Head Prestige MP L 2022

Con la nuova linea Prestige, per il 2022, Head introduce la tecnologia Auxetic, che va ad integrare il Graphene, portando un po’ di contenuti interessanti in termini di giocabilità e di prestazione. Tutte le Prestige ricevono questo aggiornamento, come visto nella presentazione della gamma (QUI la notizia) ma arriva anche un aggiornamento di pesi e bilanciamenti per le due Prestige più piccole, MP ed MP L, che vanno a sostituire rispettivamente Prestige Tour e Prestige S, maggiorandosi nel peso. Prima di scoprire come vanno le Prestige “grandi”, ho ritenuto opportuno partire dalla più piccola, perché è la racchetta che va ad accontentare il pubblico più ampio, senza troppo impegno e con una freschezza che Prestige S non possedeva. Vi anticipo, infatti, che Prestige MP L mi ha convinto, e non poco.

prestige mp l

Headsize 99 inch2
Peso 300 g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 315 mm
Swingweight (incordata) 318 kgcmq
Rigidità 65 RA
Profilo 21.5 mm
Lunghezza 68.6 cm

Dal punto di vista estetico, Prestige MP L, identica nella livrea a tutte le sue sorelle più pesanti, ripresenta un bordeaux scuro, come le prime Prestige, su tutto l’ovale, fino agli steli, dove, in linea obliqua, arriva una finitura opaca, che richiama la grafite unidirezionale, a continuare fino alla base del manico. Giusto un po’ di rosso fluo qua e là e pochissimi altri fronzoli, per un telaio molto elegante e dominato dai colori sobri. Sull’ovale è presente il long cap, il passacorde che fa il giro di tutta la testa a coprire l’esterno, come da tradizione delle Prestige vere, mentre l’ovale è oblungo e alla prima occhiata si nota abbastanza, ma poi ci si fa l’abitudine. Scendendo al manico, troviamo il solito Hydrosorb Pro, montato sui pallets TK82S, che equipaggiano tutta la gamma Head. L’avvolgimento del grip è accurato e la forma del fondello si sente bene, anzi meglio rispetto ad altri telai del marchio. In generale, il telaio è molto bello, sottile, con steli lunghi e un’aria molto seria. Gratificante.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

29 Comments

  1. Ciao Fabio,

    Ho acquistato questa racchetta incuriosito dalle sue caratteristiche ed in generale dal compromesso che evidenzia tra potenza e controllo. Che corde consiglieresti di utilizzare? Premetto che nonostante abbia 30 anni e un fisico abbastanza allenato, quando gioco 3-4 giorni di fila ho fastidio al capolungo del bicipite specie se stecco/colpisco forte in posizioni decentrate. Ero dunque orientato verso un multifilamento (es: Tecnifibre Multifeel) o un mono morbido magari. Vorrei però un tuo consiglio in questo senso. Grazie e complimenti per la recensione.

    • Ciao e benvenuto nel Blog. Per un multi che sia anche solido di impatto e non molto costoso, Head Velocity MLT 1.30, da montare a 23/22 o, massimo 24/23. Dovrebbe essere un bel compromesso tra potenza e comfort.

    • Gravity Mp è sicuramente più stabile ed ha una potenza gratuita maggiore, ma Prestige MP L ha maggiore maneggevolezza un feeling di impatto più sincero, con maggiore controllo generale. In sostanza, Gravity è più gratuita, mentre Prestige più pronta a giocare di braccio.

  2. Ciao, come sempre bellissima recensione. Io ero pronto ad acquistare Wilson Clash in questi giorni, poi grazie a te mi sono un attimo fermato. Secondo te con l’attuale clash c’è un punto d’incontro, mi piacerebbe molto provarla. Grazie.

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Con la Clash ci sono punti di incontro nella maneggevolezza e nel fatto che vada completata di braccio per spingere la palla, ma c’è anche da considerare che Prestige MP L sia una classica, con un feeling di impatto e un controllo maggiori rispetto a Clash (della quale a gennaio arriverà il nuovo modello).

    • Prestige Mp L si muove più facilmente ed ha un feeling più sincero all’impatto, ma senza esagerazioni. In termini di tolleranza siamo lì, mentre Prestige ha una maggiore facilità di uscita di palla e un po’ più di completezza tecnica. In generale, è un telaio più completo.

      • Io giocavo con la tour dell’anno scorso, questa MP è cambiata? Perché l’anno scorso con la tour mi mancava cattiveria nella racchetta..
        Mentre la tour di quest’anno rispetto a questa nuova MP cosa può fare in più o preferisci MP?

        • È cambiata e non di poco, parliamo di inerzia a circa 340 punti incordata, praticamente 15 punti in più rispetto al modello 2020, accompagnato da un bilanciamento a 32 su peso 310, che gi- sono un pesante indizio sul nuovo comportamento di Prestige MP 2022.

  3. Ciao Fabio
    Mi avevi quasi convinto a comprare la nuova blade 104V8..adesso questa prestige mi attrae molto..considerando che uso blade 104 V6 con 1+1 grammi a ore 2 e 10, rovescio bimane buon dritto livello quarta..cosa mi consigli di fare? Grazie mille

    • Sono molto belle entrambe. Andrei su Blade per più solidità e potenza gratuita, con un telaio che fa un po’ più da solo in spinta, mentre andrei su Prestige per spingere più facilmente con il braccio, quindi compensando con velocità di braccio.

      • Ciao Fabio, complimenti per la ottima recensione,di competenza e professionalità ho visto e rivisto il video della recensione della prestige MP L 2022 che sto facendo un pensiero di comprarla soprattutto per controllo precisione e maneggevolezza a discapito di potenza della pure drive 2021 ti volevo chiedere i pro e i contro dei due telai. Secondo te la corda Wilson revolve Spin 1,25 potrebbe andare bene sulla prestige a che tensione oppure cosa mi consigli di provare. Grazie Saluti

  4. Ciao Fabio,

    innazitutto grazie, come sempre recensione chiara ed esaustiva. Avrei una curiosità: potresti farmi un paragone generale con Pure Drive 2021 e poi, secondo te, dirmi quale tra i due telai è più maneggevole?

    • La maneggevolezza è simile, siamo lì, mentre, per il resto, Prestige MP L ha minore potenza gratuita e maggiore controllo, con anche una migliore sensazione di impatto, più dolce, per quanto non elevatissima in senso assoluto. Come Spin sono simili, giusto un leggero vantaggio della Drive per la facilità.

  5. Ciao Fabio ho quasi sempre giocato con Head nella mia vita tranne una parentesi con Blade 16×19 (modello 2015) con cui mi trovavo comunque bene. Ho una buona tecnica, rovescio ad una mano mi piace spingere da fondo. Le mie Head sono state in ordine la Radical tour 630 18×20 (la prima giallo nera) che utilizzavo a 14 anni (😅) poi sempre Prestige (Intelligence), molto tempo con Prestige Pro (315 gr 16×19 anno 2014 la prima con graphene) che amavo da fondo campo.
    Cosa mi consiglieresti di provare della nuova linea Head Prestige?
    Grazie

    • Eviterei, a prescindere, la Pro (ex MP, da 320 grammi) perché, sebbene si muova piuttosto bene, si fa davvero fatica a far camminare la palla. Se cerchi la solidità di una Blade o di una Prestige Pro Graphene, dovresti provare la MP 2022, ex tour, ma ora rinvigorita di massa e potenza. In alternativa, c’è sempre l’attuale Prestige Tour, la vecchia Pro, che riceve anch’essa altra massa in più e, al di là del piatto 95 un po’ risicato, è un telaio che spinge sempre abbastanza, se sai darle il giusto. In ogni caso, se vieni da una esperienza positiva con Blade, guarderei soprattutto la MP attuale, sapendo che ha la pesantezza generale di una Blade 18×20 Countervail ed anche qualcosa di più, ma va bene e si apprezza soprattutto perché non va sempre portata al limite per avere potenza, anzi.

        • Beh, direi di si. Se vuoi andare sul genere Prestige, la maggiore indiziata è FF-20, che di fatto è una ideazione su base H19, con piatto da 100 pollici e schema 16×19. Molto flessibile, ma capace anche di una discreta potenza, da giocarci di braccio. Grandissimo feeling. La mia racchetta, in poche parole.

  6. Ciao Fabio, grazie della recensione. Sono un amante della Head da decenni, ultimamente cambiata con la Donnay Pro One 97 con cui mi trovo bene. Secondo te faccio un miglioramento se riprendo la MP L? Gioco tecnicamente pulito, old style, back e colpo piatto. Grazie in anticipo. Claudio

    • Dipende dai punti di vista. Sicuramente Prestige Mp L è più facile, più giocabile, ma Donnay Pro One ha un altro livello di feeling e di controllo. Direi che sarebe una scelta verso un telaio non troppo distante, ma alla ricerca di facilità.

    • VCore Pro 100 è più stabile e tollera qualcosa in più, con un leggero maggiore controllo, minore top-spin. Sul back si equivalgono, con la VCore Pro 100 che stende di più la triattoria.

    • Come maneggevolezza, la CX 2021 è più leggera in mano, quindi un po’ più facile da gestire, mentre Prestige MP L è leggermente più seria, più solida e indubbiamente aggiunge più pesantezza anche allo spin.

  7. Ciao Fabio, complimenti per la ottima recensione,di competenza e professionalità ho visto e rivisto il video della recensione della prestige MP L 2022 che sto facendo un pensiero di comprarla soprattutto per controllo precisione e maneggevolezza a discapito di potenza della pure drive 2021 ti volevo chiedere i pro e i contro dei due telai. Secondo te la corda Wilson revolve Spin 1,25 potrebbe andare bene sulla prestige a che tensione oppure cosa mi consigli di provare. Grazie Saluti

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Per tutte le ultime novità

ISCRIVITI

al Canale YouTube

di TENNISTASTE