Vibram V-Train 2.0

Il tennis, si sa, è uno sport che prevede un grande allenamento anche fuori dal campo ed è lì che strumenti e ausili per la massima preparazione possono fare la differenza. Ogni atleta, di qualsiasi livello, dovrebbe prevedere una preparazione non solo tecnica, ma anche aerobica e anaerobica, con un focus sulla stabilità e l’equilibrio. C’è un’azienda che ha fondato tutto sulla ricerca e lo sviluppo di calzature specifiche per far sì che l’allenamento avvenga nella maniera migliore possibile, ma anche nella maniera più naturale possibile, offrendo libertà negli appoggi dei nostri piedi. Parliamo di Vibram, un brand estremamente conosciuto per i suoi prodotti Five-fingers, quelle scarpe che, in sostanza, hanno un alloggiamento per ogni dito del piede e sono una soluzione di assoluta funzionalità per un atleta che si allena a 360°.

vibram v-train 2.0

Facciamo una premessa: per testare racchette in continuazione, nell’ambito sia del tennis che del padel, ho personalmente bisogno anche di un supporto continuo nella preparazione atletica generale del mio corpo, non solo per la prestazione, ma anche per garantirmi una integrità fisica a ridosso dei 40 anni. Questa preparazione parte dalla tavola, come per tutti, ma continua in palestra, con estenuanti allenamenti con i pesi, alla ricerca di forza e resistenza. Nel mio viaggio attraverso pesi e allenamenti, ho sempre ricercato scarpe che mi facessero sentire bene gli appoggi e che non snaturassero il normale equilibrio che i piedi forniscono. Perché sì, la maggior parte delle scarpe in commercio ha una forma troppo appuntita per fornire un appoggio adeguato per uno squat pesante o per degli affondi bulgari o, ancora, per gli stacchi da terra, dove la trazione e l’appoggio sono fondamentali, non solo per muovere più peso, ma anche per non farsi male e progredire con costanza, senza doversi fermare. In molti, poi, si affidano a scarpe da running per il lavoro con i pesi, cosa sbagliatissima perché queste sono progettate per dare cushioning continuo, peraltro con un differenziale tra anteriore e posteriore piuttosto marcato. Ecco perché, dopo tanto tempo e tanti tentativi, sono approdato a Vibram, che mi ha dato quello che cercavo e, nello specifico, V-Train 2.0 è il modello di scarpa che ho potuto provare a fondo, mettendolo alla frusta in più situazioni, sia a corpo libero, che con carichi di pesi ben superiori alla media dei tennisti, agonisti e non.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Il sito dedicato al mondo del Padel!