto che e molto potente quindi nn vorrei scendere troppo

  14. Ciao, complimenti per la recensione precisa e completa come sempre. Ti volevo chiedere: io gioco con pure Aero e mediamente mi trovo molto bene, l’unico problema è che in alcuni frangenti è veramente stancante. Sto cercando qualcosa di simile nelle prestazioni, ma con un filo più di maneggevolezza e facilità. Ieri ho provato la Ultra 100 cv, e devo dire che mi ha fatto un’ottima impressione. Cosa mi puoi dire su questa nuova Ezone 100 in confronto a questi 2 telai, termini di maneggevolezza e facilità di gioco?

    • Tecnicamente, la Ezone è più simile alla aero nella gestione generale, ma presenta le doti di spinta e controllo sui colpi piatti della Ultra 100. Ezone 100 si muove discretamente, ma come valori statici è appena sotto la Aero per maneggevolezza e inerzia, quindi giusto un po’ più facile da muovere, ma non tantissimo. In termini di potenza, è la migliore delle tre.

  15. Ciao Fabio!Un consiglio: se volessi cambiare la Ezone 100 2017,avendo un gioco difensivo prevalentemente da fondo campo con palla non fortissima,discreto spin e tendenza ad alzare le traiettorie,meglio passare alla Ezone 2020 o alla Pure Aero ?Come confort per il braccio quale delle due?

    • In relazione al gioco che racconti, se lo spin non è esagerato, va bene anche Ezone. Ma se tendi a caricare molto di spin e a variare l’intensità delle rotazioni, Pure Aero è il riferimento. In termini di comfort entambe si comportano molto bene, con un piccolo vantaggio di Ezone in termini di ammortizzazione.

  16. Provata oggi,facile da utilizzare ottimo controllo,spin naturale e facile da generare,confermo colpo piatto alla ultra,nn mi piace la battuta!rispet alla mia ultra devo forzare un po di piu

  17. Ciao Fabio,
    provata la Ezone 100, incordata con Polytour Pro 20/19. Francamente non ho ritrovato le ottime caratteristiche che giustifichino una votazione così alta. L’avevo scartata nelle versione precedente e così farò in quella attuale. Non ha colpi conclusivi, il back è normale.
    Viceversa, come ti avevo scritto in un altro Post, ho provato in anteprima e non l’ho più mollata la Prestige S, con 5 gr. di patafik nel manico e 2 gr in testa (tot. 303 gr + corte ed accessori). Contrariamente a quanto pensavo, così spinge molto di suo ed il Back è unico tanto è tagliente, preciso e basso ed ottimo è il rovescio piatto ad una mano. Ezone 100 neanche si avvicina. Meglio il diritto con la Prestige S, molto preciso e discreto il servizio piatto per uno come me che ha una spalla operata e non può permettersi tanto di suo.
    Nessuna critica, ci mancherebbe, ma vedo che quasi tutte le racchette (escluda Prestige Pro) hanno sempre voti eccezionali….poi in campo queste grandi qualità non si ritrovano.
    Cari saluti

    • Ciao Achille, probabilmente il tuo gusto o il tuo swing vanno in una direzione precisa e non apprezzi alcuni telai. Se dici che le carattere non si ritrovano in campo, beh, fai un giro in qualsiasi parte del blog, dove per 20.000 e oltre commenti, ce ne saranno una ventina al massimo di persone che non si ritrovano. C’è sempre qualcuno che non può ritrovarsi ed è fisiologico.
      Oltretutto, sia per Prestige Pro che per Prestige S, ho sempre speso ottime parole, meno per Prestige MP e Tour, troppo vuote per competere con la concorrenza.
      Ezone 100 è un telaio che piace praticamente a tutti, a te non piace, quindi, ripeto, sarà per il gusto che non va, ma non generalizzare perché i numeri di questo telaio, in campo e fuori, sono sbalorditivi.

  18. Ciao Fabio. Sempre utili i tuoi consigli e la tua professionalità nel rispondere è rassicurante. Ho ancora un dubbio sulla Ezone 100 2020. Rispetto alla Ezone 98 2018(RA 63) i 68 punti di rigidità della Ezone 100 possono dare fastidio ? Alla voce CONFORT hai dato un punteggio alto. Cosa mi devo aspettare rispetto alla mia Ezone 98 visto che ho letto che anche tu l’hai usata per molto tempo?
    Grazie ancora

    • Ciao Marco, La Ezone 100 è molto confortevole, perché molto ben ammortizzata, esattamente come la 98, che ha una maggiore flessibilità, ancora più confort, ma non in maniera critica. Sceglierei l’una o l’alta per necessità, vsto che entrambe sono molto confortevoli, ma hanno un comportamento molto diverso in termini di resa.

  19. Ciao Fabio, sono Alberto ( livello 3.3), sto soffrendo di epitrocleite e per questo volevo passare da babolat pure aero (285g) al modello nuovo yonex ezone 100 (285g) perché meno rigida e con meno vibrazioni. La proverò nei prossimi giorni ma non so che corda ibrida metterci sopra. Cosa mi consigli?

  20. Ciao Fabio, complimenti per la tua professionalità e recensioni. Oggi ho acquistato la nuova EZONE 100 300g incordata con politour 23kg. Ho già utilizzato la versione 2017, ottima. Dopo aver utilizzato varie racchette ( EZONE 98 ,Wilson clash ,Prince tour t, head speed mp,V core, V core pro, B pure areo ed ultime B drive VS ) ora sono ritornato alla EZONE 100. Ma mi è venuto un dubbio sarebbe stato meglio se avessi preso la 285? Tenendo conto che gioco 6 su7 gg la settimana con lezioni per tre vote ed è un anno e mezzo che gioco. Ho un po’ di confusione Grazie

    • Ciao e benventuo nel Blog.
      Considerando ciò che hai adoperato in passato, non dovresti avere problemi di sorta. Tuttavia, scenderei un po’ con la tensione delle corde, perché 23 è davvero tanto, sia per un mono, sia per il telaio in sé e sarebbe meglio prendere maggiore potenza e maggiore confort.

  21. Buongiorno Fabio,
    Complimenti come sempre per l’ottimo lavoro di divulgazione che svolgi per noi appassionati di tennis!
    Ho sempre seguito i tuoi consigli con ottimi risultati.
    Attualmente gioco con una duel g 100, ma non riesco ad allenarmi con costanza ed é arrivato il momento di una profilata. Gioco piatto, vario e trovo piacere nelle volée.
    Temo che la 100/300 abbia troppa inerzia.
    Sarebbe possibile avere una recensione della E Zone 100 da 285g o almeno un paragone tra la caratteristiche dei due pesi per poter fare la scelta migliore.
    Ti ringrazio e ti saluto con affetto.
    Buon tennis a tutti!

    • Ciao Carlo, in effetti la Ezone 100 è più massiccia rispetto alla Duel G e, se la tua necessità è quella di alleggerire, allora è sensato pensare alla versione 280 grammi. Non ne ho fatto un test approfondito, ma ho avuto modo di provarla con un setup unico, Poly Tour Pro 1.25. Posso dire che il telaio è solido, ha minore potenza, ma maggiore facilità generale nell’uscita di palla e nella maneggevolezza, cosa che fa arrivare all’impatto sempre con una certa sostanza. Chiaramente, non ha la potenza della 300 grammi, ma non difetta affatto di spinta. L’unica cosa da considerare è che va operata una compensazione con la tensione delle corde, di un kg almeno inferiore.

  22. Buongiorno Fabio e complimenti sempre per l’ottimo lavoro.
    Vorrei acquistare di già la 2020 ma, ovviamente, ancora il prezzo è altino e vorrei intanto puntare alla 2019, nell’attesa che scenda un po’ il prezzo dell’altra.
    Quali sono le differenze tra la 2019 e la 2020? Mi conviene aspettare o posso intanto acquistare la 2019?

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Le differenza tra le Ezone 100 2017 e 2020 risiedono nel miglior controllo e migliore potenza del modello 2020, che ha il piatto ridisegnato, contro un maggiore spin e un impatto più secco del modello 2017. Ora, la 2017 è già un ottimo telaio, ma mostra un filo di rigidità di troppo, se per te non è un problema e adoperi una tensione e una corda non eccessive, potresti anche pensare a di prenderla. Tuttavia, la 2020 ha più carattere all’impatto e controllo.

  23. Buongiorno Fabio,
    sono un over 55 categoria 3/5 gioco da qualche anno con la Yonex e zone dr 98 con cui ho risolto completamente un epicondilite da pure drive, mi trovo molto bene ma riesco a spingere poco, domani compro la nuova Yonex e zone 100 e avendo un rotolo di multi head reflex 125 volevo sapere se può andare bene e a che tensione, se invece proprio lo sconsigli per questo telaio con quale mono dovrei ibridarlo, chiaramente il mio primo pensiero è non incorrere nuovamente nel epicondilite
    Avendo provato oggi una Yonex 100 2018 con mono economico tirato a 24/23 l ho sentita un po’ rigida rispetto alla mia spero che la nuova sia più morbida
    Un saluto e grazie per l eventuale risposta

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Iniziamo col dire che la nuova Ezone è parecchio più ammortizzata rispetto alla precedente, che comunque è un ottimo telaio, ma con peculiarità un po’ diverse.
      Il multi Reflex va bene sulla 100, considera una tensione non eccessiva però, stai inzialmente sui 23/22, per lasciare un po’ di spin e di morbidezza.
      Hai effettuato una scelta concreta, che ti porterà non pochi benefici in termini di facilità di gioco e di potenza, senza perdere troppo in controllo.

  24. Ciao Fabio, gioco da un anno con head Speed MP, ho la sensazione che per il mio gioco sia una racchetta ottima (rovescio bimane, servizio), mi manca sensibilità (palle corte, backspin), che racchetta mi consiglieresti? Sono un 4.2/4/3, faccio tornei e controllo meno con il diritto che con il rovescio.
    Grazie e complimenti per il tuo operato molto professionale,

    • Ciao, penso che il problema sia legato soprattutto alla pienezza dell’impatto e sarebbe utile sapere che corde e che tensione monti su telaio.
      In ogni caso, se proprio vuoi cambiare telai, se non adoperi molto spin e giochi piatto o poco coperto, sicuramene la Ezone 100 può essere una soluzione ottimale, anche per avere un feeling più netto. Come alternativa, scendendo con il piatto a 97 (98 reali) c’è la Toalson S Mach pro 97 295, che di controllo e feeling ne ha da vendere, insieme anche a Dunlop XC 200 LS. Altrimenti, se il tuo gioco si basa più sullo spin, puoi prendere in considerazione SX 300, Vcore 100 e magari Pure Aero, considerando che la prima e la terza sono abbastanza massicce, mentre la VCore scorre più facilmente.

    • La realtà è che la 2020 spinge di più, ha un piatto più regolare e la sensazione è decisamente meno rigida. Tuttavia, la 2017 è un telaio ancora ottimo, pertanto opterei per la nuova in fase di cambio o per avere un telaio semplicemente più efficace, se ne hai bisogno.

  25. Ciao Fabio, da un paio di anni gioco con la Babolat Pure Aero VS, con la quale mi ci trovo bene e senza alcun problema fisico. Ho provato per una settimana la nuova Ezone 100 300 gr. avvertendo però dei fastidi al polso e alla spalla. Come è possibile, considerando che l’inerzia dei 2 telai è molto simile? Da cosa può dipendere? Secondo te si tratta di fastidi momentanei che potrebbero passare continuando ad usare la Yonex oppure il mio fisico di 52enne che si allena 1/2 volte a settimana non regge la massa della Ezone 100?
    Grazie in anticipo della risposta e…continua così 🙂

    • Ciao, l’inerzia, almeno sulla carta, è molto simile, ma l’impostazione dei telai e la massa sul piatto della Ezone, la fanno sentire un po’ più pesante di quello che è in realtà. utto ciò, senza pensare ad un macigno, ma semplicemente ad un telaio più massiccio e quindi leggermente più faticoso da muovere, ma anche molto più propenso a rilasciare potenza in maniera gratuita. LA Strike, in questo, è molto diversa e sembra sfuggente e più veloce, costringendoti ad un ritmo piuttosto alto, al quale funziona alla grandissima, ma al di sotto, la Ezone mostra un altro motore. Nel mezzo, però, hai la Strike 100 2020, che si è riempita non poco e offre una prestazione di tutto rispetto. Ritengo che la Strike 100, infatti, sia stato uno dei telai meglio reinterpretati nel 2019.

  26. Ciao Fabio,
    scrivo ancora per chiedere il tuo, competente, parere su quanto segue.
    Sto testando la Clash Tour e sono in attesa di provare la Ezone 100.
    Come già riferito, gioco con la DR 98 e vorrei un attrezzo, pur sempre morbido, però più facile, con maggiore spinta facile e, se possibile, più leggero (non essendo allenato).
    Attualmente, l’unica 310 g che potrei considerare è proprio la Clash Tour, in quanto, pur essendo meno potente di altri telai ad alti regimi, è molto facile, maneggevole, insomma, ti aiuta e, in mano, sembra una 300g.
    In alternativa, trovo le specifiche della Ezone 100 molto interessanti, in quanto toglierei un pò di ingombro dovuto al peso ed aggiungerei un pò di potenza, anche facile. Tuttavia ho qualche dubbio per via di quanto da te riportato sulla maneggevolezza.
    Qualora la 300 non dovesse soddisfarmi, avrei dunque pensato di testare anche la Ezone 300 L e ti chiedo se in stock potrebbe essere idonea per un giocatore di club, dotato di buona tecnica, oppure se, essendo un pò leggerina, necessiti di custom e, in tal caso, in che direzione (evitando di creare un doppione della 300).
    Inoltre, ti chiedo che differenza, nella versione stock, ci sarebbe tra la Ezone L e la Clash 100 (altro telaio che vorrei testare prima di decidere).
    Grazie.
    Gio

    • Ciao, in generle, le versioni LG di Yonex sono tra i telai leggeri migliori in assoluto, perché solitamente la differenza è solo nel peso aggiunto al manico. Pertanto, le stutture sono praticamente identiche, con la differenza che hai un telaio leggermente più maneggevole, anche se nominalmente il peso è differente di 20 grammi. Questa differenza incide poco sull’inerzia, tra i 3 e i 4 punti, cosa che lascia una certa pienezza alle Yonex leggere. Detto ciò, se il tuo telaio è DR 98, percé non pensare ad Ezone 98 LG da 285 grammi? Sarbbe nettamente più facile da gestire e ampiamente soddisfacente, anche da stock, per un giocatore di club. In termini di custom, ragionerei sempre secondo necessità precise, mentre, per un aggiustamento immediato nell’utilizzo, toglierei solo un kg dalla tensione abituale, a parità di corda.

  27. Grazie,
    a questo punto mi toccherà proprio testare anche la 98 LG!
    Ti chiedo però se la 98 LG potrebbe aiutarmi anche con la potenza gratuita e se, visto il peso leggero, non sia a questo punto meglio la 100 LG, che sicuramente dà più potenza (o, forse, alla luce delle tue considerazioni, si potrebbe ritenere che con la 100 lg non guadagnerei molto in maneggevolezza rispetto alla equivalente di 300g…).
    Infine, come collocheresti la Clash 100 rispetto ai due modelli citati, che, se non erro, ha 10 g in più?
    Gio

    • Il vantaggio delle LG è, in generale, che riesci a velocizzarle meglio e, proprio per questo, restano efficaci. Ciò non singifica che tu debba mettere tanto braccio, ma al contrario che con minore sforzo ilt elaio va più veloce.
      Quanto alla Clash 100, si può essere un’alternativa, condisrando sorpattutto che gioca come una 285 in termin di potenza e sostanza. Tuttavia, la Ezone 100 LG è più potente.

  28. Grazie ancora,
    a questo punto, la prova, sia della 98 che della 100 lg, è d’obbligo.
    Forse è ora che i giocatori non agonisti si liberino dai preconcetti riguardanti le racchette sotto i 300 g anche se, a dire il vero, non sono troppo sponsorizzate e spesso non vengono neanche messe in test…

  29. Ciao Fabio, complimenti per la recensione, davvero utile e ben fatta.
    Ne approfitto per chiederti un paio di delucidazioni. Io da sempre gioco con Ezone 100, e mi sono sempre trovato molto bene (da un paio d’anni uso la DR del 2017). Non ho particolari esigenze di cambiarla, però la tua recensione mi ha “ingolosito”. Dal momento che ho un gioco particolarmente arrotato, pensi che questa nuova Ezone possa rivelarsi più castrante rispetto alla DR?
    Altra domanda: da un’annetto, causa fastidiosa epicondilite, utilizzo come corde l’ibrido Solinco Tour Bite 1.20mm & Vanquish 1.30mm, con tensione unica 23 (e devo dire che mi sono davvero trovato bene). Visto che il braccio sta meglio, pensavo di fare qualche prova con una corda monofilamento, ovviamente con tensione bassa. Che ne pensi della Corda Yonex Poly Tour Pro 1.25mm Nero, con tensione 19/20, massimo 21? In rete è una delle corde che consigliano con questa nuova Ezone. Il mio obbiettivo sarebbe quello di aumentare un pò la potenza…Grazie per l’attenzione e ancora complimenti!

    • Ciao Marco, benvenuto nel Blog.
      Ezone 100 non è castrante nel gioco in top spin, ma ha una tendenza a tirare più frontalmente che in maniera curva. Detto ciò, non si discosta molto dalla DR in temrini di spin, ma aggiunge una notevole potenza in più e una sensazione più soft all’impatto. Il telaio è in sostanza più pieno. Considerando che adopero sì un ibrido, ma bello rigido e a tensione alta, non vedo problemi nel montare la Poly Tour Pro a 21/21 o 21/20, che sta bene sul telaio, ma è una agonistica generica da controllo e non particolarmene potente.

      • Grazie mille per la risposta! Posso chiederti allora, che corda (non necessariamente mono) consiglieresti per questa racchetta, volendo puntare un pò più sulla potenza (senza rischiare di risvegliare l’epicondilite sempre latente)?Grazie!

  30. Ciao Fabio e davvero complimenti per le tue recensioni che non trovano pari nel panorama attuale anche nelle c.d. riviste di settore. Come vedi il passaggio da una classica come Donnay pro one 97 hexa a questa Yonex. ? Sono dipendente dai telai classici e dopo Blade sono passato a Donnay con la quale mi trovo davvero bene ma penso in fondo che trovare una profilata mi darebbe una grossa mano, perché il fisico dopo un ora cede di schianto…. non riesco tuttavia dopo varie prove a trovare feeling. Ti seguo sempre ed ho letto da tempo questo test e le tue parole sembrano davvero entusiaste su questa Ezone 100. Un caro saluto

    • Sostanzialmente Ezone fa concorrenza a Pure Drive e Wilson Ultra V3, perché, almeno in termini di diffusione non ci sono altri fenomeni di mercato così grandi. In termini di prestazioni il discorso si amplia e vanno considerati anche altri telai meno conosciuti come Donnay Formula, Diadem Nova, Prince Beast e altri ancora.

  31. Ciao Fabio sono orientato a prendere la ezone 100 ma non sono sicuro se prendere la 300gr o la 285. Gioco 2/3 mesi all’anno (come ti dicevo gioco a calcio) gioco con spin moderato,rovescio a una mano prevalentemente da fondocampo.Corro tanto ma per chiudere un punto ( contro quelli più forti) ci metto troppo, prendo tutto ma non ho potenza nei tiri, attualmente uso pure strike 16/19 305gr 98 pollici con corde head lynx tirate a 19 max 20. Mi consigli tra le due racchette e che corde metterci? grazie infinite!

    • Ciao, fabio. volevo chiederti un consiglio. gioco a livello di club un paio di ore a settimana, da fondo campo, rovescio a una mano, spin moderato. attualmente gioco con blade 104 (modello vecchio) con la quale mi trovo bene, solo che a volte la trovo un po’ ingombrante. Vorrei provare ezone 98 e 100 da 285 gr. Secondo te potrei trovare beneficio? che ne pensi?

      • Sicuramente avresti maggiore maneggevolezza con entrambe, ma considerando che Blade 104 ha una certa facilità di uscita di palla, probabilmente la Ezone 100 sarebbe più indicata rispetto alla, 98, che rihciede più spinta del braccio, ma offre un neto maggiore feeling e un controllo molto spiccato.

          • La differenza sostanziale è che la ezone risulta legermente meno rigida all’impatto e con una maggiore propensione al colpo piatto, mentre Pure drive team offre un maggiore gioco generale, incentivando maggiore spin.

    • La scelta sarebbe in due direzioni diverse: Ezone da 300 grammi, se non pensi che un telaio più massiccio della tua attuale Strike 98 sia un problema. In questo caso avresto tanta potenza gratuita in più e maggiore sostanza in generale, sui colpi di approccio e interlocutori. Nel caso della versione 285 grammi avresti minore potenza devastante, ma maggior durata della prestazione e con ancora maggiore facilità di gioco, senza avere un telaio vuoto in potenza. Quindi, le strade sono verso o tanta potenza ma non maneggevolezza, la 300, o verso la maneggevolezza e una potenza buona ma non elevatissima.

  32. Ciao Fabio,
    Seguo con attenzione le tue recensioni.
    Gioco con pure drive 300g 2016, mi trovo bene ma sto cercando una racchetta che mi dia più controllo e connessione con la palla e magari uno spin un po più progressivo più legato all azione del braccio,mi piace swingare ampio, energicamente ma con pure drive bisogna arrotare per avere precisione. Ezone 100 potrebbe essere una risposta? Oppure pure strike 100? La blade 16×19 sarebbe troppo azzardata? Mi riferisco agli ultimi modelli ovviamente.
    Andrea

    • Ciao Andrea, benvenuto nel Blog.
      Tra le racchette che proponi, sicuramente la Ezone 100 potrebbe essere una scelta oculata, alla riceca di un impatto più dolce e un controllo maggiore sul colpo piatto, ma devi mettere in bilancio che è un po’ meno maneggevole rispetto a Pure Drive. Non in maniera critica, ma è più massiccia. Quanto alla Strike 100, questa ha sicuramente più controllo rispetto alla Drive, ma è anche un telaio che pretende di più dal punto di vista tecnico ed ha anche più inerzia, riuscendo a dare una palla più pesante, ma pretendendo anche maggiore azione del braccio. Blade 98 la escluderei, è un passo davvero troppo ampio e rischieresti di avere un telaio eccessivamente tecnico e non adeguato alle tue necessità, soprattutto se non ti alleni con piglio veramente agonistico. Se, invece, ti alleni tanto ed haiun buon livello di gioco, a cavallo tra una terza e una seconda categoria, allora ci può stare.

    • Ciao Fabio, mi rivolgo a te per chiarire un dubbio sulla grandezza del manico Yonex, visto che vorrei acquistare la nuova Ezone. Mi sembra di avere capito che le dimensioni del manico in senso proprio siano standard, ma che poi Yonex utilizzi un grip molto più sottile rispetto ad altre case. Pertanto una volta impugnato il manico Yonex si percepisce come più piccolo. Ė corretto? Non ho però capito quanto é importante questa riduzione. Io utilizzo da anni il manico 3 di Head, che é giusto per la mia mano. Passando a Ezone dovrei comunque orientarmi su una misura 3 o salire alla 4? Grazie ancora per i tuoi suggerimenti

      • Ciao, sostanzialmente, tra un manico Yonex ed uno Head cambia la forma, ma le dimensioni esterne, per come escono dall’azienda. Se con head giochi con il 3, dovrai prendere il 3 anche di Yonex. L’unica differenza sensibile può esserci nella dimensione del tappo, che in Head è più pronunciato, per via del maggiore avvolgimenti del grip nel giro iniziale.

    • Penso che le Poly Tour Pro in versione Blu diano davvero tanto su questo telaio, in termini di controllo e giocabilità generale. Cosniderando, poi, che il pattern non è apertissimo, non occorre mettere per forza una corda super-stiff. Poi dipende anche dal tipo di tensione che adoperi, perché se stai basso, sui 21/20 o 20/19, allora ha senso una corda più rigida, ma se sei sui 22/21 o 23/22, la Poly Tour Pro lavora benissimo.

  33. Ciao fabio ho acquistato da un privato una coppia pari al nuovo di questo telaio con delle corde con un ora di gioco! Sopra ha montato questi due ibridi
    Yonex strike- yonex rexis 23 22
    Black code – hdmx tecnifibre
    Io nn ne caposco molto xo ,la strike mi sembra tirata gia fuori dal normale xche di normale gia un kg in meno delle solite corde,poi i due multi non dovrebber esser tirati di piu del mono?
    La corda che da piu controllo sui colpi pooco coperti su questa racchetta? Tempo fa ci provai la rpm power 22 21 ma nn mi e piaciuta molto,la palla nn aveva un rigore direzionale eccellente, e nn riuscivo a gripparla bene per coprirla!forse meglio una sagomata come la drive?

    • Onestamente, si, le tensioni sono un po’ particolari, ma non si ricorre quasi mai a tirare il multi più del mono, in ibrido, a meno che non ci sia una differenza molto alta di rigidità tra le due corde. Nel caso della rexis, è un po’ più solida rispetto alle solite corde in multifilamneto e potrebbe avere anche un senso, ma hdmx proprio no. In ibrido, solitamente, si cerca la tensione adatta del mono e si replica, poi, anche per il multi. Ma non è una scienza esatta.
      Considerando la tua esprienza con la RPM Blast, puoi andare o su una RPM Rough oppure su una PolyTour Drive, entrambe più “accoglienti” per la palla e più intuitive sullo spin. Tuttavia, come tensione, opterei per un 22/21, al massimo, in full mono.

  34. Provai la power fabio no la bast,ero un grande fan di quella corda me e trop da prestazione lampo io mi alleno principalmente, sareb ottima x tornei a ogni partita!la rpm rough la conosco benissimo mi ha sempre dato buoni risultati su molti telai,la drive usata x 10 ore sulla strike 100 ed era veramente ottima specialmente per il costo irrisorio rispetto alla concorrenza!la polytour pro mai provata che differenza ci troverei rispetto a queste altre due?

    • La poly Tour pro è più neutra nel comportamento, tira fuori le caratteristiche di spinta e controllo del telaio, con un feeling concreto all’impatto. In pratica, arrota meno, ma come controllo generale è molto buona.

  35. Oggi finalmente l ho potuto spremere una delle due,quella com strike e rexis!vengo da classiche anche non facili,e devo dire che usare questa profilata mi ha dat grande soddisfazione,eran due mesi che nn giocav e mi aiutato non poco con quel po di potenza gratis,ho palleggiato x un ora a ritmo abbastanza alto dove l intento era costruirmi il punto entrando in campo,dalla riga e veramente eccezzionale sono riuscito a fare anche dei vincenti da molto lontano sul lungolinea!nei tocchi l ho sentito sensibilina nn mi ha dato insicurezza!sullr chiusere e stata veramente chirurgiche specialmente sui sventagli e colpi piatti veramente esemplari!poi ho giocato con un avversario che non conoscevo e mi ha confermato tutto tutto quelle sensazione avute in palleggio!mi devo abituare un po al impatto xche e piu soft morbido,sono abituato a impatti piu rigidi che come sensazione danno l impressione di essere piu controllosi!xo con questa ezone ho trovato il controllo anche in una profilata!mercoledi ho un altra sessione allenamento e partita vediamo un po cosa esce fuori alla lunga,x il momento ne sono soddisfatto visto che mi e sembrata abbastanza facile e poco faticosa e cmq da ottima prestazione

    • In termini di controllo, sono due tra le migliori profilate in circolazione. Entrambe vanno verso il colpo piatto come soluzione più efficace, ma con la differenza che la Donnay è un po’ meno potente, ma più dolce di impatto e più maneggevole, mentre la Ezone concede più spin, ma è più faticosa da muovere. Per entrambe c’è un bel feeling di impatto, non morbidissimo, ma sicuramente oltre la media della categoria in termini di comfort.

    • La differenza sostanziale tra Vcore 98 ed Ezone 100 risiedono nella maggiore potenza della Ezone, che tollera anche di più ed è leggermente meno maneggevole. In termini di spin, la VCore offre di più, mentre sul colpo piatto sono sostanzialmente equivalenti.
      Rispetto alla Ezone 98, invece, la VCore 98 ha maggiore potenza, più spin e minore controllo sul colpo piatto, dove la Ezone svetta e si mostra più efficace. In termini di maneggevolezza sono ottime entrambe, con inerzia appena sotto i 320 punti, ma comunque solide. La Ezone 98 sembra più solida all’impatto, soprattutto per il piatto più spesso, mentre VCore risulta più veloce da maneggiare. Vcore tira più forte se la sai spingere, ma Ezone ha più potenza gratuita.

  36. Fabio dopo 5 ore di gioco con l ibrido strike rexis,il multifilo si e cominciato a intaccare a sfibrare…..nn ho mai usato multifili….e subito da cambiare?mi sa x come gioco io il multifilo è troppo poco duraturo!mi sto trovando bene peccato ho paura di cambiare e non trovarmi!passare a strike in full e scendere di tensione da 23 22 a 22 21 ho timore di perderci in controllo!dico la strike xche ne ho diverse!

    • Normale che il multi si sfilacci, è buttino da vedere, ma finché non si rompe è sempre utile e funziona.
      Tuttavia, se vuoi provare la Strike in full, non temere, offre controllo anche se vai sotto i 21 kg, quindi con 23/22 o 22/21 sei ampiamente dentro al range di tensione adeguata per il controllo.

      • Alla 7 ora rexis mi ha salutato!mi ritrovo una matassina da 12 metri di head velocity x ibridare con la strike che dici?sul altra racchetta ho una hdmx tour ibridata con blake code…..cosi l ho acquistat da un persona,corde nuove……testato oggi dolo la rottura del tra incordatura e la prima cosa che ho notato e stato che le corde nn si muovono affatto cose che co le rexis si muovev troppo!poi l ho sentita ancora piu confortevole…..

        • Che le corde si muovano, può dipendere da tanti fattori, tensione in primis e modalità di incordatura anche. Detto ciò, se vuoi un ibrido che si muove meno, allora con Velocity puoi ottenerlo. Procedi pure, montando alla stessa tensione di Rexis.

  37. Ciao fabio .. volevo chiederti se possibile un confronto tra questa nuova ezone con la mia burn 100 CV e con le nuove head speed mp e clash tour 100. Cercavo un po piu di maneggevolezza rispetto alla burn con un po di potenza gratuita e maggior controllo sui colpi piatti non avendo un braccio fortissimo ma appoggiandomi spesso alla palla avversaria.

    • Se cerchi il colpo piatto e la potenza gratuita, con maggiore maneggevolezza rispetto alla Burn, la risposta più corretta è la Ultra V3. Potrebbe andare anche la Ezone 100, ma come maneggevolezza si avvicina più alla Burn, giusto un po’ meno pesante in mano.
      Per il colpo piatto, la Speed non è adeguata, mentre la Clash Tour prevede un’azione del braccio più concreta e, da quanto dici, non è il caso.

      • Grazie mille fabio e scusa se ti assillo cosi tanta ma sei un riferimento per me. Nominata molto poco nelle tue dirette la head instinct mp come la collochi in confronto a questa yonex. Ultima domanda giuro un confronto fra questa yonex e la pure drive 300g.
        Grazie davvero della tua disponibilità .

        • Nomino molto poco la Instinct Mp per due semplici motivi: c’è molta poca richiesta ed è un telaio tra i peggiori della categoria. Rispetto alla Ezone 100, ha solo una maggiore maneggevolezza, ma è perdente sotto ogni altro aspetto, dal controllo alla potenza, fino alla sensibilità.
          Tra Pure Drive ed Ezone 100, invece, premesso che sono due telai molto potenti, la differenza sostanziale è la maneggevolezza maggiore di Pure drive, insieme al maggiore controllo sul colpo piatto di Ezone 100, che ha anche un feeling meno rigido, ma richiede qualcosa in più dal braccio.

    • Sono entrambi telai adatti ad un gioco di potenza e di controllo sul colpo non troppo arrotato, ma Ezone offre uno spin maggiore, mentre la V3 è più maneggevole. Altra differenza importante è il tipo di impatto, laddove la Wilson è più rigida e la Yonex più pastosa all’impatto. Condividono molto in gioco, ma V3 è un po’ più facile in generale, soprattutto dal lato fisico.

  38. Ciao Fabio tra yonex poly tour pro blu, Armour Soft e Gamma io soft 1.23 su questo telaio?
    Ad esempio su prestige s touch finite le rocket, ho incordato con Armour soft e sento la palla molto meglio. Questo per dire che il feeling ed il controllo sono le priorità, ma un aiuto in spin e potenza non guasta mai.

    • Sostanzialmente ci stanno tutte e tre, con la differenza che quello che hai sentito su Prestige Graphene Touch è il gran lavoro che armour soft fa sui telai un po’ meno rigidi, lasciando un grande impatto. Non che la Ezone 100 sia rigidissima, ma la Poly Tour Pro Blu stempera meglio questo aspetto e in string Project sarebbe meglio la Armour che non la Armour soft. Tuttavia, un tentativo ci sta tutto, a me non è dispiaciuta affatto e trovo che il telaio di caratterizza su controllo e feeling con la palla, ma la configurazione diventa abbastanza agonistica e la tensione deve scendere di quel kg utile per lasciare facilità.

  39. Vediamo se ho capito.. Armour soft come compromesso feeling e potenza, Armor e PTP per feeling e controllo. Per presa delle rotazioni? Inoltre Gamma io soft dove può essere collocata?
    Grazie

  40. Ciao! Mi servirebbe cortesemente un consiglio. Gioco da due anni a livello amatoriale (mi alleno 2 volte a settimana e faccio qualche torneo per non classificati) e ho praticamente sempre usato la Ezone 2017 da 285gr. Questa nuova versione mi ha incuriosito e volevo chiederti se mi consigli il passaggio alla ezone nuova da 300gr. Grazie in anticipo

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Considerando che anche il modello da 285 grammi ha avuto tutte le migliorie della 300, già con questo avresti di più rispetto alla tua attuale Ezone. Tuttavia, passando al modello 2020 da 300 grammi, avresti nettamente maggiore potenza a fronte di una minore maneggevolezza. Oltretutto, Ezone 100 da 300 grammi ha più stabilità, tolleranza, feeling e controllo. Qui sta a te stabilire se c’è ancora margine per salire con il peso o se sei già al limite della sopportazione del peso e dell’inerzia. La 300 grammi è tutta di più rispetto al modello 285, nel bene e nel male.

  41. Ciao Fabio,
    eccomi a scriverti di nuovo dopo 2 anni anche se consiglio e seguo sempre le tue belle recensioni.
    In questi 2 anni ho giocato con la prince tour extreme 100 p (quella di pouille) peccato che non hai fatto recensione.
    In questi giorni ho provato la ezone 98 2017 e mi sono trovato molto bene nel servizio nel back e nel velocizzare la testa della racchetta. Nel dritto solo una buona sensazione ma penso che montava delle corde troppo rigide per i miei gusti…
    Io sono un 3.4 ma gioco solo da 7 anni quindi una tecnica un po’ fai da te dove costruisco il mio gioco sul dritto prevalentemente piatto e incisivo e mi sposto molto per cercarlo…quindi nell’ultimo periodo pensavo ad una racchetta con capacità di manegevolezza ottima e testa della racchetta che si muove veloce .
    Arriviamo alle domande:
    questa ezone 100 2020 potrebbe servire il mio caso o meglio la 98 ?
    e se meglio la 98 quella del 2020 o 2017?
    Sulla prince monto con soddisfazione armour soft 1.25 e keen 1.18 queste me le consigli sia per la ezone 98 2017 e le 2 del 2020?
    grazie mille del tuo impegno
    ciao Alex

    • Ciao Alex, bentornato.
      Penso che la scelta migliore, dopo la tua descrizione, sia la Ezone 98 2020, perché è più sensibile, precisa e connessa rispetto al modello precedente. Anche se Ezone 100 è un ottimo telaio, pesa di più in mano, perché ha più inerzia e la maneggevolezza è un po’ inferiore alla 100P che hai adoperato. Volendo restare su un telaio che ti dia fiducia nel controllo e un feeling più spiccato, la Ezone 98 2020 penso sia la scelta più azzeccata per proseguire.
      Quanto alle corde, Armour soft 1.24 o Keen vanno bene, da tenere a tensione leggermente più bassa, 21/20 o massimo 22/21, per un primo giro di test. Una preferenza verso le Keen per una giocabilità maggiore, mentre vai sulle Armour soft per più spinta e controllo.

  42. Ciao Fabio, ho recentemente acquistato (senza provarla prima) una Ezone 100. Ho apprezzato diverse caratteristiche della racchetta, che mi è piaciuta per molti versi, ma leggendo le recensioni (e non solo la tua) mi ero costruito delle aspettative in termini di potenza “gratuita” che sono andate un pò deluse. Fin dai primi scambi ho riscontrato che per fare viaggiare bene la palla è necessario essere costantemente “in spinta”, perchè diversamente il colpo esce corto e poco incisivo. E’ stato quindi ovvio iniziare delle comparazioni con le mie precedenti racchette (anche se purtroppo non a parità di setup).

    Parlando del solo aspetto della potenza e tralasciando tutto il resto, mi è parso che la il divario a favore della Head Extreme PRO (graphene 360) sia molto ampio, ma questo me lo potevo aspettare, vista la maggiore inerzia. Mi ha più stupito riscontrare che anche la Prestige Tour (graphene touch) risulti vincente sotto questo aspetto, con un palleggio interlocutorio molto più profondo ed il colpo a chiudere almeno altrettamento efficace.

    A questo punto mi è venuto il dubbio di avere sbagliato il setup della Ezone, perchè l’altra possibile spiegazione è che il mio gesto tecnico mal si adatti alla racchetta. Sulla Ezone ho montato PT AIR a 22/21 (sulla Extreme ho RPM Blast a 22/21 e sulla Prestige Lynx 21/20). Ho sbagliato corda o tensione?

    Volendo puntare ad enfatizzare l’aspetto della potenza (il controllo mi sembra che la racchetta ce l’abbia già di suo) ci sono corde migliori? Potrebbe servire un pò di custom?

    Un ultima domanda. Il mio incordatore mi propone la Armour Soft. Io ho in casa ho una matassa di Lynx. Sono corde che in questa chiave potrebbero andare bene su questa racchetta?

    Grazie in anticipo per l’aiuto.

    • Ciao, sicuramente la Air non è una corda da potenza, ma da controllo e comfort e questo può aver “fermato” il telaio in potenza. Puoi provare anche con la Lynx, a tensione 21/20, ma indubbiamente la Armour Soft spinge di più. Sarebbe da montare sempre a 21/20, perché Yonex vuole sempre una tensione leggermente più bassa rispetto al normale.
      In ogni caso, Air non è una corda che si adatta alla ricerca di potenza, ma anzi è una corda che va nella direzione del picchiatore, che vuole un impatto non troppo rigido.

  43. Ciao Fabio,
    forse per il carattere insito del telaio, la ezone 100 mi porta sempre a spingere forte e a variare poco, quando avevo la prince textreme tour 100p invece ero propenso sempre a cambiare ritmo usando tante variazioni. Io credo che la flessibilità ma anche la massa in testa invitano a giocare diversamente.
    Considerando che la ezone 100 con un overgrip arriva a 324g ma con bilanciamento a 33, a livello maneggevolezza e velocità di accelerazione della testa della racchetta rispetto alla nuova phantom x 305?

    • La phantom è più maneggevole, ha inerzia e bilanciamento più bassi e si sente. Certo, non è un fuscello, ma in termini di maneggevolezza e velocità di esecuzione, tra le 305, dice la sua a voce alta.

  44. Ciao Fabio provata come da tuo suggerimento la ezone 98.. molto bene negli scambi intermedi o di costruzione ma ho fatto tantissima fatica a chiudere il punto con il colpo piatto ( che è il mio forte) come la battuta piatta facevo fatica…
    L’ho provata con le corde che c’erano su ( non so tensione e nome corde) adesso proverò con armour soft per avere più controllo che dici?
    Grazie e ciao Alex

  45. Ciao Fabio io uso una donnay formula hexa 100 però sento mi manca qualcosa volendo restare su una profilata o ibrida confortevole e maneggevole io gioco con dritto quasi piatto e rovescio 2 mani naturale secondo te questa ezone 100 potrebbe andare bene o dovrei guardare altrove.grazie

    • La Ezone non è la più maneggevole tra le profilate, anzi è abbastanza piena. Se cerchi maggiore maneggevolezza rispetto alla Formula, è abbastanza difficile tra le 300 profilate. Potresti pensare o alla Ultra 100 V3, che però è più rigida, oppure pensare ad una Ibrida come la Ezone 98 o la Toalson S-Mach Pro 97 295, per maneggevolezza e spin, oppure la 310 per potenza gratuita e solidità. Tutte queste ibride hanno un livello di inerzia pari alla Formula, ma si mostrano piuttosto maneggevoli. Prova a dare un’occhiata alle recensioni. Probabilmente la 295 è più adatta a sostituire una profilata, con maggiore velocità di swing e maggiore controllo.

  46. Ciao Fabio,
    bellissima recensione, grazie! Ho preso la coppia un mese fa e sto facendo un po’ di test con diverse corde.
    Come prima, ho montato la PT Strike a 22/21 ed è quella che mi sta dando maggiori soddisfazioni in termini di potenza, rotazioni e controllo. Sembrerà strano ma non mi sta neanche dando particolari noie al braccio. Sempre per capire l’impatto su braccio e spalla, ho provato la PT Air: bella sensazione all’impatto ma incordata a 22/21 mi scappavano un sacco di palle, probabilmente avrei dovuto tirarle un kg in più? Per togliermi lo sfizio di un multi, ho montato la Rexis 1.30 a 24/23 ma non mi ha entusiasmato per niente, l’ho sentita meno confortevole e potente della Strike.
    Ora per chiudere il cerchio vorrei provare la PT Pro. Rispetto alla Strike, che pro e contro troverei? Che tensione mi consigli? Sono un giocatore di circolo con buona tecnica, livello 4.3, che gioca non troppo arrotato, rovescio ad una mano, amante del gioco offensivo.
    Ti ringrazio!!!

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Poly Tour Strike è la corda da feeling e controllo di Yonex ed è una corda di alto profilo. In molti pensano, sbagliando, che sia una corda difficile in assoluto o particolarmente rigida in gioco, ma la verità è che tra le agonistiche è molto confortevole, se montata a tensioni regolari. Fa molto bene e, se cerchi feeling e completezza, fa davvero tanto bene.
      La Rexis, poi, è un multi particolarmente solido e va montata a tensione più bassa per apprezzarlo.
      Andiamo su Poly Tour Pro, questa è una corda da controllo, con un impatto più soft e una buona sensazione di comfort, ma che è rivolta soprattutto alla prestazione per controllo e completezza generale. Non ha il feeling della Strike, ma non è niente male e riesce a dare una discreta spinta e un buono spin, senza richiedere troppo. Come la Strike, va montata a tensioni leggermente più basse e fa un gran lavoro.

  47. Scusa Fabio visto che siamo in tema corde yonex. Sulla seconda prestige s touch che ho preso c’erano montate le poly tour tough a 18/18. Nonostante la bassissima tensione erano perfette un gran feeling e presa delle rotazioni, ancora più confidenza in spinta rispetto alle pur ottime SP Armour Soft.
    Questa tough che tipo di corda è? Da quanto ho capito è per picchiatori, ma a 18/18 sembra anche molto confortevole e costa pochissimo. Confronto con le altre di casa yonex?

    • La Tough è una versione pià solida di Poly Tour Pro, vuole essere una corda più di sostanza, che non significa necessariamente per picchiatori, ma una corda che sia di più aiuto a chi desidera una maggiore durata e una presa di spin più marcata. Rispetto alle Armor soft, la Tough è una corda più semplice, ma che sa lavorare molto bene in controllo e solidità di impatto. Non è sensibilissima, ma ha il suo feeling.

    • Direi che ci starebbero bene per controllo, tenuta di tensione e buono spin, senza eccessi. Sicuramente Tough è più confortevole di Fire, che si mostra più reattiva e potente.

  48. Ciao Fabio e grazie per le tue recensioni sempre esaustive
    Sono un ragazzo di 51 anni ed avrei bisogno di un consiglio
    Vorrei cambiare attrezzi perché non riesco più a gestire racchette di solo controllo
    Buon terza gioco diritto in top non esasperato e rovescio ad una mano top e back
    Pensavo sia a pure aero 2019 che ad Ezone 100 2020
    Utilizzo corde Armour soft
    Grazie

    • Ciao, la Aero la terrei per un gioco più aggressivo con lo spin, mentre la Ezone può essere una buona tuttofare, con tanta solidità. Non sono profilate maneggevolissime, ma compensano con un impatto più delicato rispetto al solito e una sostanza tra le più elevate tra le 300 grammi. Se il tuo spin non è esasperato, andrei sulla ezone.

  49. Fabio mi sto trovando una bomba con questa racchetta ormai da svariato tempo,purtrop solo sulla durata degli ibridi mi sta dando problemi alla 6 ora si rompono tutti sul multifilo!prima il rexis e poi hdmx tour !
    Ora ho fat un ibrido strike velocity!testato ieri jn partita veramente una goduria specialmente perche l impatto sembra solo di essere un mono,potenza e confort perfetto!aspetto di vedere la durata per capire se puo essere il settaggio definitivo

    • Molto bene, attendiamo responso e, soprattutto, puoi raccontare la tua esperienza con racchette e corde sul mio nuovo portale, tutto dedicato agli appassionati. Tennistically.com, un sito totalmente basato sulle recensioni utente, che calcola in automatico la media dei voti attribuiti e crea la classifica di gradimento dell’utenza per racchetta, corda, pallina e scarpa.

  50. Ciao Fabio,
    innanzitutto complimenti in quanto sei l’unico a recensire, qui da noi in Italia, il vasto parco racchette.

    Nei primi mesi del 2019 ero totalmente orientato nell’acquisto di una “YONEX DR 100” (provata con RPM Blast 1.25), che appunto avevo provato e che avevo trovato semplice, sincera e con diciamo “un pò tutto”, ma risultò introvabile essendo fuori produzione… quindi provai una “YONEX EZONE 100” (con Poly Tour PRO 1.25) e la trovai parecchio rigida e incontrollabile… e non mi piacque per niente!
    Mi pare molto che il mio giudizio sia allineato al successo che ha avuto la “DR 100” e meno a quello della “EZONE 100 del 2017”.
    Insomma… leggendo qua e la, pare che questa “EZONE 2020” somigli abbastanza alla “DR 100” e meno alla precedente “EZONE 100”, forse anche YONEX se ne è resa conto, sei d’accordo?
    Grazie in anticipo ed ancora complimenti!

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Sostanzialmente, la Ezone 100 2020 ha preso elementi della 2017 e da DR 100, fondendoli insieme. Ne deriva un telaio carico, ma non rigidissimo, con un gran controllo sul colpo piatto e molta solidità. Rispetto alla Dr c’è maggiore potenza e maggiore stabilità generale, con una leggerm minore maneggevolezza. Mentre rispetto alla Ezone 2017 c’è minore rigidità percepita e un po’ di spin in meno. Tuttavia, tra tutte le DR ed Ezone 100, credo che la 2020 sia la più completa tra feeling, controllo e potenza.

      P.S. Dai un occhio al mio nuovo portale, Tennistically.com, tutto basato sulle recensioni utente su tutti i materiali. Qui puoi riportare tutte le tue impressioni e dare i voti ad ogni attrezzo o materiale che hai provato.

  51. Ciao.
    Sono possessore di una dunlop srixon cv 3.0 e di una ezone 100 del 2018. Vorrei vendere quest’ultima per prendere il modello del 2020.
    Mi sapresti fare un confronto tra la dunlop e la ezone 2020?
    Grazie.

    • Ezone 2020, rispetto a Dunlop Srixon Revo CV 3.0 è abbastanza più massiccia e soprattutto potente. Ha un livello di inerzia e di stabilità maggiore, che la pone un gradino sopra alla Revo per le prestazioni generali, ma non solo, perché parliamo di una delle più complete e potenti 300 grammi del mercato. Richiede uno sforzo in più rispetto all’altra racchetta, ma offre decisamente di più, maneggevolezza a parte.

  52. Ciao. Volevo chiedere consiglio riguardo a quale racchetta comprare. Ho 20 anni, classificato 3.5 (a fine anno passo 3.4 o 3.3) e gioco da oltre 5 anni con una Wilson Blade 104. Prima giocavo con una Aero Pro Drive con cui avevo sofferto costantemente di epicondilite.
    Avevo scelto la Blade per andare abbastanza sul sicuro con il gomito e non mi sono trovato male.
    Ora vorrei cambiare racchetta, indicativamente andrei sempre su una Wilson oppure su una Yonex. Come stile di gioco prediligo colpi in back e in chop, con pochi top a partita. Non tiro forte e cerco spesso di scendere a rete o di giocare palle corte, con un’impugnatura in ogni colpo sempre tendente al martello.
    Possibilmente andrei su una racchetta incentrata sul controllo e non fastidiosa per il gomito.
    Scrivo qui perché qualche giorno fa ho provato la Yonex Ezone 100. Non mi sono trovato affatto male. Unici dubbi solo sul dover mettere più peso nel chop rispetto alla Blade 104 e un po’ di incertezza sul servizio. Per il resto ottime sensazioni.
    Ora che altre racchette mi conviene provare?
    Grazie e buona giornata

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Da ciò che chiedi, credo che le classiche da 300 grammi e piatto superiore al 98 siano le scelte più azzeccate. Tra le soluzioni più interessanti che puoi trovare hai, oltre alla nuova Blade 104 V7, che è stata potenziata, Yonex VCore Pro 100 2020, Donnay Allwood 102 e Prince Phantom 100 X (sia la versione 290 che la 305). Rappresentano tutte una evoluzione rispetto alla tua Blade, con maggiori controllo, feeling e solidità di impatto. Se sei abituato al tocco di una classica, sarà difficile passare ad una profilata, soprattutto se non cerchi potenza e spin, ma tocco, controllo e back.

      • Ciao,
        ti ringrazio per i consigli.
        Quindi secondo te la Ezone non sarebbe adatta? Perché tranne qualche particolare mi ci sono trovato molto bene.
        Se posso invece ancora un’ultima domanda: in base a cosa dovrei scegliere la grandezza del manico?
        Grazie ancora e buona giornata

        • Ciao,
          per quanto riguarda il manico ho letto il tuo articolo sul sito e ho le idee più chiare. Ti chiedo invece un’ultima cosa: che differenze ci sono tra la Allwood e la Phantom che hai citato?
          Grazie e buona serata

          • Allwood è un telaio unico nel suo genere, flessibilissimo, con un feeling davvero old-style, che fa sentire molto bene il colpo e tiene la palla nelle corde per quell’attimo in più, cosa che piace a tanti ed è il segreto del suo successo. Non è solo feeling, è un telaio classico con una gran dose di facilità, visto il piatto grande e il peso contenuto a 300 grammi, che ne fanno anche un’alternativa alle profilate, ma sapendo che si tratta di una classica, con buona potenza, ma sempre da metterci braccio. Il discorso sulla potenza vale anche per la Prince, che ha sempre un bel feeling, ma più nella normalità dei telai flessibili attuali. Phantom ha maggiore controllo sul colpo piatto, uno spin simile, e una tolleranza altrettanto buona, ma si rivela un po’ più reattiva di Allwood, sempre restando tra i telai flessibili.

        • Non è che non sia adatta, è che la Ezone 100 ha un livello di inerzia consistente e la maneggevolezza sarebbe da valutare. Infatti spesso consiglio il modello da 285 grammi, magari da customizzare a piacimento.
          Per quanto riguarda la grandezza del manico, impugnando il manico, dovrebbe essere lo spazio di un dito tra il palmo e la punta del dito medio. Se non hai dimestichezza, andare in un negozio di aiuterà molto. Tuttavia, se hai una mano nella norma, dovresti stare su un L2, se la tua mano tende al piccolo, o L3 se tende al grande.

          • La 290 ha più potenza gratuita e maggiori rotazioni, mentre la 305 maggiore feeling e controllo. Chiaramente sulla base dello stesso telaio, quindi le differenze sono di impostazione e non si tratta di telai troppo diversi.

          • Ti ringrazio, ora ho le idee molto più chiare. Ora credo di provare la Phantom (305) e vedremo come andrà.
            Grazie ancora e complimenti per il sito, veramente

      • Ciao. Ho provato la Phantom 100X. Mi sono trovato bene, l’unica cosa è che la velocità di palla è molto molto bassa. Non c’è una racchetta simile, ma che garantisca una palla leggermente più pesante?
        Grazie e buona serata

        • Da 100 pollici no, dovresti guardare a telai come Pure Strike, che però è più rigida ed ha parecchia più inerzia, oppure a Dunlop CX 200, che però è meno tollerante e gestisce meno bene lo spin. Altrimenti, la solita Blade 16×19 V7, che spinge sicuramente di più, ma tollera meno.
          Tuttavia, sarebbe utile capire quali etup di corde hai adoperato sulla Phantom 100X, perché sono determinanti, come anche la tensione, che mediamente, per avere potenza, va messa a 21 al massimo con un mono.

  53. Buongiorno Fabio, questa volta ti disturbo per un supporto su un set up da adottare per mia moglie.
    Le ho appena comprato una Ezone 100L 2020 per sostituire quella che forse è una racchetta eccessiva per lei Head Extreme mp 360.
    Vorrei un suggerimento su corde e tensioni da adottare.
    Tieni presente che purtroppo come per la racchetta ho probabilmente sbagliato e mi sono sempre rivolto a monofilo incordato a 21 kg Head Linx.
    Gioca da circa due anni e nonostante se la cavi in partita deve migliorare di tecnica spero di non aver sbagliato nella scelta della racchetta questa volta.
    Grazie in anticipo per il supporto

    • Penso che il telaio che hai scelto a questo giro sia nettamente più adatto rispetto al precedente, così da consentirle maggiore agilità nello swing.
      Detto ciò, come corde, vai sul multifilo, anche semplice, montandolo a 23/22. Occorre dare comfort all’impatto e potenza gratuita per concentrarsi sulla tecnica, soprattutto all’inizio. Il mono ci può anche stare, se lo preferisce, ma a quel punto bisona andare si qualcosa di veramente confortevole, come Isospeed Cream o String Project Magic, la prima a 21 e la seconda a 20 kg.

  54. Fabio scusa solo se può servire lei gioca il rovescio a due mani e dritto piatto con solo una leggera copertura di spin e sempre da fondo campo tranne quando è costretta a scendere a rete.
    Grazie ancora

  55. Ciao Fabio, ho provato oggi questa ezone 100 2020 un’ora in palleggio e mi ritrovo perfettamente nella tua recensione! Da un anno utilizzo prestige S touch e nel test ho rilevato una marcata differenza a favore di EZ in termini di potenza gratuita/tolleranza, senza perdita in controllo e feeling (mi piace un impatto morbido e progressivo).. Domande:
    1) mi confermi che con EZ100 nonostante la maggior rigidezza del telaio non perderei nulla a livello di comfort (ho artrosi, devo starci attento)?
    2) come vedi su queste EZ 2020 le Gamma IO, che utilizzo su prestige S ?
    3) secondo i tuoi voti EZ98 ha la stessa potenza di prestige S mentre phantom 100×305 ha un po’ meno potenza/confort/sweetspot ma complessivamente potrebbe essere la miglior sostituta della mia prestige s, sei d’accordo?
    4) a proposito di voti, cosa intendi nei tuoi test per “facilità di gioco”?
    Grazie mille anticipatamente

    • Ezone 100 è una profilata molto ben ammortizzata, che ben si comporta con chi vuole un telaio potente, massiccio, ma non duro all’imaptto. In termini di comfort, se stai su tensioni comode, massimo 22 kg con un mono non troppo rigido, non dovresti avere conseguenze per le articolazioni.
      1) Se la incordi con criterio, non rischi nulla, a patto che tu non senta il telaio troppo pesante da muovere.
      2) Gamma Io è adatta al tipo di telaio, anche se penserei più alla Io soft, se cerchi maggiore comfort.
      3) Ezone 98 ha voti simili a Prestige S, ha molti punti in comune, ma ha ben altri benefici, come la maggiore maneggevolezza e la stabilità di impatto dovuta alla struttura. Si, Phantom 100X sarebbe un’ottima sostituta in chiave di telai classici.
      4)Per facilità di gioco intendo la facilità con cui il telaio, tecnicamente e fisicamente, si riesce ad adoperare. Più il voto è alto e più il telaio è facile da gestire.

  56. Ciao Fabio,
    cosa ne pensi di Stringlab Hydrogen Revo sul telaio della ezone 100 2020? e nel caso a quale tensione per un gioco a tutto campo di attacco per un quarta categoria?

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Purtroppo non conosco la corda di cui mi chiedi. Posso però darti una indicazione di massima sulle tensione da adoperare su Ezone 100. Considera che con monofilo conviene stare tra i 21 e i 22 kg, per incentivare potenza e spin, oltre che comfort, mentre con il multi starei a non più di 24.

  57. Ciao fabio complimenti innanzitutto per quello che fai,domanda,sono un umilissimo 4.2 che gioca praticamente solo al coperto indoor cemento velocissimo,ho una ezone 100 2018 con corde stryng armour soft,mi trovo benissimo con queste corde,ho un gioco piattissimo principalmente gioco di dritto,rovescio a una mano al 99 %in back e buona prima piatta di servizio..sono incuriosito
    Se provoare a cambiare modello con la nuova ezone100 o con la 98..quest ultima ho letto sui tuoi tanti consigli che non spinge per niente ma è piu precisa..è cosi vero che con la 98 la palla non viaggia?? Cosa mi consiglieresti per il mio gioco descritto,provare a cambiare e passare alla nuova 100 o 98?? A me piacerebbe servizio e diritto in chiusura,non stare a remare e palleggiare con i pallettari che alzano.. 🙂 e come
    Dice il mio maestro con l impugnatura piatta che hai non avrai mai la palla arrotata….attendo
    Tuoi consigli anche sulla tensione delle armour io uso 21.5
    Grazie ciao

    • Ciao Christian, benvenuto nel Blog.
      Ezone 100 è indubbiamente più potente di Ezone 98, ma non è vero che questa non spinge, semplicemente è un telaio che vuole più spinta dal braccio, come è giusto che sia. Poi, considerando che la 98 è più maneggevole rispetto alla 100, è anche facile da accelerare e quindi si può compensare tanto con il braccio. Non serve avere un braccio da pro per farla andare a dovere, ma un braccio solido ci vuole, di quelli che sanno fare un movimento veloce ed ampio.
      La scelta tra le due Ezone, 98 e 100, non è facile, perché, come potrai capire, la 98 è più precisa ed ha più feeling, mentre la 100 più potente e massiccia. In comune hanno la giocabilità generale e il nome, pochissimo altro, ma entrambi sono telai gustosi ed efficaci da adoperare alla lunga. Se hai un gioco piatto e sai mettere un po’ di potenza alla palla, la 98 può essere un salto in avanti per controllo e sensazione.

  58. PS dopo la prova in partita devo molto ridimensionare la mia valutazione, dato che con la mia tecnica ed il mio stile di gioco è emersa significativamente la minor maneggevolezza rispetto alla mia attuale prestige S GT. A maggior ragione ti chiedo quali telai (es phantom 100 x? ez 98?) rispetto a prestige s GT danno un po’ di potenza gratuita (io in prestige s gt non ne trovo, devo sempre stare in spinta) senza perdita significativa di maneggevolezza e feeling (impatto morbido e progressivo, classico o moderno)
    Grazie ancora

    • Con Ezone 98 hai giusto un po’ di potenza grautita in più, mentre se ne cerchi davvero di più da una classica, senza andare su pesi eccessivi, devi considerare la Phantom X 290 grammi.

  59. Ciao, sto cercando da tempo una alternativa alla mia DR98 ma non la trovo …. tutto molto bene, mi diverto ma mi affatica un po’ ormai.
    Ho 60 anni ho una buona tecnica, un buon servizio, gioco piatto in anticipo, mai dietro alla riga di fondo, appena posso vado a rete, ho una buona mano, gioco bene di fino e al volo, mi manca un po’ di “punch”.
    Ho giocato un po’ con la radical touch MP che è facile e immediata ma non mi soddisfa del tutto.
    Uso sempre luxilon alupower rough o soft 16L a 21kg.
    Pensi che questa ezone 100 possa andare?
    Tra questa la nuova ezone 98 e la nuova ultra 100V3 cosa diresti? (ho provato la ultra 100CV ma mi piaceva solo a rete, ho provato la puredrive ma non mi trovo per niente bene).
    Ti ringrazio anticipatamente per i consigli sempre preziosi.

    • Per sostituire la DR 98, andrei su Ezone 98, che, seppur diversa, ne conserva molti aspetti di controllo e di completezza tecnica, ma con una maggiore velocità di swing. Ezone 100, infatti, è meno maneggevole e sicuramente più potente, ma se giochi in anticipo hai bisogno di solidità, controllo e velocità di esecuzione. IN tal senso, se volessi passare ad una 10o pollici, la Ultra V3 sarebbe più indicata per l’anticipo e per il gioco piatto, con una migliore maneggevolezza rispetto ad ezone 100.

  60. Ciai Fabio! Tra Ezone 100 e Ultra V3 quale racchetta sceglieresti? Mi piacerebbe sfruttare il mio gioco a tutto campo, mantenendo una buona maneggevolezza! Che differenze ci sono tra le due? Grazie!

    • La differenza tra le due sta nella maggiore maneggevolezza della Ultra, che ha una traiettoria molto più frontale e adatta ad un gioco piatto ed in anticipo, mentre Ezone è un po’ più massiccia, ha una potenza leggermente maggiore e un migliore livello di spin. Se il tuo gioco è prettamente piatto e in back, andrei sulla wilson, ma se adoperi più variazioni in top, meglio Ezone.

  61. Ciao Fabio, sono di nuovo qui a chiedere consiglio. Sono a cavallo tra quarta e terza Cat come livello teorico (non gioco tornei da qualche anno e gioco più o meno una volta a settimana). Mi appoggio bene e gioco meglio sul veloce, mentre soffrono quando serve spinta mia. Voglio migliorare in questo, specie sulla terra e sulle palle più lavorate. Ultimamente ho provato Ultra 100 v3 ma mi dava pochissimo in spin, consistenza e difficoltá per l’avversario di affrontare la mia palla, mentre Pure Aero va alla grande in questo ma non ammette colpi indecisi o a mezzo braccio, cosa che al mio livello penalizza molto perché nei momenti di fatica o tensione a volte serve che la racchetta mandi di lá “da sola” la palla. A breve avró da provare Pure Strike 100 2019 e ti chiedo di indicarmi altri due telai da provare, restando tra le 300/100 come Ezone 100, Pure Drive o Vcore 100, o eventualmente altro (305 g come Aero Vs, Phantom 100x, ecc.).

    • Devi stare sulle 300 grammi se vuoi vera potenza gratuita. La soluzione la puoi trovare tra Pure drive 2021 ed Ezone 100, sapendo che la Drive è indubbiamente più maneggevole, mentre la Ezone più solida, più massiccia.

  62. Ciao Fabio, io come te preferisco una superficie più liscia senza scalini per quanto riguarda il grip. In alternativa che grip mi suggerisci? Inoltre il grip yonex lo trovo troppo sottile per la mia mano adoperando un manico 3.

    • Ezone 100 è più potente ed ha un migliore controllo sul colpo piatto o poco coperto, mentre PS III offre una migliore combinazione di spin, oltre ad un impatto leggermente meno reattivo. In termini di manovrabilità siamo sullo stesso livello, in quanto bilanciamento ed inerzia praticamente coincidono, mentre in termini di comfort, sebbene la Yonex offra un ottimo comfort per una profilata, PS III si mostra più elastica all’impatto.

  63. Ciao Fabio
    Per cortesia potresti indicare come incordare la e100 per farla rendere al meglio considerando un armeggio che sia gentile con il gomito?
    Ps: 2 o 4 nodi? Mono o multi o hybrid? Tensioni?
    Mille grazie
    Fabiano

    • Un setuo che credo sia molto adatto al telaio, ed anche molto semplice, è con Poly Tour Pro Blu 1.25 a massimo 22/21 kg o un kg meno. IN questa maniera il telaio è confortevole, continua a spingere ed offre una giocabilità molto ampia.

      • It’s a different kind of stick, it’s an Hybrid one with that combination of easy swing and very good control, but even with nice pop on fast swing. Phantom 100X is more flexible and wants to be swang more properly to give power, but it’s not a low-powerd stick. Clash tour has more free power, but it’s not so precise as the Ezone or the Phantom and provides a little more spin. As Feel, all the rackets mentioned are very nice, Phantom 100 X is the best at this because of the thinner beam and the lower stiffness, then Clash and Ezone follow with very different kind of feel, more soft for the Wilson. The real thing is the easy swing of the Ezone which let the stick to play very fast and effective in an offensive game.
        In terms of comfort, Prince and Wilson ones are softer, but Ezone is even an arm-friendly racket, with good vibration dampening and such a nice level of comfort. It’s not a stiff stick.

    • Non ho mai provato al Regna e nemmeno mai vista. Si tratta di una racchetta disponibile solo per il mercato giapponese e poco altro, con un sistema molto particolare negli steli. Non posso esprimermi direttamente, ma in diversi amici che l’hanno provata mi hanno riferito più di un telaio particolare che di un telaio interessante. Ad ogni modo, non ne ho una esperienza diretta e non mi posso esprimere.

  64. Ciao Fabio, gioco con la xtc 300. Cosa ne pensi di un passaggio a questa racchetta. Nel caso cosa mi consigli per sostituire la xtc. Vorrei passare a un piatto 100.
    Grazie

    • Se cerchi più potenza, più solidità e un migliore colpo piatto, si, la Ezone 100 può fare al caso tuo. Diversamente, se cerchi uno spin sempre abbondante, la VCore 100 sarebbe meglio. Infine, c’è sempre VCore Pro 100, che è una via di mezzo, ma con feeling migliore di tutte le altre citate.

  65. Ciao Fabio, sono felice utilizzatore di una Blade 98L (rovescio una mano; gioco tendente al piatto; livello giocatore della domenica) ma parallelamente in cerca di qualcosa di più solido e potente senza pregiudizi verso ibride o profilate. Curioso della Pure Drive e della Ultra (100/300 entrambe) ho provato la PD trovandola sicuramente potente colpendo pulito ma un po nervosa, non granché maneggevole. Nella stessa ora di prova l’ho alternata con la mia Blade, godibilissima come feeling, maneggevole ma appunto poco potente/solida e con sweetspot non immenso. Negli ultimi 15 min ho provato la Ezone 100/300 2020 del mio amico: sono rimasto impressionato, mi ha dato (dopo solo 5 minuti d’uso) potenza senza badare troppo al centraggio, maggior controllo/precisione e confort rispetto alla PD e una maneggevolezza che mi ha portato a controllare che non si trattasse della 285g. Insomma i pregi della Blade (anche se non esattamente lo stesso feeling) e quelli della PD (cioè potenza ma con maggior facilità). Sulla PD, che mi è parsa adatta a livello di giocatore più elevato per essere sfruttata, potrebbero aver inciso cosi tanto negativamente le corde (delle quali sapevo solo essere mono) e anche il grip misura 3 (uso il 2 e la Yonex era 2)? E inoltre, detto che tra Ezone e PD andrei senza minimo dubbio sulla Ezone, potrei valutare altro (Ultra appunto; Ezone 98; Vcore 98 o 100; Vcore pro 100; Pure Drive VS o quel che suggerisci soprattutto in ottica rovescio a una mano) o potrei considerare terminata la mia ricerca? (concedimi una lode alla tua pazienza e disponibilità)

    • Ciao, considerando il buon feedback avuto dalla Ezone, non mi discosterei molto da questo genere. Tutte le caratteristiche che hai riscontrato in questo telaio ne fanno una delle 100 pollici più godibili del mercato, per potenza e per completezza tecnica, nonostante sia una racchette bella piena, anche meno maneggevole di Pure Drive. Sicuramente il manico 3 ti avrò dato alcune sensazioni falsate e l’incordatura conta molto nella ricerca di feeling, oltre che di prestazione. Tuttavia, una sensazione di massima l’hai riscontrata e non ha fatto scattare la scintilla come con la Ezone. Prima di prenderla, però, ti consiglio di fare un’ora completa con quel telaio, dall’inizio alla fine, per valutarne la pesantezza in una sessione completa.
      Tra i telai che citi, VCore Pro 100 può essere un’alternativa, più potente e più sensibile rispetto a Blade 98L, con una minore potenza rispetto alle profilate, ma con altro carattere dal punto di vista della connessione sui colpi. Se volessi mantenere il genere classico, può essere una grande soluzione.

  66. Buonasera, seguo spesso le sue recensioni e le faccio i complimenti per la competenza e chiarezza.
    Vorrei sapere le differenze sostanziali tra la 300 g e la 285.
    Ho sempre giocato con telai minimo da 300g, ma da un po sento che il mio braccio dopo un oretta e mezza fa un po fatica.
    Ultima racchetta che ho utilizzao è stata la extreme mp modello 2018.
    Dice che con un telaio piu leggero troverei giovamento senza perdere troppo in prestazioni.
    Gioco prevalentemente a fondo, diritto coperto e molto back di rovescio .
    Mi piace variare anche con palle corte e lob. Livello tra 3.5 e 4.1
    Grazie e complimenti ancora . Saverio

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Le racchette si sono molto evolute negli ultimi 6-7 anni e una racchetta da 285-290 grammi ha prestazioni non troppo differenti dai modelli da 300, visto che spesso condividono la stessa tipologia di costruzione e ancor più spesso sono le stesse racchette, ma con minore massa. Per questo motivo, molti telai da 285 grammi si fanno preferire proprio per la maggiore facilità di gioco e la maggiore maneggevolezza, a fronte di una perdita di potenza e di stabilità trascurabile per un livello amatoriale. La differenza che si può percepire è nella secchezza di impatto, perché maggiore è la massa e maggiore sarà la solidità e la fermezza del telaio, a parità di altre condizioni. Detto ciò, ci sono molte 285-290 grammi che fanno un gran lavoro, ad esempio Ezone 100L, Pure Aero Team, Blade 100L, Prince Tour 100 290, Dunlop CX 200, Yonex VCore Pro 97 LG e altre ancora, che non fanno rimpiangere telai di peso superiore proprio per la buona definizione delle specifiche in partenza che limita la perdita di prestazione rispetto alle corrispettive di peso maggiore. Spero di esserti stato utile.

  67. Ciao, sono Andrea, nuovo di questo forum. Lo seguivo da qualche giorno ma mi sono iscritto ora per commentare!
    Vorrei sapere se hai provato sia la Babolat Pure Aero 2019 e l’ultima Ezone 100 di quest’anno. Al momento sto provando la Pure Aero su terra battuta mi trovo benino, fa belle rotazioni però cerco anche potenza in quanto ho una spinta molto debole. Non so se dipende anche da una corda più giusta per entrambe. E poi per un’ora dopo aver finito lezione, mi faceva male il braccio!

    Comunque mi interessa battuta potente, top spin , controllo e qualche bell’effetto.

    • Ciao Andrea, benvenuto nel Blog.
      Certo, trovi le recensioni sia di Pure Aero che di Ezone 100 qui sul blog, basta usare il tasto cerca, quello con il simbolo della lente di ingrandimento, in alto a sinistra.
      In ogni caso, Pure Aero è una racchetta che offre un bel feeling e tanto spin, ma va spinta tanto e, se non c’è molto allenamento, consuma presto il braccio e lo affatica. Ezone, invece, è una racchetta sempre solida, che offre meno spin, ma più potenza e più controllo sul colpo piatto, sempre con un buon comfort. Se non cerchi lo spin estremo, questa può essere una soluzione adeguata. Se, invece, vuoi tanto spin, ma un telaio più facile da gestire, considera anche la Pure Aero Team, che ti libera un po’ il braccio dal peso della Aero da 300 grammi. Spinge un po’ meno, ma è molto più facile accelerare il braccio e compensare così.

    • Pure Aero Team è da 285 grammi, con inerzia 313 circa a telaio incordato, mentre la Pure Aero è da 300 grammi, con un’inerzia di almeno 10 punti superiore, cosa che rallenta il braccio se non c’è forza sufficiente per maneggiarla a dovere. Capita spesso che la Pure Aero venga sottovalutata.

  68. ciao Fabio,

    come consigliato ho preso in prova la P.A.T. da 285 gr per vedere un po’ la differenza. Ma stasera testerò la EZONE 100. Volevo chiederti la EZONE 100 è un racchetta da cemento o da terra? Che punti di forza ha giocando in un campo e l’altro…… stessa cosa vorrei chiederti per la Pure Team. grazie mille.

    • Non esistono racchette da terra o da cemento, ma si possono adattare meglio o peggio a seconda del tuo gioco. Ezone è sicuramente più completa, più massiccia, quasi quanto Pure Aero, ma è anche decisamente più potente, almeno in termini di spinta gratuita. Ha molto controllo, sia in spin che sul colpo piatto, ma si fa preferire soprattutto per colpi non molto arrotati. Quanto a Pre Aero Team, è una racchetta tutta da spin, maneggevole, con buona potenza, ma che offre soprattutto tanto spazio al braccio per lavorare la palla e andare veloce sui colpi. Non arriva alla potenza di Ezone, ma fa comunque molto bene se cerchi le rotazioni facili ed abbondanti.

  69. Allora in una partita ho provato tutte due le racchette: con la Yonex mi sentivo piu’ a mio agio, come fosse uno scudo. Poi ho provato per due game la Babolat Pure Aero versione che mi hai detto tu Team, però mi son trovato male non so se era la corda ma era rigidissima, la battuta non riuscivo a farla bene. Andava sempre fuori la prima, cosa che non mi capitava con la Yonex e poi in risposta anche la palla toccava male anche la corda ed è finita fuori campo addirittura.

    Con la Yonex non sbagliavo un solo back, la battuta viene bene, però devo ancora imparare come manovrare bene il giro, il destro, piatto, spin …… in ogni caso la racchetta gialla non mi ha soddisfatto…. che dici?

    • Probabilmente è perché è più leggera in mano, con minore inerzia, e la muovi meglio. Molto spesso, la maggiore maneggevolezza fa sfruttare il telaio al meglio e fa andare il braccio più libero.

  70. Ciao Fabio,

    complimenti per tutte le tue recensioni.
    Avrei bisogno di un consiglio, gioco attualmente con la Extrem Pro, e diciamo che più o meno in una 4 cat me la gioco un pò con tutti.
    Volendo cercare di cambiare racchetta, con la mia non mi trovo enon me la sento, sia per il peso eccessivo che alla lunga ti snerva sia perchè in alcuni fondamentali secondo me è molto carente, attualmente incordata con Linx 1.25 a 23 e sopratutto vorrei un qualcosa che “potrebbe”aiutarmi nella “crescita”.
    Ho provato qualcosa qua e la ma senza al momento trovare vero feeling con qualcosa:
    PA 2019 troppo gravosa a livello sia tecnico che fisico
    ULTRA V3 non mi è dispiaciuta ma 0 spin
    BLADE 98 16×19 non ho il braccio per manovrarla adeguatamente
    CLASH 100 tour non è ne carne ne pesce.
    Volendo andare su yonex 100 300 cosa mi consiglieresti tra le 3 famiglie EZONE / VCORE o VCORE PRO

    Grazie in anticipo

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Considerando i feedback sui diversi telai, credo che le Ezone 100 sia una scelta più che giusta, perché aggiunge lo spin mancante a quanto hai provato con Ultra 100 V3. In alternativa, se te la senti di andare su un telaio classico, puoi considerare VCore Pro 100 o Pure Strike 100, che fanno veramente bene nel fondere lo sweetspot grande con un feeling più spiccato, insieme al controllo, rispetto alle profilate. Tuttavia, credo che la Ezone 100 possa essere anche un grosso aiuto in spinta.

      • Grazie per il riscontro.. 2 domande però.. La ezone in termini di maneggevolezza rispetto alla mia extreme come si può paragonare? In più che intendi per se te la senti con una classica, quali sono le differenze sostanziali? E con quale delle 2 avrei palle più pesanti? Grazie

        • Come maneggevolezza, la Ezone è leggermente migliore, avendo stesso bilanciamento, ma una inerzia più bassa di qualche punto.
          Quando parlo di classica, chiedendoti se te la senti, è perché la classica va spinta di più e ci va più braccio per renderla definitiva. Per ottenere una palla pesante il braccio ha tanta responsabilità e il telaio è solo uno strumento. Se, però, il telaio ti dà più potenza facile, è normale che il braccio abbia più margine per spingere agevolmente ed ottenere una palla più concreta con minore sforzo. It tal senso, a parità di peso, sui 300 grammi, la profilata ti offre sempre qualcosa in più in potenza e spesso anche in spin. Si prende la classica quando hai il tennis per sbracciare e fare quasi tutto di braccio.

  71. riprendo poi una tua risposta ad un utente
    TennisTaste
    AGO 25, 2020 / 4:50 PM

    Devi stare sulle 300 grammi se vuoi vera potenza gratuita. La soluzione la puoi trovare tra Pure drive 2021 ed Ezone 100, sapendo che la Drive è indubbiamente più maneggevole, mentre la Ezone più solida, più massiccia.

    concordo sulla Ezone perché l’ho provata, giocando con uno poco piu’ forte di me ho avuto difficoltà a maneggiarla cercando velocemente il ”punto” diciamo e invece mi uscivano dei diritti molto goffi a volte…

    forse perché appunto sembra di avere un attrezzo in mano.

    inoltre volevo chiederti tra ezone 100 e pure drive 2021 di Fognini quale ha piu’ spin? grazie!

    • Entrambe hanno un buono spin, Ezone di più, ma resta il fatto che se ti pesa in mano, lo spin e la potenza non le tiri fuori e, a quel punto, troveresti migliore prestazione con la Drive 2021, in virtù della maggiore maneggevolezza.

  72. Ciao Fabio, ho recentemente comperato la ezone 100/300. Da antica data utilizzo come corda la solinco tourbite 1,25 per cui vorrei sapere se può essere una corda adatta oppure me ne consigli un’altra più adatta alle caratteristiche di questo telaio.
    grazie

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      In linea di massima, Tour Bite potrebbe andare su Ezone 100, essendo rigida, ma non rigidissima, tuttavia la racchetta consuma molto presto le corde e la Tour Bite può scaricarsi molto presto ed irrigidirsi precocemente. Attenzione a questo aspetto, oltre che alla tensione, da tenere bassa, massimo 22/21 per un primo test, poi trai le conclusioni sulla prestazione. IN generale, su Ezone 100 consiglio di provare Poly Tour pro, che fa davvero un buon lavoro completo.

      • Grazie Fabio, una miniera di consigli il blog.
        In effetti volevo provare qualcosa di più “nuovo” diciamo, visto che la tour bite è un pò datata, ma allo stesso tempo è una garanzia, sebbene la sua giocabilità si riduca ad una manciata di ore.
        Proverò la poly e poi ti saprò ridire.
        grazie ancora.

        • Hai tante soluzioni più moderne, che resistono di più e offrono una performance più attuale, soprattutto in durata, visto che le Tour Bite non costano in maniera eccessiva, ma non sono neanche regalate.

  73. Al momento io sto provando la ezone con il polytour air colore blu… che dici? Il tocco di palla sembra gradevole e morbido.

    Pero’ non riesco a fare grandi colpi piatti, giocando un po’ di spin si è più sicuri di mantenere palla in campo!

    • Si tratta di una corda che non ha un gran feeling di impatto, ma che consente soprattutto di giocare con comfort e protezione. ha un discreto controllo, ma non troppa spinta e uno spin neutro. Credo che una Poly Tour pro sia meglio sulla Ezone 100, perché offre un migliore feedback.

  74. Ciao Fabio, dopo anni, 30 son tanti, mi sono riaccostato con gioia al tennis.
    Sto provando varie soluzioni indirizzandomi su telai leggeri, 285 gr.
    In ordine
    Babolat pure strike team
    Yonex ezone 100, questa 300 gr
    Babolat pure aero teaman

    Ancora da provare head speed mp

    Nettamente preferita per feeling, stabilità, profondità di gioco la ezone 100, ma sono restio a prendere la 300 gr, l’epitrocleite latente sembra riaffiorare e mi fa temere il peggio, vorrei prendere senza provarla, non ho disponibile la demo, la ezone 100 L (285 gr)
    Considerando il rapporto peso/inerzia pensi che possa variare in modo sostanziale stabilità feeling e profondità rispetto alla 300 gr? È un altra racchetta?

    Graditi suggerimenti su altre racchette

    Grazie e complimenti per l’ottimo blog

    JVL

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Se hai trovato feeling con Ezone 100, ma la senti eccessiva, la 100L non ti deluderà, perché parliamo dello stesso telaio proposto con configurazione differente di peso, ma identici materiali. Certo, la stabilità è inferiore, ma non in maniera drammatica e si mostra sempre come telaio solido. Ciò che cambia, in realtà, è l’attitudine alla spinta, perché con la versione da 300 grammi hai una massa che spinge via la palla molto facilmente soprattutto quando ti appoggi ai colpi, mentre con le versioni leggere, di tutti i telai, ti puoi rilassare meno e devi colpire con maggiore forza. In termini motoristici possiamo dire che i telai più leggeri hanno minore coppia e vanno tenuti un po’ su di giri per rendere al meglio. Tuttavia, se la senti pesante e accusi fastidio, non puoi andare su un telaio che non ti offre la tranquillità di gioco. Per cui, Ezone 100L ci sta, magari pensando ad un leggero custom oppure ad una tensione più bassa per compensare la differente potenza.
      Come altre soluzioni, andando sui telai 285 grammi, non risolvi diversamente, per cui, se hai individuato un telaio che ti piace, andrei su quello e proverei a familiarizzarci.

      • Ciao Fabio,
        ho trovato la demo della yonex ezone 100 L da tenniswarehouse, centro!, le sensazioni sono proprio quelle che hai descritto. Credo proprio che prenderò la L da 285 gr ,anche se la 300 gr è leggermente più stabile e con maggiore spinta, non voglio rischiare di affaticare il gomito. La racchetta è arrivata incordata con delle corde blu quadrate, non so cosa siano, ma sono rientrato nel giro da poco.
        Ti chiede consiglio su un paio di soluzioni per corde e tensione.

        Un caro saluto e grazie mille
        Luca

        • Vai di Poly Tour Pro 1.25 a 22/21 per iniziare, ma puoi spingerti anche qualche kg meno, per incentivare la potenza. Se, invece, vuoi partire con una sagomata, valuta Poly Tour Drive, alla stessa tensione. Non andrei su corde molto sagomate come una corda quadrata, perché trattiene la palla ed annulla un po’ l’effetto di spinta facile del telaio.

    • Ciao Fabio, vorrei provare l’ibrido con la rexis sulla ezone 100 per un piccolo problema al gomito. Attualmente gioco con la poly tour pro blu a 21/20, Che tensione mi consigli?
      Ho provato sia pure per qualche ora la vcore pro 100. La sensazione è che è meno potente meno facile da muovere ma più precisa e consente di lavorare meglio le palle senza peso. È una mia sensazione oppure giocando con continuità la sensazione che sia meno facile da muovere si attutisce.
      Grazie come sempre

      • Per l’ibrido con la rexis, farei 21/21, perché è una corda solida e la tensione va contenuta.
        Quanto a VCore Pro 100, credo sia una sensazione, perché i dati generali di questi telai sono simili e, per di più, la VCore pro dovrebbe fendere meglio l’aria. Potrebbe andare via la sensazione di maggiore pesantezza, ma non posso garantirtelo. Tuttavia, al momento terrei in stand by la VCore Pro, in quanto ad agosto/settembre uscirà la nuova versione.

  75. Ciao Fabio,

    Innanzitutto complimenti per il tuo progetto, le tue recensioni e la tua professionalità.
    Ho bisogno del tuo aiuto per cercare di trovare una “soluzione” alla scelta della mia racchetta.
    Premetto che ho 44 anni, 1.80 di altezza per 81 kg di peso.
    Ho ripreso a giocare quest’estate sia con amici che con il maestro, dopo 18 anni di inattività tennistica nei quali però ho sempre praticato diversi sport. Ora che ho ripreso vorrei mantenere un livello di almeno due sessioni a settimana (una col maestro ed un’altra con amici).
    Per quanto riguarda il mio livello di tennis in passato ho giocato fino ai 18 anni abbastanza intensamente: scuola tennis agonistica, tornei a squadre Under 14/16, Coppa Italia, qualche torneo, centri FIT estivi. Mai classificato per scelta ma all’epoca valevo un C3. Con le classifiche attuali non saprei darti un riferimento, ho ricominciato da tropppo poco tempo.
    Insomma, ho una buona tecnica di base, ovviamente “old style”, con un “buon braccio” (come mi ha detto il maestro 🙂 ma con uno swing ancora lentino (sto lavorando per modernizzarlo e renderlo più efficace), dritto non piatto ma coperto con un’impugnatura non esagerata, rovescio ad una mano, ottima l’esecuzione delle volèe, buon servizio. Gioco prevalentemente da fondo campo con qualche cambio di ritmo: palle corte o discesa a rete.
    Al momento ho provato le seguenti racchette: Babolat Pure Drive 100 (vecchio modello), Babolat Pure Drive 100 2021, Wilson 100 Ultra V3, Yonex Ezone 100 e Ezone 98. La mia scelta si stava indirizzando sulla Yonex Ezone ma sono indeciso su quale dei due modelli (98 o 100) comprare. Ovviamente ho già letto e visto tutte le tue recensioni!
    Con la Ezone 98 la mia sensazione è stata di ottimo comfort ma poca potenza con il mio swing attuale, più sostenuta quando al cesto con il maestro mi ha “costretto” a spingere con il movimento più moderno (ma che fatica!). Sensibilità buona sia per palle corte che a rete. Servizio ok.
    La Ezone 100 (provata dopo la 98), invece, mi è sembrata poco maneggevole (sarà stato il confronto diretto con la 98?) ma molto potente. La potenza in ogni caso riesco a controllarla abbastanza bene (sempre con lo swing “old style”) nel senso che mi sembre di riuscire ad essere abbastanza regolare e poco falloso. A rete forse mi sembra un filo peggio rispetto alla 98 mentre il servizio un filo meglio.
    Insomma sono davvero combattuto…anche in ottica futura, nel senso che ancora mi sento arruginito penso che potrò migliorare col tempo.
    Premesso che sia difficile consigliare una racchetta senza veder giocare una persona, volevo sapere secondo te, considerate le mie caratteristiche ed età, quale racchetta dovrei scegliere ed eventualmente sapere se mi sono “perso” qualche altro attrezzo che potrei provare quando finirà (chissà quando?) la sospensione del tennis nelle zone rosse.

    Ti ringrazio tantissimo per la tua attenzione ed il tempo che vorrai dedicarmi.

    Un caro saluto.
    Daniele

    • Ciao Daniele e benvenuto nel Blog.
      Hai fatto un’ottima spiegazione e credo che il telaio più adatto, anche in ottica futura, sia Ezone 100. Soprattutto perché può darti quella sostanza e quell’aiuto necessario quando vorrai fare partite con chi ha un livello di tennis più alto. La 98 è un ottimo telaio, più maneggevole e veloce, ma più adatto ad un tennista che sa spingere ed anche abbastanza, per compensare con la velocità di braccio. Per quanto tu ti possa allenare e migliorare, la velocità di braccio è una caratteristica che non tutti hanno e si può ovviare solo parzialmente, soprattutto in età avanzata. Se non fossi alla ricerca di spin, potrebbe andar meglio Ultra 100V3, che ha più controllo sul colpo piatto, ma è un telaio più adatto ad un tennista fatto e finito, che basa tutto sulla potenza, colpo paitto e back. Al momento, se puoi fare un test più approfondito nel medio periodo, prova a giocare esclusivamente con Ezone 100 e valuta la prestazione su due o tre sedute di allenamento consecutivo. Se, poi, ti piace di più la sensazione con la 98, a braccio più libero, allora fai un test con questa, ma scendendo con la tensione intorno ai 20 kg, 21/20 al massimo, magari con una Poly Tour pro 1.25, per vedere se la tensione più bassa compensa quella mancanza di spinta che avverti rispetto alla 100.

      • Grazie Fabio della tua risposta, tutto molto chiaro!
        Lockdown permettendo riproverò a giocare con Ezone 100 e poi ti farò sapere.

        Un’ultima cosa: che corde e che tensione mi consigli per EZ100?

        Buona giornata,
        Daniele

        • Partirei con la Poly Tour Pro blu, massimo a 22/21, perché accompagna bene le prestazioni del telaio. Poi, se volessi modificare il comportamento in un senso o nell’altro, allora puoi ragionare su altre corde, ma per ora la prestazione generale è la prima cosa da valutare.

  76. ciao Fabio, dopo la DR 98 sono passato su tuo consiglio e con grande soddisfazione alla ezone 98 (2017). provati altri telai, ma sempre tornato alla ezone. (ottimo consiglio il tuo 🙂
    Della Ezone 98 2017 apprezzo molto la precisione, la potenza (la tengo a bada con corde da controllo tipo hyper G 1,25) e lo spin presente ma di quelli che ti costringe a giocare per forza in spin, la facilità di swing (racchette con maggior inerzia non le reggo)
    Ciò che invece mi manca, maggior tolleranza sui decentrati, maggior feeling, miglior anticipo (con la ezone sono costretto a giocare 1 metro indietro rispetto a come facevo con la DR 98).
    Mi faresti un confronto tra questa nuova ezone 100 e la ezone 98 2017? e se ti va buttaci dentro anche la phantom x 305 che è l’altro telaio che ho puntato.
    Grazie mille come sempre!

    • Ezone 100 2020 è più massiccia e potente rispetto a Ezone 98 2017, ma è anche più rigida e veloce nella risposta. Dico questo perché, se ti trovi bene con una ibrida dalla rigidità medio-bassa, non so quanto sia opportuno andare su una profilata dalla rigidità abbastanza alta, per quanto ottimamente stemperata dalle tecnologie di Yonex. Se, invece, vuoi un telaio diverso, più potente, più capace di spin, più solido e più tollerante, ma con minore feeling, allora la strada è quella giusta.
      Quanto alla Phantom 100X, è una racchetta molto interessante, da spingere di braccio e sicuramente più adatta all’anticipo, vista la tipologia, la rigidità bassa e il profilo sottilissimo, che punta tutto sul feeling di impatto, sul controllo e sulla sensazione di padronanza del colpo. Qui devi mettere in bilancio, invece, una minore potenza rispetto ad ezone 98 2017, ma indubbiamente una maggiore connessione con la palla e una maggiore tolleranza, col piattone 100 che assicura quel po’ di spinta gratuita davvero tanto gradevole.

  77. Ciao Fabio, complimenti per le tue fantastiche e competenti recensioni, sono giorni che leggo qualsiasi cosa. Sarei interessato alla tua opinione su questa Ezone 100 eventualmente in confronto con la 98. Sono un giocatore intermedio di 46 anni, ho ripreso a giocare da circa un anno dopo 15 anni di stop. Sono mediamente allenato e pratico 3 volte a settimana con una Babolat Pure Drive 98 da 300 g. Benchè la tecnica sia ancora in fase di ripresa cercavo un attrezzo che mi agevolasse il rovescio ad una mano e che fosse mediamente più manegevole. Di qui avevo individuato la 98 ma da come ho letto anche la 100 potrebbe fare al caso mio. Non vado secondo te a switchare su una racchetta molto simile alla pure drive? La pure drive 2018 la trovo molto rigida e poco sensibile…..

    • Ciao Lucio, benvenuto nel Blog.
      Dal punto di vista dinamico, Pure Drive VS somiglia abbastanza a Ezone 98, con la differenza che Ezone, però, è abbastanza meno rigida. Si tratta sempre di una ibrida, quindi di un telaio con la struttura più ampio sul piatto, quindi non morbidissimo, ma indubbiamente più comoda per un gioco più classico. Se vuoi soprattutto maneggevolezza, tra Ezone 100 ed Ezone 98, quest’ultima è indubbiamente più maneggevole, ma la 100 ha un plus di potenza e tolleranza che va valutato nell’economia generale del gioco, perché può significare più facilità e più spinta a parità di movimento. Chiaramente, si paga quel po’ di maneggevolezza in meno e un po’ di sensibilità in meno, a fronte della maggiore prestazione facile. Tuttavia, se vuoi restare in questo ambito di profilate/ibride, non ci sono molte altre scelte e, probabilmente, con una classica avresti quel plus in più di sensibilità che cerchi.

  78. Ciao Fabio,

    Grazie sempre per le recensioni fantastiche e la tua pazienza a stare dietro a tutte le domande che ti mandiamo! Sei un angelo 👼

    Nuova Ezone 100 vs Nuova Pure Drive 2021

    Gioco con servizio molto forte, diritto aggressivo … alla Berrettini (nei miei sogni ovviamente .. ma quello e’ lo stile)

    Quale mi consigli per massimizzare potenza al servizio e colpi aggressivi flat?

    E come corde… a casa ho 2 reels di Solinco Tour Bite e Volkl Cyclone … quali sono più indicate?

    Grazie ancora

    • In realtà entrambi i telai fanno bene sul gioco aggressivo e sulle esecuzioni un po’ strappate, ma la Yonex accetta qualche strappo in più e reagisce meglio quando si cerca la palla pesante.
      Per quanto riguarda, invece, la Corda, Tour Bite non ce la vedo molto bene, ha qualche anno sulle spalle e cede molto presto, diventando davvero dura. La Cyclone, invece, può darti un vero plus di spin e controllo, quindi si.

  79. Ciao Fabio,
    quale multi-filamento, di quale calibro ed a quale tensione mi consiglieresti su Ezone 100 2020, venendo da politour pro blu (22/21 kg)?
    Vorrei infatti abbandonare il mono per un settaggio più morbido e che mantenga di più la tensione nel tempo (gioco in media 2 volte a settimana e cambio le corde 2/3 volte all’anno), senza però, nei limiti del possibile, appiattire troppo la traiettoria. Valuto anche altri marchi (ad esempio, come multifilo, sento parlare molto bene di Tecnifibre), non necessariamente Yonex quindi…
    Grazie.
    Gio

    • In Yonex, per chi viene dal mono, c’è la Rexis 1.30 che è una grande soluzione. Molto solida come multi, concede anche uno spin interessante e pariamo di un multi di qualità. Volendo spendere meno, per fare un tentativo, invece, puoi considerare il Velocity 1.30, che pure fa un buon lavoro, onesto, nel restituire discreta potenza e maggiore comfort rispetto ai multi.
      Diversamente, se la tua necessità è soprattutto quella di ammorbidire l’impatto, valuta l’ibrido, magari proprio tra Poly Tour Pro e Rexis o ATG 850 1.30.

  80. ….eventualmente Fabio, per non perdere in potenza e avere una racchetta più maneggevole, swingabile e con un maggior controllo nei colpi di attacco, tra la Ezone 98, la dunlop cx 200 ls, la Prince textreme 03 tour 290 e la sorella phantom x 305 su quale mi consiglieresti di orientarmi?grazie infinite per la disponibilità

    • Indubbiamente CX 200LS e Phantom X 290 sono due ottimi telai, entrambi maneggevoli e duttili. la differenza sostanziale è nel migliore feeling e nella migliore tolleranza di Phantom X 290, mentre la CX 200 LS viene fuori meglio con un gioco più aggressivo e sempre spinto. Quanto alla sorella maggiore, da 305, in termini di maneggevolezza siamo un po’ al di sotto di Ezone 98, anche per via del piatto più grande e della maggiore inerzia. Se vuoi uno swing davvero veloce e facile, le due leggere sono molto interessanti.

  81. Ciao Fabio, torno a scriverti. Ho letto questa tua recensione e mi sembra molto interessante come racchetta.
    Mi faresti per favore un confronto con la ultra 100 v3 e la pure drive 2021?? Grazie mille 🙏🏻

    • Entrambe sono molto potenti, la Ultra in effetti qualcosa in più, con una maggiore sensazione di solidità all’impatto, ma una minore propensione allo spin, cosa che rende la Pure Drive più completa, e facile, mentre la Wilson si rivela un po’ più tecnica, a fronte di un netto migliore controllo sul colpo piatto.

        • Ezone ritengo sia la più completa e massiccia nel gruppetto delle 300 grammi da gioco “misto”. Spinge forte, ha il miglire feeling e combina colpo piatto e spin alla meglio. Tuttavia, è anche la meno maneggevole e fa valere quei punti di inerzia in più nell’utilizzo, nel bene e nel male. Certo, non è un mattone da muovere, ma nell’economia generale, va valutato il fatto che richieda un po’ di braccio in più, dal punto di vista fisico.

          • Grazie mille.
            Si in effetti lo avevo ipotizzato leggendo le recensioni. Tuttavia venendo da una 330 gr mi spaventa un po’ meno, ma i suoi punti di forza esattamente sono le caratteristiche che cerco. La proverò!

  82. Ciao Fabio,
    complimenti per le tue ottime recensioni; attualmente sto giocando con una wilson blase 104 v. 7 con corde revolve 1.25 a 23/24 kg. Ti volevo chiedere un consiglio se provare la ezone 100 2020 per ricercare una maggiore consistenza di palla e potenza. Gioco da fondo con poco top, di copertura per intenderci, ma non mi dispiacerebbe aumentare leggermente la rotazione. Posso chiederti i pro e i contro dei due telai e se potrei avere qualche vantaggio. In particolare mi interesserebbe ricercare un colpo più pesante. Grazie Andrea

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      I vantaggi nell’utilizzo della Ezone 100 sarebbero soprattutto legati alla maggiore potenza e al migliore controllo generale, con uno spin meno alto rispetto a Blade 104, ma con una palla mediamente più penetrante. La Blade ha un vantaggio, invece, nello sweetspot e nella sensazione di impatto più classica, ma c’è da dire che la Ezone, tra le profilate, si distingue per solidità di impatto e per feeling. Pertanto, se cerchi un telaio più potente, più reattivo e meno ingombrante, Ezone può fare al caso tuo.

  83. Ciao Fabio. Ho comprato la ezone e incordata con polytour pro 22/21.
    Mi trovo molto bene. Volevo provare però diversi set di corde.
    Oltre a queste quali consigli ?
    Che ne pensi delle luxilon smart?

    • Smart non ce la vedo bene, non è una corda che si adatta al tipo di telaio e solitamente va su racchette più soft.
      Ti consiglio di provarci Poly Tour Fire, per un atteggiamento più aggressivo in spinta e spin, ma anche la nuova Poly Tour Rev, che ne tira fuori più spin e controllo. Diversamente, se cerchi più comfort, Poly Tour Air si presta molto bene, è un po’ meno personale nel modo di restituire feeling, ma fa un lavoro generale molto onesto.
      Ancora, per un gioco generico, in controllo e solidità, poly tour drive è un’altra soluzione da provare. Il tutto, sempre a tensione non superiore a 22/21, tranne la Air che può salire un alto kg senza problemi.

  84. Ciao a tutti,
    ho giocato per quasi un anno con le Head Lynx gialle 1.25 su Yonex Ezone 2020 (4 nodi, mediamente 21.5/20.5 kg).
    Finendo ora la matassa, non vorrei continuare con questa corda.
    Un po’ troppo rigida,, la trovo poco vivace, scarso feeling e soprattutto dura troppo poco e crolla tutta insieme.
    Ho un buon dritto, potente e spesso arrotato, gioco da fondo, buon back, scarso nel rovescio in top in top (a una mano), e mi piace variare il gioco. Purtroppo sono un po’ falloso.

    Che corda mi consigliate? Ho sentito parlar bene delle Yonex Poly Tour Tough. Mi consigliate questa corda? Da quel che leggevo, converrebbe tirarla leggermente di più rispetto a come gioco con le Lynx?
    Cosa guadagnerei e perderei rispetto alle Lynx?

    • Ciao Simone, benvenuto nel Blog.
      Poly Tour Tough è una corda che sicuramente dura di più in tensione rispetto a Lynx ed ha sicuramente più feeling di impatto. La considererei nel caso cercassi controllo e durata dell’armeggio, ma un minore spin. Per ovviare al minore spin, senza andre su una corda troppo aggressiva o rigida, puoi considerare sia Poly Tour Pro che Poly Tour Drive. Qualunque corda Yonex tu scelga, sei su una durata superiore rispetto a Lynx.

    • C’è un netto migliore controllo sui colpi meno arrotati e una connessione migliore con la palla. In termini di maneggevolezza, Ezone ha qualcosa in più, ma è sempre solida e non va verso la tipologia della profilata “vuota” e rigida. Inoltre, la Yonex fa girare i colpi, ma Extreme va meglio in top spin.

  85. Ciao Fabio! Un amico mi ha lasciato una coppia di Ezone 100 2020 da incordare. Il suo livello è 4.3, giocatore da fondo, buon spin, potenza e controllo medi. Dice che ultimamente la racchetta gli da noie al braccio (infatti al momento gioca con la versione 2018 della Ezone). Mi ha lasciato una Head Linx tour 1.25 che aveva in regalo, io gliela farei a 23/22 (penso che a tensioni più basse, renda meno) , ma non mi sembra una corda proprio “arm safe”. Parere tuo sulla tensione? L’altra invece gliela farei con una di queste 3 che ho in casa:
    – Strike 1.25
    – Keen 1.18 (quella che sulla mia Allwood mi è piaciuta di più e mi sembra più comfortevole per il braccio, chiaramente sono ben conscio che Ezone e Allwood sono molto differenti)
    – Armour soft 1.24
    Tu cosa mi consigli e a che tensione? Ero orientato sulla Keen, ma pareri positivi sulla Strike ed il tuo feedback sulle Armour soft mi hanno messo il dubbio!
    Grazie mille

    • La Lynx Tour è tosta, andrei più giù con la tensione, massimo 22/21.
      Quanto alle altre, puoi pensare alla Keen a 22/22, oppure Armour Soft a 22/21.
      Tuttavia, mi sarei orientato più sulla Armour che sulla versione Soft.

  86. Ciao Fabio,
    innanzi tutto complimenti e grazie. Ti disturbo in quanto ho ripreso a giocare a tennis dopo parecchi anni, ora ne ho 50. L’ho fatto con una VCore 100 quella 2018 che mi è stata regalata (quindi non è stata una mia scelta), e che ho puntualmente spaccato l’ultimo torneo che ho giocato prima delle feste (lo so…..purtroppo mi è partita la testa dopo la terza riga consecutiva del mio avversario nel game decisivo).
    Visto che ora sono senza racchetta, sto impazzendo per trovare quella più adatta a me, io gioco colpi piatti (negli anni 70 quello era) e mi piace spingere la palla.
    Avevo pensato alla nuova ezone 100 anche in virtù della tua ottima recensione.
    Posso chiederti, cortesemente, se la ritieni una scelta giusta o ne hai un’altra da consigliare.
    Buona giornata ed ancora grazie,

    • Ciao Massi, benvenuto nel Blog.
      se cerchi un telaio che spinga e controlli bene, senza eccessi di rotazioni, Ezone 100 è molto adatta proprio per la sua capacità di rendere meglio sul gioco piatto e coperto. Rispetto alla VCore 100 2018, è un po’ più massiccia, ma soprattutto è più potente ed ha una maggiore personalità all’impatto. In alternativa, tra le profilate, per un gioco piatto hai Wilson Ultra 100V3, ma è meno pronta sul top-spin e molto caratterizzata per il gioco piatto, l’anticipo e il back.

  87. Ciao Fabio, vorrei un consiglio per scelta racchetta da pure drive a ezone (98 o 100?). Giocatore 20 anni class. 3.2 in crescita. Stile di gioco non rematore da fondo, colpi pesanti in rotazione da fondocampo per arrivare a entrare con i piedi in campo e colpire aggressivo, in special modo di diritto appena coperto. Swing veloce di diritto, mentre più controllato nel rovescio a 2 mani. Grazie

    • Andrei sulla Ezone 100, perché ha una maggiore spinta e migliore spin rispetto alla 98, insieme ad una inerzia maggiore che trasferisce meglio energia alla palla. Se invece desideri una 98, andrei sulla VCore 98, che è decisamente più aggressiva di Ezone 98.

  88. Buonasera Fabio, mi sono appena registrato al blog.
    Sono un giocatore 51 vecchia scuola, ritornato al tennis nel 2017 dopo 30 anni di oblio. Sto provando a migliorarmi cercando maggiore rotazione dei colpi in funzione di un gioco più controllato e ragionato. Uso da un paio di anni una coppia di Wilson clash 100 con le quali mi sono trovato bene sin da subito. Tuttavia vorrei cercare una valida alternativa che consenta, da un lato, un po’ più di spinta e consistenza e, dall’altro, maggiore spin.
    Credo che la ezone 100 possa essere una valida alternativa ma, a questo punto, mi chiedevo se potesse valere la pena (anche considerato il costo importante) prendere in considerazione la nuova Vcore 100.
    Non credo di essere adeguato, in generale, ad un piatto 98, anche se sto cercando di migliorare in tutti i modi il gioco a rete.
    Quali altre eventuali alternative potrei valutare?
    Grazie.
    Filippo

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Se cerchi una profilata da spin, che sia ance confortevole, Vcore 100 2021 è un’ottima soluzione, così come Ezone 100, se lo spin che vuoi non è esasperato. Inoltre, a queste due, si aggiunge quella che secondo me è la profilata da spin più completa al momento, ovvero Burn 100V4, che però pesa un po’ più in mano, in virtù della maggiore inerzia.
      Tieni in considerazione che, rispetto alla clash, tutti i telai citati sono più massicci ed hanno tutti minore maneggevolezza, purt rientrando nei canoni delle 300 grammi.

      • Ciao Fabio,
        grazie della risposta. Ritieni, invece, che possa prendere in considerazione la Ezone 98, sebbene leggermente più pesante (305 grammi)? Non ho mai giocato con una 98 e l’esperienza potrebbe essere interessante.

        • Si potrebbe fare, ma considerando che la spinta è abbastanza inferiore e devi far andare molto di più il braccio. Se vuoi un telaio da spingere, allora può andare, altrimenti, se vuoi un po0 di spinta gratuita vera, la 100 è meglio.

  89. Ciao Fabio, ti chiedo un consiglio su un eventuale cambio di racchetta.
    Sto giocando da settembre con la Wilson Clash 100 Pro su cui ho provato Smart (sensazioni contrastanti, ma forse coincide tra cambio telaio e corda nuova), Revolve Spin (nessuna nota particolare) e ora Sonic Pro; con queste ultime mi sono trovato bene ma ora “sento” che si sono smollate molto e perdo un sacco di precisione oltre ad andare spesso lungo. Ho provato la ezone 98 incordata con le Fire (se non sbaglio 22/21) e l’ho trovata una buona racchetta sulla quale però devi esserci sempre “sopra” e sempre molto costante.. in termini di spinta mi mancava sempre qualcosa e alla fine sono arrivato alla conclusione che non sia il telaio giusto. Come lo vedresti invece un passaggio con la ezone 100? Avrei sempre la possibilità di montare le Fire, potrebbero andare?

    • Beh, Ezone 100 in termini di potenza pura sovrasta le due precedenti e non difetta affatto di controllo. Personalmente la Fire ce la vedo benissimo e, se è una corda che ti aggrada in generale, vai sul sicuro. Ezone 100 è una garanzia per molti versi, ma soprattutto per la completezza, pur essendo meno maneggevole della versione da 98 pollici e questo aspetto è da considerare.

  90. Ciao Fabio, sono recentemente passato a Ezone 100 con grande soddisfazione! La corda che più mi aggrada al momento è la Armour Soft 124 a 21/20. In casa ho delle matassine che ho preso perché mi incuriosivano tanto:
    – Luxilon element rough 130
    – Luxilon Savage orange 127
    – Solinco tour bite 120
    – Prince warrior response 130
    – Dunlop explosive 130
    Tra queste c’è ne qualcuna che può andare particolarmente bene su questo telaio? Conta che gioco a livello tra quarta e terza, e mi piace giocare in pressione da fondo caricando di spin e cercando una buona velocità di palla. Difetto leggermente in controllo a volte. Grazie mille come sempre Fabio!

  91. Sera,
    mi potreste aiutare a cercare una nuova racchetta cortesemente, pensate che sto ancora giocando con una prestige tour anni 90 (quella rosso ferrari per intenderci) sono un giocatore di livello intermedio che ha superato da poco i 50 anni quindi di vecchia scuola , ovvero, colpi piatti.
    Mi piace comandare il gioco d fondocampo cercando sempre colpi potenti, soprattutto sul servizio, e come posso cerco di giocare un vincente.
    Cerco, quindi, una racchetta che sia potente ma facile da giocare visto che, non avendo più venti anni, la mia mobilità non è il massimo.
    Sinceramente, con tutti questi telai sono solo confuso, anche perchè la parola chiave è quasi sempre “spin” , parola a me quasi sconosciuta.
    Grazie veramente di cuore perchè sta diventando veramente frustrante

    • Mi pare di capire che tu voglia un telaio classico che possa darti spinta e controllo sul colpo piatto. Scenendo, però, da una Prestige Tour, c’è da dire che qualsiasi telai ti sembrerà più facile e tollerante, quindi la scelta è molto ampia.
      Servirebbero, quindi, altri elementi utili, come la preferenza di peso, del tipo di spinta che vorresti e che tipo di impegno fisico potresti reggere, magari anche qualche indizio su qualche telaio che hai provato, con feedback positivi e negativi.

  92. Ciao Fabio, sono di nuovo a chiederti consiglio per una racchetta, questa volta per mio figlio. Dopo aver abbandonato il tennis agonistico a 12 anni (3.5), per quattro anni ha giocato pochissimo ed ora a quasi 17 ha deciso di riprendere. Ovviamente si trova in un corpo nuovo e deve abituarsi, ma il suo tennis è sempre moderno, colpisce in anticipo con uno swing rapido, tanto topspin e viene a rete al momento giusto. Da ragazzino usava head Speed leggera, ora penso che una 300gr sia giusta per lui. Con le mie classiche (donnay 97″ e head prestige s) non si trova tanto (ma preferisce la seconda), gli ho fatto provare una radical 98″ modello vecchio e si è trovato meglio, ma ha detto che all’inizio sentiva poco la palla e vorrebbe più potenza. Di fisico ora è 1.75 x 70 kg, potente perchè da tre anni frequenta una palestra di boxe. Pensavo ad una yonex ezone 100, oppure Vcore98, oppure che altro, rimanendo su yonex, head, wilson, o babolat? Indicami per cortesia due tre modelli da fargli provare, grazie!

    • Ti fornisco 3 modelli che penso possano racchiudere un po le caratteristiche di gioco che hai elencato:
      Pure Aero VS, Vcore 98 e Vcore Pro 100. Se vuole feeling, Ezone e simili non andrebbero oltre il feeling di radical, che tuo figlio ha giudicato insufficiente.

    • Innanzi tutto grazie per la replica e la vostra disponibilità,
      il peso minimo 300 e max 315gr, mentre l’ovale 100. Cerco di praticare un gioco aggressivo cercando colpi potenti per comandare lo scambio. Per quanto riguarda l’aspetto fisico faccio molta palestra quindi sull’aspetto della forza non ho problemi mentre l’agilità non è il mio forte (mi si rimprovera che sfrutto poco le gambe). Ho avuto modo di provare la VCore 100, e le wilson blade e pro staff , tra le 3 mi sono trovato meglio con la Vcore, ho fatto un paio di partire con la pure drive di un mio amico ma in entrambi i casi, a fine partita, ho sentito fastidio al gomito.
      Cerco un telaio potente, più orientato ai colpi classici e che sia facile da muovere.
      un caro saluto

  93. Ciao Fabio,
    ti chiedo ancora una piccola consulenza nella ricerca della racchetta. Breve riassunto: dopo 4 anni di prestige pro 2014, inizio ricerca e provo Yonev VCore 98 2021, entusiasmo iniziale poi sento che per sfruttare a pieno ci vuole più braccio, provo la Vcore 100 mi trovo peggio, paradossalmente meno spinta, allora arrivo Ezone 100: bene per maneggevolezza e spinta, rovescio back morbido che è un piacere, ma poco spin -anche se io no sono ne facci il mio gioco- e il mio schema classico prima profonda, risposta corta, piedi in campo per vincente o quasi di dritto non riesco più a farlo perché palla parte via fuori campo. Il poco spin che usavo per coniugare potenza e palla in campo adesso non va. Detto che c’è un’ovvia questione di abitudine al mezzo -l’ho usata 6 ore, ma vorrei capire se quel poco spin poi lo recupero con pratica o invece è racchetta con troppa spinta e colpo piatto -come da tua recensione- da non avere quella caratteristica. E ancora, forse si può un po’ recuperare con custom? corda opportuna? o Ezone 98? Grazie ancora di tutto.
    Pablo

    • Si può recuperare con la corda, perché non è una racchetta che castra lo spin, anzi riesce a dare buone soddisfazioni. Sarebbe utile conoscere la corda e la tensione attuale, per darti un consiglio mirato.

    • Probabilmente, o è troppo tesa o sta da troppo tempo sulla racchetta ed ha ceduto. Prova a montare qualcosa di meno estremo, come Poly Tour Pro, blu o nera, a 22/21 al massimo.

  94. Grazie Fabio, proverò con un set up come dici tu. Ma al di là delle corde, mi domando veramente se una 100 non sia troppo per me che arrivo da 4 anni di head prestige pro. forse è un cambio po radicale. devo dire che la yonex vcore 98 che avevo provato prima almeno, pur notandone le difficoltà, mi aveva comunque entusiasmato perché qualcosa di buono riuscivo a produrlo. qui con zone 100 veramente poco, così poco che sono passato alla 100 ma quella del 2018, con cui riesco tenere/controllare piu le palle. Provare ezone 98? Un altro telaio? Grazie ancora per i tuoi consigli!

    • La realtà è che, se ti trovi bene, 100, 98 o 104 è la stessa cosa. Ma se non ti soddisfa, ed hai feedback migliori con un 98, allora è un’altra cosa e, come per VCore 98, potresti avere qualche chance con Ezone 98. Tu ricordo, però, che Ezone 98 è una racchetta non troppo potente, piuttosto è un telaio che libera il braccio dalla zavorra eccessiva, mette a disposizione maneggevolezza e controllo, senza un carattere effettivamente definito. Il braccio deve fare tanto, ma non si stanca per le proporzioni agili del telaio. Ad esempio, Vcore 98 è più potente ed ha più spin, mentre Ezone 98 più maneggevole e adatta al colpo con minori rotazioni in top.

  95. Ciao Fabio,
    Possiedo sia il modello 2017 che il modello 2020 della Ezone 100/300 ed il mio armeggio di riferimento è la Yonex Poly Tour Pro 1.20 a 22/22 su entrambi i telai. Ultimamente gioco più spesso e comincio ad avvertire qualche problemino di affaticamento all’avambraccio/gomito e vorrei scongiurare un peggioramento. Pensavo di provare a montare un multifilo, magari rimanendo in casa Yonex, che non sacrifichi troppo le rotazioni in top, sia di dritto che di rovescio. Hai un consiglio su armeggio e relativa tensione ???
    Grazie 1000 !!!!

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Come multi Yonex, che mantenga un po’ di sano spin, puoi rivolgerti a Rexis, una corda piuttosto solida per essere un multi. Per tale motivo, non mi discosterei troppo dalla tensione che adoperi attualmente, stando massimo a 23/23.
      In alternativa, puoi sempre provare a scendere con la tensione con Poly Tour Pro, sui 21/21 o passare alla Air, un po’ più dolce all’impatto.

    • No, non risulta più difficile, semplicemente è più piena e richiede un po’ di fisico in più.
      Tra le due, la Yonex ha più solidità, maggiore controllo e una resa delle rotazioni più immediata, con un impatto meno rigido.
      Pure Drive 2018, invece, fa un migliore lavoro di maneggevolezza, che ne amplifica la sensazione generale di facilità, ma non sono così distanti.

  96. Ciao Fabio, ancora io col mio dilemma su ezone 100 si o no. Ho cambiato corde con pt blu, ma sempre la palla mi scappa via. Invece cosa che non mi spiego, con la ezone 100 modello 2017 la tengo molto di più e ho sensazioni simili alla mia vecchia head prestige pro 2014 – con la differenza che ho molta più spinta e facilità nel back. Ma è possibile? C è motivo oggettivo o è mia suggestione? Eppure è la II volta che provo luna e l altra… grazie

    • Probabilmente c’è maggiore massa nella nuova. Devi abituartici, non provarle insieme, non la cambiare a caldo e termina l’ora sempre con la stessa racchetta. Se proprio vedi che ti scappa, prova a montare Poly Tour Drive o Poly Tour Air, alla stessa tensione.

  97. Ciao Fabio Bungiorno,

    una gentilezza, ho una Head Graphene 360+ Instinct MP mi trovo benissimo come feeling e manegevolezza, però come pesantezza dei colpi mi piacerebbe esserlo di più… adesso accordata in ibrido Multi e Armuor Soft tutte e due a 21kg per avere più spinta e spin ma vorrei essere più incisivo nei colpi soprattutto da fondo.
    Ho provato la Yonex V core 100 2021 di un mio Amico e viaggia che è una meraviglia incordata con un Hexa Pro a 19 kg… però anche la V Core devi tenerla sempre su di giri per avere il meglio e dopo un oretta il braccio/spalla ne risentono un pò … cmq dopo ritorno sempre alla Head mi dà più feeling. Vorrei chiederti se con la Ezone 100 riuscirei a colmare queste mancanze?

    – pesantezza dei colpi da fondo in spin rispetto alla Head senza però lavorare tanto di braccio pur mantenendo però il feeling?
    – incordatura sempre Ibrida perchè solo Mono il braccio mi fà male e non riesco ad avere feeling.

    Grazie mille

    • Premesso che VCore 100 può fare bene il lavoro che chiedi, con un ibrido in luogo del mono, se vuoi più potenza, gratuita e ad alto regime, vai su Ezone, che indubbiamente è più votata alla facilità di uscita di palla, con un po’ di spin in meno, ma con anche una maggiore propensione generale al gioco di pressione dal fondo. VCore, come hai detto giustamente, va tenuta più alta di giri per avere quella potenza che ti aspetti da una profilata. In compenso, ha una bella sensazione di impatto ed anche un buon comfort generale.

        • Certo, Rexis è un multi solido, che dà buone sensazioni in generale, anche a chi viene dal mono. Come tensione starei a non più di 23/22, ma anche un 22/22 può essere una soluzione di potenza.

          • Grazie Tantissimo Fabio…avevo paura che una corda così potente su un telaio potente mi avrebbe fatto perdere controllo .. Grazie per la tua disponibilità

          • Ciao Fabio alla fine ho incordato con Poly Tour Pro a 22kg, l’impatto con la palla mi sembra molto duro non trasmette un feeling buono, che dice scendendo di tensione avrei sensazioni diverse? o è proprio il tipo di corda? non era Soft :)))))…premetto che non ho dolori neanche dopo 2 ore di gioco. però quella sensazione all’impatto dura proprio non mi piace perchè non mi dà feeling.

            Resto su Polytour Pro scendo di tensione
            incordo Rexis a 22?

            Grazie mille

          • Prova con un kg meno, se non hai problemi di controllo, altrimenti vai sulla Rexis che ti è più familiare.

  98. Ciao Fabio, due domande: 1) Sto usando da qualche settimana Ezone 100 con Solinco Confidential 1.20 21 kg, trovandomi bene, sentendo una bella sostanza nei colpi, per me che ho gioco quasi piatto di ritmo da fondo, ma vorrei un po’ più di facilità di uscita di palla (e feeling sul tocco) visto che il telaio non é maneggevolissimo e non ho un braccio forte. Che corde potrei provarci? Ho una parte di matassa di Vortex Turbo 6 1.20… puó starci o mi suggerisci altro?
    2) Proveró anche Ezone 98 per un confronto e ti chiedo cosa potrei provare tra la nuova Radical Mp e Vcore 98 come non profilata non troppo tosta, magari con suggerimento sulla corda. Grazie come sempre!

  99. Ciao Fabio,

    racchetta provata e devo dire piu che ottima, mi piace piu di Aero Pro Rafa che usavo recentemente, piu feeling e molto piu controllo, forse anche piu potenza.
    Come vedi ibrido con poly pro tour 1.20 a 21 kg e budello Babolat Vs 1.25 sempre a 21 kg prestirato 10%?
    Eventuale ibrido reverse con stessi parametri?
    Grazie 1000 per tuo prezioso aiuto.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Partner Ufficiale di TennisTaste