Pro Kennex Q+5 Pro 315

Pro Kennex non è solo una soluzione per chi ha problemi al gomito, non mi stancherò mai di ripeterlo, e Q+5 Pro è uno dei telai che testimonia l’attenzione dell’azienda verso la prestazione. Tuttavia, spesso la prestazione viene intesa come sola potenza o come solo controllo o, ancora, spin. Nulla di più sbagliato, perché prestazione significa offrire risposte a più domande, non una soltanto, con un equilibrio che possa significare aiuto in campo. Ed è questo che Pro Kennex Q+5 Pro offre, un mix di caratteristiche che la rendono non solo duttile, ma anche piacevole per certi versi. Il tutto, con una alta protezione per il braccio. Andiamo a scoprire esattamente cosa offre la giallona di casa Kennex.

pro kennex q+ 5 pro

Headsize 100 inch2
Peso di 315 g
Schema corde 16×20
Bilanciamento 310 mm
Swingweight (incordata) 328 kgcmq
Rigidità 67 RA
Profilo 22 mm
Lunghezza 68.6 cm

Dal punto di vista tecnico, il telaio propone l’immancabile brevetto Pro Kennex Kinetic, sempre più affinato nella sua funzione e sempre più duttile anche dal punto di vista dinamico. Si sente il lavoro di stabilizzazione e si percepisce come vi sia stato un lavoro di affinamento nell’isolamento delle capsule che contengono le sfere “kinetiche”. In gioco si sente molto poco, ma, da fermo, agitando il telaio, c’è ancora un po’ di effetto “sonaglio”. Il telaio è derivato dalla storica Ki 5, ma con profilo più spesso, e voluminoso, di 1 millimetro, con degli steli più corti, in virtù di un attacco al manico con lunga svasatura centrale, per dare maggiore stabilità ed, in effetti, rispetto a Ki5 è un telaio meno flessibile, nonostante la scheda tecnica dica il contrario.

Facebook
WhatsApp
LinkedIn
Twitter

6 commenti

Lascia una risposta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    • Bene, sono contento che ti piaccia, aspettavo proprio dei feedback in merito.
      Per come è impostata ora, c’è una risposta, e una giustificazione, per ogni singolo punteggio assegnato e credo che sia una buona cosa.

    • Guarda, avendo tu già la 315, non mi sento di consigliarti la 300, che ti avrei consigliato in partenza, perché la trovo bella aggressiva e piuttosto potente. La differenza con la 315 sta nella migliore gestione dello spin della versione più pesante, che è anche un po’ meno secca all’impatto, come fosse meno rigida, ecco.
      Potrebbe starci una Q Tour 300, che è un telaio classico molto interessante per la spinta e per lo spin, che permettono molte variazioni.

  1. Ciao Fabio, quale delle Prokennex in circolazione è più simile alla nuova Pure Drive? Dovrei sostituirla per problemi al gomito, ma mi trovo molto bene con la Babolat. 48 anni, 1.75 mt. 80 kg, rovescio ad una mano, gioco a tutto campo e mi piace variare il gioco e spesso mi piace finire il punto a rete. Non sono un arrotino
    Grazie

    • Ciao, direi proprio Ki 10 305, ma ha inerzia alta e in questo non somiglia per nulla alla Drive. Per questo, proverei più con la Q+5 che con la Ki10, per una questione di peso e inerzia.

Per tutte le ultime novità

ISCRIVITI

al Canale YouTube

di TENNISTASTE