fbpx

Wilson Pro Staff RF97

Pro Staff RF97 è il top agonistico in casa Wilson, l’unica racchetta sul mercato a riportare il nome di un tennista e la sua firma, quella di Roger Federer.  Il campione svizzero ha anche disegnato l’estetica della racchetta, dimostrando che non sa solo giocare a tennis come nessuno mai, ma anche che ha gusto estetico, visto che il telaio è innegabilmente elegante e accattivante.

Wilson Pro Staff RF97

Head size: 97 sqi
Peso: 340g
Bilanciamento: 305 mm
Swingweight: 337 (con Luxilon Alu Power Soft 1.25)
String Pattern: 16×19
Rigidità: 67RA (rilevata)
Profilo M-C-T: 21-21-21 mm
Lunghezza: 27 pollici (Standard)

L’estetica della Pro Staff RF97 è sicuramente il primo punto di forza. Gli appassionati hanno amato il nero totale della versione precedente ed ora il telaio riceve un aggiornamento estetico che segue il trend di tutta la Gamma Wilson, con i fascioni colorati in bianco sui lati. il telaio è semplice, pulito e serio come il precedente, anche se il tocco di bianco va più verso l’eeganza e perde qualcosa in cattiveria, ma conferma le bellissime note al tatto con una finitura gommata molto piacevole, che aiuta anche nella presa della mano non dominante. La finitura gommata è accompagnata  due soli inserti lucidi sul piatto, ad ore 3 e 9,  di colore bianco, appunto, che creano un effetto di profondità, a rimarcare la presenza dell’immancabile PWS, come è giusto che sia su una Pro Staff. Il bianco è adoperato anche per realizzare la serigrafia Wilson su uno dei due steli, mentre l’altro presenta la finitura a laser per la scritta Pro Staff. L’autografo di Roger Federer, invece, fa bella mostra sui due lati dell’attacco degli steli al manico e all’interno degli steli, dove è presente una serigrafia del volto del campione svizzero. Il resto delle soluzioni estetiche sono tutte realizzate in effetto vedo/non vedo in colore grigio scuro. Molto bello anche il grip in cuoio naturale al manico, di colore nero, anche funzionale, perchè resiste meglio al passare del tempo. Per finire, al tappo del manico troviamo il nuovo fondello rosso, con il classico sportellino per alloggiare il Sony Smart Sensor o per raggiungere l’interno degli steli, che, come da tradizione Wilson, sono riempiti in poliuretano.

6 Commenti su Wilson Pro Staff RF97

    • Beh, è molto personale. Tuttavia, ritengo che un telaio così pesante mette a dura prova il braccio di chiunque e la potenza e le rotazioni gratuite di un ibrido siano la migliore sceta di approccio su questa racchetta. Ibrido trandizionale, almeno per cominciare, per poi stabilire se ccorre ancora ammorbidire, e andare su un multi, oppure se irrigidire, e andare su un mono. La RF è carihcissima di inerzia ed è rigida, quindi massacra le corde, ecco perché nella composizione dell’ibrido vanno adoperate solo corde di qualità e resistenti, soprattutto il multi.

    • Si, il genere che più mette in risalto il feelng del telaio è quello di Alu Power soft, 4g Soft, Strike, Hawk touch, perché leggermente morbide, ma sostanziose all’impatto. Considerando la massa generale, l’ibrido aiuta molto a decontrarre il movimento ed è una soluzione da provare assolutamente con questi pesi.

  1. ok grazie mille;) invece qualche soluzione per l’ibrido che consigli? ovvio che la miglior soluzione sarebbe il budello naturale ma e anche la soluzione piu costosa in assoluto… invece qualche buon multifilamento da consigliarmi da ibridare con i mono che hai proposto qui sopra?

    • Quando desideri il meglio tra i multi, da ibridare con corde molto solide, pensa a X-One e Wilson NXT, due prodotti che hanno feeling e connessione molto efficaci. Da preferire la Wilson, con i multi lisci, e la X-One per quelli sagomati, essendo più oleosa.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »