Wilson Pro Staff Black Edition

Wilson Pro Staff RF97 Black Edition

È il caso di dire “Back in Black”, perché Wilson Pro Staff, in questo inizio 2020, abbandona il bianco dei fascioni laterali e si ripresenta in edizione Black Edition, esattamente come Roger Federer l’aveva voluta e disegnata.

Wilson Pro Staff RF97 Black Edition

Non è un mistero che l’utenza preferisse la versione tutta nera di Pro Staff, ma soprattutto Federer non l’ha mai nascosto e, dopo un breve periodo con l’edizione Black&White, ha subito ripreso la sua amata racchetta dark. Wilson ha quindi voluto accontentarlo anche dal punto di visa mediatico, riproponendo una delle versioni più belle della sua racchetta, ma anche una delle più vendute. Insomma, un piccolo passo per Roger Federer, un grande passo per l’umanità tennistica, che sogna di giocare con la sua racchetta.

Wilson Pro Staff RF97 Black Edition

Le motivazione del ritorno di Pro Staff Black Edition in realtà sono un po’ più profonde e Wilson ha dato luogo ad un’operazione nostalgia per le sue Pro Staff RF 97 Autograph, Pro Staff 97 e Pro Staff 97L, non solo per una questione estetica, ma anche tecnica, perché se RF 97 e 97L sono invariate rispetto alle ultime edizioni, la vera notizia è che Pro Staff 97 Black Edition, da 315 grammi, si ripresenta nella sua versione più pura, senza Countervail, alla ricerca del miglior feeling secondo l’utenza Pro Staff.

Quindi, la Pro Staff 97 non è una riedizione del modello 2017, più morbidina e timida, ma è la sorella cattiva, senza filtri, con la sua inerzia a 326-327 punti e il suo feeling tipicamente diretto, vestita di nero per l’occasione. Di fatto, ripende le ottime prestazioni della versione 2018, ma con la purezza di impatto dell’edizione 2017, con il rosso. In termini pratici, possiamo dire che gioca come la nera e rossa del 2017, ma con qualche miglioria in termini di comfort e spin. Considerando che chi vi scrive ha sempre sostenuto che il modello 2017 fosse la migliore delle Pro Staff 97 315, il ritorno è graditissimo e piuttosto sensato.

Wilson Pro Staff RF97 Black Edition

La linea Pro Staff Black Edition è disponibile dalla scorsa settimana in tutti i negozi ufficiali Wilson.

25 Commenti su Wilson Pro Staff Black Edition

  1. Il Countervail è stato introdotto, tolto e a volte reintrodoppo e ritolto sui vari modelli Pro Staff.
    E’ stato un fallimento oppure dona davvero del confort al braccio?
    Se uno fosse principalmente interessato alla salvaguardia di gomito e polso è meglio si interessi ad una versione con Countervail oppure non cambia nulla o peggio ancora il Countervail è sconsigliabile?

    • Non è stato un fallimento, anzi, ma le preferenze dell’utenza comandano su tutto, anche sul marketing e sull’innovazione. In termini pratici, la Pro Staff 315 countervail, con il bianco, aveva le stesse prestazioni della versione rossa, ma con un impatto più soft. Chi compra Pro Staff, però, vuole l’impatto più rigido, più diretto, come nella RF. Tutto qui, la 315 è tornata ad essere una piccola RF e neanche tanto piccola.

  2. Buonasera, ho letto l’articolo della RF black e sono entusiasta del ritorno al full black.avrei però una domanda; 2 mesi va mi sconsigliaste di comprare l’allora black al posto della mia pro staff 97s poichè la versione black di 2 mesi fa era una ” pro staff un po finta”, come ribadito oggi nell’articolo.
    Quella proposta oggi secondo voi può darmi le stesse sensazioni di gioco,
    resa e facilità della mia pro staff 97S 310gr (quella nera opaca e rossa per capirci, l’ultima prodotta con lo schema di corde 18×17) premesso che il mio gioco è prevalentemente da fondo campo, modesto 4.2 e con ibrido reverse alu power orizzontale 20 kg e simil budello verticale 21.5kg, Potrebbe funzionare quella incordatura o avete uno schema simile migliore ? io mi ci trovo molto bene per spingere da fondo campo senza dolore alcuno al braccio.

    attendo news … prima di comprare la new black

    • La Black 2020 non è la Black 2018, è senza countervail, come la versione 2017, con il rosso, che usciva insieme alla 97S. Quindi, riportando il discorso fatto in precedenza, e ricordandoti che è comunquen una 97 e non una 97S, si, questa può andare.

          • La black 2020 è parente strettissima della 97 2017, con il rosso, quindi una Pro Staff RF in versione ridotta, ma sempre molto sensibile e con doti dinamiche molto godibili. La 97S ha un controllo superiore, una massa superiore e un profilo più sottile, molto più simile ad una i.Prestige, che non ad una RF. Ha doti di controllo ottime, ma un peso e un’inerzia che la rende massiccia come la RF da 340. Ad oggi non ne esiste più una versione aggironata, ma potrebbe tornare, prima o poi.

        • La 2018 ha il Countervail, quindi oltre ad essere risportato all’iterno degli steli, ha il simbolo vicino al nome del telaio. La 2020 non ha il Coutervail e non è riportato da nessuna parte. Tutto qui.

  3. Ciao Fabio, dopo aver provato quasi tutta la linea Blade nuova (104, 98s e 100L, con preferenze per l’ultima) mi accingerei a ritornare su Pro Staff L che mi ha sempre dato grandi soddisfazioni ma…qualche dolorino al gomito (più o meno sempre usato Revolve 22/22 o 21/21). Che mono (purtroppo col multi non mi trovo) potrei montare e a che tensioni. Revolve e revolve spin mi piacciono come corde ma…ha senso semplicemente scendere con la tensione? Grazie.

    • Perché no? I mono moderni riescono a tenere bene fino a 17o 16, restituendo controllo. Sicuramente meglio Revolve Spin che Revolve per la tensione più bassa, ma ti consiglio di provare anche Armour Soft 1.25, per una questione di tenuta e di feeling con il telaio.

  4. Ciao fabio sul sito tenniswares… porta una nuova rf 97 di 330 gr,dice e rispetto alla vecchia autograph e piu leggera in testa e piu facile……quindi questa e ancota un altro modello

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »