fbpx

Wilson Blade 104 V7

Blade 104 V7
Blade 104 V7

La Serie Blade arriva alla sua settima edizione, portando novità assolute, come Blade 100L, nella linea e rinnovamento profondo, come nel caso della Blade 98 16×19 V7. Il telaio che ha ricevuto il cambiamento più importante, però, è senza dubbio la Blade 104 che, in versione V7, prende un quid in più di cattiveria e di modernità nella resa, allargando ancor di più la sua fascia di utenza.

Blade 104 V7

Head size: 104 inch2
Peso: 290g
Bilanciamento: 320 mm
Swingweight: 322
String Pattern: 16×19
Rigidità: 60 RA (rilevata)
Profilo: 24-22-22 mm
Lunghezza: 70 cm

L’estetica di Wilson Blade 104 V7 è frutto dell’evoluzione del concetto DNA già espresso dai laboratori di Chicago con la Clash e lo hanno applicato a Blade con la differenza cromatica del verde fluo, colore che identifica immediatamente il telaio nella gamma Wilson e non solo. Non più due fasce di colore, ma tre, quindi, con il nero per gli steli, il grigio medio per il fascione centrale del piatto corde e il verde per la testa. La vera novità estetica è che Wilson abbandona la vernice laccata ed ora il telaio è totalmente rubber-touch, gommato, e molto piacevole al tatto. Il profilo del telaio è da 22 mm, che sembrerebbero costanti, ma, alla base del manico vi è uno spessore di 24 mm, che diventa 22 in corrispondenza dello svaso centrale di attacco degli steli. La struttura generale è praticamente invariata, tranne che lo schema corde, con la presenza del 16×19 a spaziatura ampia sulle orizzonatali, dove l’ultima è davvero vicina al telaio. Una soluzione interessante, che dona una risposta davvero omogenea. Per ciò che riguarda le serigrafie, si conferma ancora il minimalismo, giusto “Blade” e “Wilson” sugli steli, rispettivamente in argento e verde fluo, e poco altro ancora. Bella, pulita nell’estetica, sempre personale, Blade rinnova anche il grip di serie, abbandonando il Sublime Grip in favore di un Top Grip Taper più pieno e totalmente liscio, per un effetto quasi da manico in cuoio. Infine, il solito butt-cup bombato in rosso riceve, come nella linea Clash, la grande “W” in nero che impreziosisce lo sportellino per accedere agli steli.

27 Commenti su Wilson Blade 104 V7

  1. Interessante! grazie per questa super recensione…
    se dovessi fare un paragone tra la ultra 100, clash 100 e questa?
    differenze, vantaggi e svantaggi.
    E a chi la consiglieresti soprattutto?
    grazie

    • La prima cosa da dire è che la Ultra 100 ha maggiore potenza, ma più rabbiosa, essendo parecchio più rigida ed è anche quella con l’impatto meno connesso. La Clash 100 ha un bell’impatto, abbastanza connesso e una facilità nel controllo e nello swing maggiore rispetto alle altre due. La Blade ha maggiore potenza rispetto alla Clash, un po’ meno rispetto alla Ultra, ma ha tutt’latra connessione con la palla, ha maggiore spin e maggiormente facile da sfrutttare, oltre che una maggiore tolleranza. Il vantaggio vero della Blade 104 è che si tratta di un telaio classico, ma con un piatto abbondante, che fornisce potenza e spin in maniera molto gradevole e che consente un gioco solido senza dover tirare sempre a tutta.

      • In un commento poco sopra hai parlato di “telaio classico, ma con un piatto abbondante”; in questi termini è possibile paragonarla alla Head Gravity S (che ho avuto modo di provare e mi ha dato buone sensazioni) e che differenze ci sono tra i due telai? Grazie in anticipo e complimentoni per il tuo lavoro!!
        PS: non ho trovato riferimento alla nuova linea Head Gravity sul sito e stimandoti volevo sapere cosa ne pensi!

          • Welcome to TennisTaste.
            The comfort with Balde 104 is really similar to the Allwood one, that is a little bit softer, i have to say.
            I’m not telling you i prefer the one or the other one, because it’s really hard to say. I can say that the Blade is more powerful at medium range, she’s got more free power from the extra lenght, but the Allwood is more powerful at higher range and moe manouvrable.

        • Purtroppo non ho mai testato le Gravity, per questo non ne posso parlare in maniera obiettiva. Ritengo sia una proposta interessante da parte di Head, ma non ne conosco la reale bontà e prestazione.

    • grande Fabio! Incredibile la tua conoscenza, veramente.
      Io ho la ultra, mi trovo bene ammetto.. ma vorrei sentirmi più connesso con la racchetta.
      Inizialmente ho provato la Clash e mi ero trovato bene.. poi l’ho riprovata e non mi è piaciuta (le corde erano comunque parecchio andate). Ora questa Blade mi stuzzica parecchio!
      Controllo e swing è superiore la Blade rispetto alla Ultra?
      La potenza rabbiosa della Ultra non la sento perchè non la so domare, forse è troppo per me quel telaio e non la sfrutto come dovrei.. d’altronde è solo da un anno che gioco seriamente a tennis (5-7 ore a settimana).
      Penso che potrebbe essere un passaggio sensato da ultra 100cv a Blade 104, che dici? ci sarebbe anche la 98 ma mi sembra sia un telaio più da Pro.. magari mi sbaglio.
      Che corde e tensione mi consigli eventualmente sulla Blade?
      Sulla ultra sto usando Yonex polytour pro 1.25 black a 22kg e anche polytour tough 1.25 black a 22kg e mi ci trovo benone.
      Aspetto con ansia una tua risposta.
      GRAZIE!

      • La Blade ti offrirebbe quella connessione maggiore alla palla, che meglio ti fa gestire i colpi, con una potenza dolce e sfruttabile, questa è la vera differenza rispetto ad ultra. Come livello di gioco ci può stare, il range della 104 è davvero molto ampio.
        Quanto alla 98, non ci pensare proprio, ci vuole davvero tanto di più per sfruttarla.
        Monta tranquillamente le Poly tour Pro o le tough, a 22/21 per iniziare a cpaire il telaio, poi hai margine per salire o scendere di un paio di kg.

    • La differenza principale, premesso che si somigliano tanto, sta nella maneggevolezza maggiore della Allwod, che aiuta soprattutto chi vuole giocare più di braccio. Non solo, perché il rilascio della potenza è diverso, migliore per la Blade in basso, coadiuvato dalla leva maggiore, mentre in alto la Allwood ha qualcosa in più. Entrambe hanno feeling da vendere, bello pastoso e connesso alla palla.

    • ciao Pierluigi gioco da oltre un anno con Donnay Allwood e da due settimane sto utilizzando sia la 104 che la 98. 104 e allwood sono vicine per sensazioni d’impatto tuttavia per me la grande differenza che personalmente e modestamente ho potuto subito avvertire è che la 104 offre una maggiore e migliore area di impatto senza mai scomporsi cosa che la allwood non offre, anzi sui colpi non centrati, in termini di flessione del telaio questo non si attiva. Poi la allwood brilla per sensazioni di colpo e sensibilità sulla mano ma la 104 è veramente molto piu’ facile, divertente e, cosa importante braccio e gomito ringraziano tantissimo quasi al pari di allwood

    • Dipende molto dalle necessità e dal livello di gioco. Tuttavia, con la tendenza a rendere i telai molto flessibili, prende piede sempre più l’ipotesi del mono a bassa tensione, che sulla 104 vuol dire un 22 kg. Penso soprattutto a corde come Armour Soft, 4G soft, Revolve Spin, ma anhce una smart, ad un kg meno ancora. In ibrido c’è comunqune soddifazione, ma ocnsiderando che il telaio tira già facilmente forte da solo, il mono garantisce una migliore gestione del colpo ed anche più spin immediato.

      • Ciao Fabio,
        Comprate e provate. Direi che la sensazione delle prime due ore è molto buona. Montato head Lynx 23/22. Il telaio dona sensibilità e comfort. Buona l’area d’impatto e buona la stabilità del telaio. Dopo averla provata per più ore, scriverò in modo più dettagliato le mie impressioni. Grazie Fabio per i tuoi consigli.
        P.S.: per un gioco poco arrotato mi consiglieresti qualche altro mono (non troppo rigido)? Grazie

        • Ciao, per un gioco meno arrotato, ti consiglio le Armour Soft o, comunque, corde che abbiano un tempo di risposta rapido. Le Lynx tolgono parecchio al feeling sincero del telaio, che, quindi, ancora devi scoprire per davvero. Prova amontare corde più rigide, ma ad un kg meno di tensione.

    • La lunghezza XL la senti solo quando vai a scomporre il telaio, ma, per il resto, Blade 104 gioca come una 300 grammi. Per quanto riguarda la 100 L, per ora non ho una previsione di test e l’agenda è già molto fitta. Magari più avanti ci sarà occasione.

  2. Buongiorno, sono nuovo del blog,devo farti i complimenti per le Tue dettagliate recensioni. Mi sono tolto molti dubbi. Vorrei chiederti se era possibile fare il confronto con la pure drive 2018 e pure drive 107 2018. In particolare la differenza in pesantezza di palla, top spin , back e le rotazioni o efficacia al servizio. Grazie mille.
    P.S. quando una recensione sulla pure drive 107?

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Essendo un bel po’ di tempo che non provo la Pure Drive 107, non mi è facile fare un paragone con questa, che, però, è un telaio da amatore o da maestro che cerca un attrezzo estremamente facile da adoperare.
      Quanto invece alla Pure Drive standard, rispetto alla Blade 104, è leggermente più maneggevole, più potente ad alto regime e con una gestione delle rotazioni altrettanto buona. La differenza reale è nel rilascio della potenza, dove Blade 104 spinge con la leva e la Pure drive con la sua rigidità, quindi una potenza più rabbiosa per Drive e più dolce per Blade, che è sempre un telaio classico e flessibile, quindi con un feeling più morbido e con un impatto prolungato. Dal putno di vista dello spin, la Blade ne offre in maniera più gratuita e più carica, mentre Drive è più neutra e va indirizzata di più con il braccio. In termini di controllo, invece, la Babolat è più immediata, mentre la Wilson richiede un po’ di adattamento alle sue proporzioni.

      • Ciao, grazie mille. Ultima cosa, nel back spin ho visto che alla Blade 104 hai data 7,5 mentre alla pure drive 8,5. Quindi per chi solitamente gioca il back con il rovescio e al servizio utilizza molto lo slice, consiglieresti lo pure drive?

        • No, non è una questione di migliore o peggiore, ma in generale la Drive ha un back più facile e gestibile, mentre la 104 ha un back piuttosto caratterisico, che richiede qualche aggiustamento.

      • Poca tecnica anche se gioco 3 o 4 volte alla settimana. Soprattutto quando devo fare degli spostamenti veloci sbaglio la distanza dalla palla, ovvero ci vado sempre addosso. Adesso uso una aero pro 300gr del 2015 e la trovo troppo difficile

        • Probabilmente èil caso di andare su una 285 grammi, qualcosa che spinga facilmente e che ti impacci il meno possibile. In Wilson puoi considerare una Blade 100L, in babolat puoi pensare ad una Pure Drive Team o ad una Aero Team, specie se il tuo telaio attuale non ti dispiace, ma la nuova è tutt’altra storia per feeling e precisione.

          • Fabio, scusa, una domanda: tra blade 104 e 100L puoi dirmi che differenze vedi, almeno sulla carta? Ti spiego cosa vorrei indagare: mi piace la 104 ma in alcuni frangenti la trovo un po’ d’impaccio per via delle dimensioni: può essere che la 100 restituisca lo stesso buon feeling e varietà di soluzioni di gioco con migliore manovrabilità?

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »