fbpx

Wilson Clash 98

Wilson Clash 98

Clash rappresenta il nuovo corso di Wilson, che, con grande sorpresa, vira su racchette nettamente più flessibili rispetto alla sua solita proposta. Insieme alle prime nate, Clash 100 e Clash Tour, già molto apprezzate per la loro dinamica user-friendly e, allo stesso tempo, per la loro completezza tecnica, arriva un trittico di telai ad infoltire la proposta e Wilson, adesso, apre ad un target di utenza più ampio, da un lato mira ad una utenza più amatoriale con le Clash 108 e Clash UL, mentre dall’altro va puntare chi è in cerca di una racchetta più vera e sincera, con la protagonista di questo test, Clash 98

Wilson Clash 98
Wilson Clash 98

Scheda Tecnica

Head size: 98 inch2
Peso: 310g
Bilanciamento: 30.6 mm
Swingweight: 325
String Pattern: 16×19
Rigidità: 55 RA (rilevata)
Profilo: 24 mm costante a sezione variabile
Lunghezza: 68.5 cm

L’estetica di Clash 98 è totalmente ripesa da Clash 100 e Clash Tour, seguendo i dettami dell’evoluzione del design DNA di Wilson, sempre a tre fasce, che rende il telaio univocamente riconoscibile per l’abbinamento cromatico. Ross fluo per la testa, grigio per il cuore e nero per gli steli e la gola, tutto rigorosamente rifinito con vernice rubber-touch, gommata, piacevole al tatto e utile nell’appoggio delle dita nei cambi di impugnatura. Pochissime serigrafie, giusto un tocco di rosso per il marchio Wilson su uno stelo e l’identificativo “Clash 98” alla base del manico e all’interno del piatto corde, verso la testa, e nulla più, tutto pulito e tutto razionale. La forma del telaio riprende alcune delle fattezze dei modelli da 100 pollici, ma il profilo è più sottile, con una vernice lucida probabilmente sarebbe 23 o 23.5 mm, la sezione del fusto è meno panciuta e soprattutto gli steli sono più sottili e lunghi, cosa che si nota immediatamente e che fa sembrare il telaio molto più parente di una Six One 95, interpretata in maniera più tesa nelle linee e più moderna nelle dimensioni. Tuttavia, anche se c’è tanta dell’esperienza Wilson, presente e passata, nella linea del telaio, questo ha una sua identità e molto gradevole alla vista, razionale e vivace allo stesso tempo. Scendendo al manico, troviamo uno dei migliori grip di serie sul mercato, lo stesso che equipaggia non solo le Clash, ma soprattutto la Linea Pro Staff. È liscio, solido e asseconda bene le facce del manico e lo sbuffo sul tappo, senza ingrandirlo troppo. Infine, il logo Wilson sul butt-cap è in nero, su fondello immancabilmente rosso.

11 Commenti su Wilson Clash 98

  1. Bella recensione Fabio.
    Sono curioso a questo punto… quando sarà ti chiederti le differenze con la nuova Pure strike 98 16×19 che se non ricordo male per questo mese dovresti riuscire a recensire.
    Intanto ti chiedo le differenze sostanziali con l’attuale Pure Strike 98 projectone

    • Ci sono tante similitudini con il modello 98 2017, come la spinta forte, le rotazioni e la solidità, che la vecchia 100 non aveva. Tuttavia, ci sono anche delle differenze, laddove il controllo della 98 2017 è leggermente migliore, mentre la nuova 100 non vibra e si sente di più la flessione. Inoltre, la differenza fondamentale è che la 100 permette anche qualche giocata a mezzo braccio, cosa che la 98 2017 non permetteva assolutamente.
      Il nuovo modello lo testerò a breve ed è facile intuire che riceverà lo stesso trattamento di feeling della 100, insieme alla migliore soluzione per le vibrazioni, ma ancora non conosco i dati effettivi di inerzia e il dubbio potrebbe essere relativo proprio a questo, visto che il nuovo cortex ha riempito il piatto della 100 e l’inerzia è salita di 10 punti, potrebbe accadere qualcosa di simile con la 98, che si piazzerebbe su un gradino ancora più alto di tecnica.

  2. Ciao Fabio spero che tu stia bene
    Allora quali sono le differenze tra questa racchetta in termini di giocabilità con la Wilson ultra 97, non tour quella vecchia per intenderci con la Clash?

    • Ciao, la differenza sostanziale è nella maggiore pienezza del telaio e nella maggiore morbidezza all’impatto, che rendono il telaio più efficace in spinta, più sensibile ed anche più stabile in assoluto. Immagina che la Clash 98 come una versione molto migliorata della Ultra 97, telaio che ho amato e proprio per questo ho apprezzato la nuova filosofia sulla Clash 98.

  3. basta devo smettere di seguirti…. ogni recensione butterei via le mie e prenderei chiaramente scherzo ma la voglia di provare dopo aver lette le tue recensioni mi rimane.. chiaramente non tutte le racche… ora sono circa due mesi forse piu che uso la clash 100 cordata rpm 1.25 20-19kg mi trovo benissimo ed amici con piacere cominciano a dirmi che sto arrotando parecchio mha…. bhoooo
    domanda se provo la 98 in questione che benefici potrei scoprire.. ciao grande fabio

    • Ciao, anche io devo smettere di seguirmi! haha
      Con la 98 avresti un colpo leggermente più potente e lineare, ma rinunceresti alla facilità della 100, che è impagabile. Molto spesso, per giocare bene serve la semplicità e non è detto che il cambio sia efficace. Se riscontri miglioramenti con la 100, guarderei più il campo che il mio blog 😉

  4. ieri al mio club l’aveva uno dei miei maestri… inevitabile che gliel’ho rubata per provarla… purtroppo e stato un’allenamento più tecnico e sulla precisione e pochissimi schiaffoni da fondo come speravo, la sensazione per il poco che l’ho usata (perché ad un certo punto ho ripreso la mia clash 100 avevamo da mirare barattoli… ) è stata per per nulla male sensazione più corposa i pochi schiaffoni che ho tirato con lei erano belli pieni e li sentivo uscire pesanti, ma il maestro mi fermava subito…. devo assolutamente riprovarla, per chiudere la mia breve prova di sensazioni a fondo bella e tosta ( era cordata in mono 23/22kg secondo non giusto, la mia 100 è perfetta 20/19KG mono ) sulla precisione con movimenti lenti ed a rete preferisco, la mia piccola 100.
    ciao fabioneeeee

    • sono parenti, ma come hai notato, sono anche diverse. La 100 va molto bene ed ha la sua anura nella semplicità di uscita e nel poco sforzo che richiede per muoverla, ma è comunque solida.

  5. Ciao Fabio, grazie per l’ennesima interessante recensione. Potresti fare un confronto con la Head Prestige Tour 99 che utilizzo attualmente con buona soddisfazione? In cosa la Clash darebbe dei vantaggi e cosa perderei rispetto alla Prestige? Grazie in anticipo.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »