Nuove Racchette Dunlop CX 200 e 400

Dunlop ha presentato la nuova gamma di racchette Control. Un’evoluzione dell’originale serie CX: la gamma è stata riprogettata per fornire ai giocatori un totale controllo con maggiore potenza e precisione in ogni colpo.

Dunlop cx

Questa è la prima serie di racchette a offrire la nuova tecnologia FLEX BOOSTER, che presenta diversi strati ad alta elasticità che permettono di ridurre le vibrazioni lungo tutto il telaio. Ciò offre ai giocatori una sensazione di minore rigidità, più comfort e maggiore flessibilità, senza perdere potenza e controllo per tutta la durata dell’allenamento o della partita.

Le racchette sono dotate anche del Sonic Core, realizzato con Infinergy® di BASF (come si vede sulle serie SX e FX) alle ore 3 e 9 del telaio. Combinate con Power Grid String Tech, un piatto corde ridisegnato per una maggiore precisione, queste tecnologie creano una racchetta con uno sweet spot più ampio e un impatto degli urti ridotto, consentendo ai giocatori di “controllare il gioco” con comfort, potenza e facilità.

La serie CX è stata sviluppata dal team globale di ricerca e sviluppo Dunlop Srixon a Kobe, in Giappone, con le racchette che hanno dimostrato una riduzione del 5% della rigidità e del 10% delle vibrazioni rispetto al modello precedente.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

15 Comments

  1. PENSO CHE CON TUTTA QUESTA GAMMA DI PESI, BILANCIAMENTI E MISURE DEL PIATTO CORDE SI RISCHI DI CREARE CONFUSIONE IN FASE DI SCELTA NELL’UTENTE FINALE.
    COSA VADO A PROVARE? LE DIFFERENZE A VOLTE TRA I VARI TELAI NON SONO COSI’ MARCATE….E CORRO IL RISCHIO DI SCEGLIERE UN TELAIO CHE POI VORREI CAMBIARE PER UNO VICINO O SIMILE NELLA STESSA GAMMA PRODOTTI.
    SE ADESSO DOVESSI ESSERE DAVANTI ALLA RASTRELLIERA CON TUTTA LA GAMMA AVREI DIFFICOLTA’ A SCEGLIERE CON COSA SCENDERE IN CAMPO.

    • Ciao Saverio, benvenuto nel Blog.
      Posso darti ragione in parte, nel senso che anche io non condivido la scelta di due modelli Tour, con piatto 95. Però, CX 200, CX 200 LS, CX 400 e CX 400 Tour sono telai molto diversi tra loro ed hanno ragione di esistere. Quanto alla CX 200 OS, aspetto di provarla per capire se può offrire di più o di meno rispetto alla LS, che ritengo sia il miglior telaio della precedente edizione di CX.

  2. Ciao Fabio,
    una curiosità: per il modello LS, confrontando i vecchi valori che Dunlup riportava (e anche tu nella tua recensione qui nel blog) sembrerebbe che il valore della rigidità sia aumentato di 1 punto quando invece viene dichiarato un 5% in meno. Anche la forma della testa mi sembra apparentemente identica. Piccolezze sia chiaro, ma quindi vorrei sapere, da possessore della LS, se c’è stato un vero intervento sulla racchetta che potrebbe farmi decidere di passare a questo nuovo modello rispetto al vecchio
    Grazie in anticipo!
    Un saluto

    • Nelle presentazioni dei nuovi telai ci sono sempre mirabolanti descrizioni. La prova del campo, poi, restituisce il verdetto. Al momento non ho ancora ricevuto nessun telaio CX 2021, appena mi arrivano mi metto al lavoro e vedo come la CX 200 LS è stata modificata. Non c’è da aspettarsi uno stravolgimento, ma come evoluzione dello stesso telaio. Su 290 grammi, un punto di rigidità fa differenza, assolutamente, ma è da verificare al diagnostic, cosa che faccio abitualmente.

  3. Ciao Fabio sono nuovo del blog ma ti seguo da anni e trovo le tue recensioni molto ben fatte e attendibili.
    Sono un istruttore di tennis, quindi tutti i giorni con la racchetta in mano, vengo da quasi due anni di Vcore 98 e dovrei cambiarle ma visti i costi esorbitanti del nuovo modello e viste le modifiche apportate da Yonex, sulla base delle tue ottime recensioni ho preso da qualche giorno una CX200 modello precedente per provarla. Ho montato su la stessa corda che usavo sulle Vcore, Kirschbaum Pro line Evolution 1.25 a 21 Kg.
    A primo impatto molto piacevole, tant’è che stavo già valutando di prendere il modello nuovo per fare la coppia, ma dopo un paio d’ore il pattern e diventato rigido. Ho incordato nuovamente scendendo di un Kg ma la sensazione cambia di poco, non sono un giocatore che arrota molto, anzi, ma faccio fatica a far girare la palla anche quel poco per giocare in sicurezza e in più inizio ad avvertire qualche fastidio a braccio e spalla. Visto che nella tua recensione del telaio questa volta non mi ritrovo proprio vorrei sapere da te se questo può essere dovuto alla corda, che comunque porta una rigidità statica di 0.78, quindi non proprio eccessiva e infatti sulle Vcore erano molto gradevoli e tenevano la tensione per svariate ore, e se hai altre soluzioni di incordatura da provare prima di accantonare questo telaio che nelle prime ore sembrava così soddisfacente.
    Ti ringrazio anticipatamente per la tua disponibilità e la tua competenza

    • Ciao e benvenuto nel blog.
      C’è da considerare un aspetto fondamentale, la CX 200, come detto nella recensione, non è un telaio che concede uno spin molto accentuato e va sempre ricercato, inoltre, ho sempre fatto presente che l’impatto del telaio fosse secco e meno pastoso di altre concorrenti, ma non per questo meno gradevole. La realtà è che la CX 200 va molto meglio per un gioco piatto e back che per il top spin, in virtù di un pattern che ha le orizzontali molto vicine e questo contribuisce anche a far irrigidire presto le corde, che hanno poco movimento. Al di là delle corde che puoi cambiare, l’aspetto dello spin non lo puoi troppo modificare, a meno di setup più estremi che non ti consiglio per non snaturare il telaio. Probabilmente, in termini di spin, ti confondi con la mia recensione di CX 200 LS, che invece fa molto bene con le rotazioni e che, con l’aggiornamento 2021, invece riprende il pattern della sorella da 305 grammi e gira meno.

  4. Ciao Fabio. Questa Dunlop Srixon CX 400 Tour 300gr ammortizza davvero gli urti come scrivono sul sito ufficiale?
    Mi sai consigliare qualche 100*300 estremamente confortevole per i tendini del gomito e braccio?
    se sono meglio delle 300*100 posso anche valutare delle Blade 104 (v6 o v7)…anche se mi spaventa l’effetto della lunghezza la lunghezza in più sul confort e mi dicono la v7 sia un pò mangia corde.

    grazie dei consigli che mi darai 🙂

    • CX 400 Tour non l’ho provata, non so dirti se la questione comfort sia migliorata o no.
      Come 300X100 confortevoli, hai Ezone 100, Formula 100 oppure qualcosa di custom come il progetto YPF con il modello S, da 64 ra, che non va per niente male.
      Quanto alle classiche, invece, Blade 104 è un telaio molto confortevole e con una buona potenza. Si, consuma le corde, ma non tanto da essere una mangiacorde. Insieme alla Blade, hai altre soluzioni interessanti come Allwood 102, Prince O3 Tour 100 290 o anche Tour 100 290, che è più abbondante di profilo.

  5. Ciao Fabio!
    Ti seguo da un po’ di tempo tra qui, Instagram e Youtube e ci tenevo a ringraziarti veramente di cuore per il tuo lavoro e per l’impegno e la professionalità che ci metti!

    Volevo chiederti la differenza tra la nuova CX200 e la CX200 Srixon del 2019, mi piacciono entrambe a livello estetico e non riesco a scegliere tra le due.
    Se non ho capito male il nuovo modello è un po’ meno rigida e offre più protezione dalle vibrazioni, è dunque meglio la nuova o c’è qualcosa in cui il modello del 2019 è migliore?

    Per l’incordatura mi hanno consigliato, per il modello del 2019, le sue corde Explosive Red 1.25 a 21/21. Le consiglieresti anche per il nuovo modello?

    • Ciao e benvenuto nel blog.
      Non ho testato la versione 2021, per cui non posso fare un confronto reale tra i due telai. Da quanto dice l’azienda, il telaio dovrebbe essere più dolce di impatto, ma in realtà la prova della versione CX 200 LS ha rilevato un telaio più secco e reattivo, leggermente più potente.
      Considerando ciò, ed anche il telaio non è un campione di spin nella sua versione 2019, explosive red ci può stare, ma la monterei a 21/20, per lasciare spazio al pattern sulle rotazioni.

  6. Ciao Fabio, cercavo una sostituta per la mia Prince Beast che ho, forse prematuramente, venduto. Soprattutto sul piano della velocità di uscita di palla e di confort al braccio, la 400 Tour farebbe al caso? Incordata come?

    O è meglio la serie FX?

    Grazie.

  7. Grazie della risposta, come prima cosa. Quale telaio mi consiglieresti che si avvicini di più alla Beast, e che combini una certa velocità di palla, confort al braccio ed una buona sensibilità? Qualcuno mi ha consigliato la Extreme mp. Tu cosa mi dici?

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Partner Ufficiale di TennisTaste