Head Graphene 360+ Speed MP

Speed Mp è, molto probabilmente, il best seller di Head. La ragione principale è che la racchetta, negli anni, si è progressivamente trasformata da telaio boxed a quasi profilato e accogliendo sia coloro che cercano un telaio non rigido in assoluto, sia coloro che cercano una racchetta potente e giocabile, una vera allround, una tuttofare con un carattere, però abbastanza definito. Già in versione Graphene 360, Head aveva schiacciato l’acceleratore sul tema prestazioni, ma ora, con l’arrivo della versione Graphene 360+ lo fa ancora di più e Speed Mp Graphene 360+ mostra una prestazione ancora maggiore, non senza alcune imperfezioni.

head speed mp graphene 360+

Head size: 100 inch2
Peso: 300g
Bilanciamento: 320 mm
Swingweight: 330 (con Hawk Touch 1.25)
String Pattern: 16×19
Rigidità: 65 RA (rilevata)
Profilo: 23 mm costante
Lunghezza: 68.5 cm

L’estetica di Head Graphene 360+ Speed MP è sostanzialmente identica a quella del modello precedente, ma con una inversione cromatica tra il bianco e il nero, che va a coprire un fusto invariato, se non al suo interno, con l’introduzione delle Spiralfibers nelle trame di grafite. Un bel gioco di finiture satinate e lucide, con serigrafie a contrasto in bianco e nero. Rispetto alla versione precedente, è più vistosa, meno discreta ma anche più riconoscibile con il piattone da 100 pollici sottolineato dal bianco, che la fa sembrare più grossa e spessa. Anzi, il nero della versione precedente la faceva sembrare più sottile di quel che fosse. La struttura presenta le stesse forme sinuose degli steli, che sono più convessi alla base e più aperti verso l’alto, mentre la sezione su tutto il telaio è esagonale, con il lato esterno da 23 mm costanti e altri 5 che formano un profilo flat spigoloso, dall’immagine piuttosto moderna. Il piatto corde mantiene la stessa forma, piuttosto allungata, come da tradizione Head. Al manico abbiamo i pallets TK82S, molto vicini alle forme di altre aziende e più facilmente apprezzabili per chi proviene da altri marchi, tuttavia la misura del grip sembra un po’ piccola rispetto alla concorrenza. Il grip adoperato è lo Hydrosorb Pro, da 1.75, in colore nero, che crea un tutt’uno con la base degli steli, mentre il fondello è di ultima generazione, con tanto spazio nello sportellino ovale removibile, per via dello hairpin accorciato, sia per alloggiare il Tennis Sensor Head, sia per la customizzazione.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

85 Comments

  1. Ciao fabio. Ti avevo gia scritto in una live. Potresti farmi un confronto con la burn 100 countervail. volevo provare una speed ma da questa recensione forse la versione precedente si avvicina di piu alla burn. Grazie come sempre del tuo strepitoso lavoro

    • Ciao, in realtà Burn 100 Coutervail somiglia più alla versione 360+ di Speed che non alla 360, ma con una differenza sostanziale della maggiore maneggevolezza per Burn con anche una maggiore rigidità che porta una potenza più reattiva. Entrambe non brillano per feeling, sono secche e la Burn anche abbastanza rigida, ma entrambe offrono un ottimo spin. Il vantaggio della Burn CV sta nella maggiore maneggevolezza, che la rende meno faticosa, mentre quello di Speed Mp 360+ sta nell’impatto meno rigido, che la fa sembrare più confortevole.
      Rispetto alla versione 360, invece, vale la questione dell’impatto meno rigido, ma Burn ha sicuramente maggiore potenza.

      • Grazie mille fabio. Una risposte davvero chiara precisa. Facendo un piccolo off topic cosa mi consiglieresti come racchetta. Una simile alla burn ( non correi oerdere la sua potenza) ma un po più maneggevole e meno rigida.
        Grazie ancora .

    • Ciao Fabio!
      Gioco con la prima Speed Mp modello Graphene (acquistato credo nel 2015 o 16) e mi sono sempre trovato bene e comodo. Ora leggo che la Speed è diventata una racchetta più cattiva, ma meno confortevole. Gioco abbastanza piatto e vorrei prendere un telaio nuovo, mantenendo le sensazioni della mia Speed. Mi consiglieresti questo modello (la Mp Speed 360+), uno dei telai precedenti della linea Speed o un’altra racchetta ancora? Grazie mille

      • Ti consiglierei la Speed MP 360+ se cercassi un telaio più solido, più potente e più capace di spin, ma sapendo che pesa di più in mano, per via della maggiore inerzia, circa 328 punti. Si tratta di una bella racchetta, ma abbastanza diversa dalla tua attuale Speed e sicuramente più ostica da adoperare, per quanto più efficace. Se cerchi un telaio da potenza e spin, con un impatto non rigido, allora ci può stare.

  2. Ciao Fabio, non so se ho frainteso la tua recensione ma la sensazione é che sei bello deluso (e forse anche incavolato) per la pesante involuzione di un telaio che in passato ti era piacuto molto.

    • No, deluso no, in fin dei conti Speed MP 360+ ha un carattere abbastanza definito. Il controllo però è scarsino, la sensazine di impatto, come nel precedente modello, non è un verso plus rispetto ad una profilata, quindi il motivo di preferenza si riduce di molto. Tuttavia, trovo che la sensazione di impatto, seppure non troppo sensibile, sia abbastanza confortevole. Trovo sconveniente, invece, che il telaio sia tecnicamente facile, ma fisicamente piuttosto massiccio.

  3. ciao Fabio.
    Secondo te questa versione si avvicina come prestazione alla nuova pure strike 100 ? Inoltre mi chiedevo come potesse migliorare aggiungendo 5 gr al manico per abbassare un po’ lo sw. Grazie e complimenti.

    • Ciao, ritengo che Speed Mp e Strike 100 abbiano in comune solo lo spin e la potenza gratuita, ma la sensazione della Strike è più netta ed anche il controllo generale. La speed, essendo più spessa, regala qualcosa in più a medio regime, ma se ti piace spingere il telaio, la Strike ha qualcosa in più.
      Per quanto riguarda il custom, mettendo del peso al manico, lo swingweight non diminuisce, anzi, aumenta in maniera leggera, ma cambia l’equilibrio del telaio che va a creare uan sensazione di testa più leggera e impone una gestione più classica del telaio, quindi meno avvezza alla spinta facile e più da comandare con il braccio.

  4. Grazie della risposta Fabio, tra l’altro una cosa che ho notato nei vari siti in cui se ne è parlato è la dispersione dei giudizi ed anche delle misurazioni. Con la strike 100 mi trovo da favola ma sono curioso di provarla perchè prima avevo la speed 360 e l’ho cambiata perchè la trovavo troppo scarica e con poca inerzia seppur facilissima.
    Grazie ancora, preciso e disponibile come sempre.

  5. Ciao Fabio; per la speed modello precedente, mp, meglio nxt control o soft ( differenze tra le 2?). E ancora la head velocity, che costa molto poco, è una buona soluzione (la trovo solo a 1,25 però). Grazie mlle.

    • Consoderando che la NXT è un multi di alta fattura, già ha un suo comfort a prescindere e solitamente consiglio la versione Control per un discorso di prestazione e di solidità di impatto. Quanto alla Velocity, va piuttosto bene anche in 1,25 perché è un multi rigido e reattivo, ma anche anche abbastanza resistente, per cui la 1.30 può risultare eccessiva per chi desidera l’impatto morbido del multifilo.

    • Sostanzialmente sono telai molto simili nella costruzione, ma la Speed è parecchio più massiccia, quindi più potente e con una maggiore resa di spin. La Radical è più maneggevole ed ha più controllo sul colpo piatto, ma meno potente in generale e scarsina di feeling e di spin.

    • Vcore 98 ha più controllo, feeling e maneggevolezza, mentre la Speed 306+ MP spinge più facilmente, è più pesante e in mano ed è meno sensibile. In termini di spin, la Vcore 98 si difende benissimo ed è una delle 305 più facili da adoperare.

    • La Speed MP è più potente, ha più spin e più cattiveria in uscita di palla, mentre la Prestige impatta più morbida, ha più controllo ed è più equilibrata in movimento.

  6. Fabio , tendenzialmente mi trovo abbastanza d’accordo con le tue ottime recensioni ma io questo telaio lo trovo spettacolare perchè nonostante abbia un’inerzia importante io la trovo estremamente maneggievole su tutti i colpi.
    Il paragone relativo alla maneggevolezza lo faccio relativamente alla attuale PA che è la racchetta che uso
    La palla esce un po meno veloce ma sbaglio molto di meno sopratutto nei colpi di recupero e di rovescio.

    Quali corde verdresti maggiormente adatte a questa Speed ?

    • Penso che più per la maneggevolezza, quello che ti gratifica sia la risposta meno reattiva del telaio. Poi va vista l’inerzia reale e ti consiglio di farlo. Detto ciò, penso che la Lynx possa fare al caso tuo, per assecondare il telaio in controllo e spin, mentre l’ottima Hawk touch qui non la monterei.

  7. Hi Fabio.
    I have read a lot of racket reviews the last three years and of course comparing reviews. I think your last review of Extreme tour was very clear and it ended on your bottom list with other Head models.
    When it comes to ”360+ speed mp” I see it have got a lot of good feedback other sites with comments such as; ”easy playability” ”swingweight almost not noticeable from previous mp” ”good combination of power and controll” ”compareable to ezone 98” etc etc. The other reviews had a stockweight at a place between 303-305g and swingweight around 327-328. Was your edition out of listed specs and the review could have been different if the specs was more spot on?

    I play with Blade 98 v7. I like it a lot but i’m looking for a replacement who are not so tiring on my arm and a bit more easy playability and power. I have a few on my list but it is quite a large jungle to choose from taken from your list.
    1. Ezone 98
    2. Graphene 360+ speed mp
    3. Völkl v8 pro
    4. Dunlop cx 200 ls

    Any suggestions?

    JFL

    • Hi buddy, my Speed MP 360+ was 304 grams and the balance was out of 0.2 millimetres, so it was quite perfect for a modern commercial stick. Take in mind that a lot of reviews are paid or done by sellers, because it’s impossible to compare the Speed mp to an Ezone 98 or others stuff like this. The reasons are so many, but first of all you must consider that an Ezone 98 is a control-oriented stick and the Speed is a power-oriented one. Who says that they are similar is saying something wrong. I mean, someone who plays with a Ezone 98 could play with a Speed, but in different ways.
      Let’s go back to you and you racket. IF you want to leave the balde for something similar, but less demanding, in those you listed i’d take Dunlop CX 200 LS and Ezone 98, but most clearly, i’d look at Vcore 98, Phantom 100 X 305 and Pro One Unibody, to remain on a similar level of feel. Don’t understimate the importance of the feel, because if you feel the ball, you can do ever something with a racket, adjusting some shot, but if you don’t, it’s a mess!

  8. Ciao, questo telaio mi stuzzica da tempo, ma non ho mai avuto il coraggio di prenderlo! Sono nel dubbio tra 2 modelli…questa e la nuova Ultra V3.
    Gioco con poco spin e maggiormente da fondo…mi piace spingere e uso molto il back.
    Leggendo questa recensione sembrerebbe migliore la precedente versione…
    Te cosa mi consigli?
    Grazie

  9. Ciao Fabio, volevo un consiglio, se volessi customizzare le mie MP 360+, per aumentare il controllo e la stabilità, cosa devo fare? Tieni presente che io uso il grip in cuoio, senza il quale non mi troverei. Grazie sempre della disponibilità.

    • Penso che potresti intervenire con 1+1 grammi ad ore 3 e 9, così da stabilizzare il piatto e dare maggiore feedback di impatto. Tuttavia, il grosso del lavoro, per il controllo, si opera con le corde. Il custom può aiutare in stabilità, in potenza ed anche in sensazione, ma è la corda a rifinire il tutto.

  10. Ciao Fabio, ho notato che non hai risposto alla mia domanda, sicuramente per motivi di tempo e lo capisco perfettamente, considerando la mole di lavoro che c’è dietro a tutto ciò che hai creato. Ormai sei diventato un punto di riferimento per tutti noi. Nel frattempo ho montato le Lynx nere a 125, per un maggiore controllo, e soprattutto per una maggiore sensibilità. Non mi è dispiaciuto, e non ho ancora effettuato il custom. Credi possa andare bene? Perché in pratica, è come se non sentissi la palla sulla racchetta. Grazie sempre della disponibilità.

    • Certo, se con la corda hai risolto, perché andare a fare un custom? La Lynx non è una corda sensibilissima, ma è solida ed ha un certo grado di comfort di impatto, direi che si sposa bene con il telaio e non preclude nulla, essendo una corda abbastanza generica.

  11. Ciao Fabio, la Speed Mp come si comporta con i colpi potenti e con poco spin?
    Premetto che sono un 3° cat. che gioca prevalentemente da fondo campo e che spinge tanto, ma che ogni tanto scende anche a rete; diciamo che ho uno stile di gioco molto alla “Jannik Sinner”, ovviamente con le dovute proporzioni..utilizzo impugnature moderne, ma non gioco con tanto topspin.
    Vengo da una Babolat Pure Aero, la quale non mi aiuta tanto in termini di controllo, e credo che la Mp possa essere un buon compromesso tra controllo e potenza..magari aggiungendo qualche grammo per renderla più stabile. L’ho provata e non mi sembra per nulla male..
    Tu cosa ne pensi? Può andare bene per il mio livello e per il mio stile di gioco?
    (Ho provato anche la Speed Pro, ma mi sembra un po’ pesante e inoltre con il 18×20 ho tanto controllo, ma sacrifico molta potenza..e forse a lungo andare potrebbe essere un poco stancante).
    Grazie in anticipo!!

    • E inoltre, che corde monteresti per avere un buon rapporto controllo/potenza? (Hawk Touch, Lynx ecc..)?
      Io momentaneamente uso le Rpm Blast 1.25mm sulla mia Aero, come starebbero sulla Mp?
      Grazie di nuovo.

      • Su Speed monterei Lynx o le ultime Lynx Tour, che risolvono un po’ il problema del controllo e soprattutto della sensazione di impatto. RPM Blast sono più rigide e durano molto poco, non le trovo adatte per chi ne fa un uso prolungato oltre le 3-4 ore.

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Speed MP 360+ è un telaio interessante perché ha un gioco completo e una buona potenza, anche se il controllo sul colpo piatto non è il primo aspetto è comunque discreto e, nella prestazione generale non delude. Può essere una buona scelta se cerchi la totalità, ma non il colpo piatto come prima opzione. Detto ciò, in alternativa, puoi valutare Yonex Ezone 100, che fa meglio in potenza, in stabilità e in controllo.

  12. L’upgrade al nuovo modello vale la pena per un giocatore di club, quarta categoria bassa bassa?
    Come caratteristiche può avvicinarsi alle classiche “facili”‘ come una prince o3 tour 290 gr , una CX200LS , Allwood 102 o una Gravity mp?

    • In realtà è anche più potente di quelle citate, ma è salita l’inerzia e di conseguenza è diminuita la maneggevolezza. Si tratta di un trattamento rinvigorente, che ha portato Speed ad essere più belligerante, ma anche più secca all’impatto e con un minore controllo generale perché la palla esce più violentemente. IN pratica è divenuta un po’ più “profilata”.

  13. Ciao Fabio, sto provando qualche racchetta perché dopo 6 anni con la mia radical pro xt penso sia l’ora di aggiornare. Io gioco a livello agonistico, un buon terza categoria. Per ora ho provato Yonex V core pro 310, blade v7 18×20 e speed Mp e devo dire che la head è quella che mi ha più convinto. Voglio provare anche la blade 16×19 ma il demo è sempre fuori ultimamente….

    Io gioco in top spin dritto e rovescio a una mano e uso il back spesso.
    Ci sono altri telai che mi consigli di provare? Vorrei stare basso in rigidità perché mi trovo meglio, massimo 65RA

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Venendo da Radical Pro, sei abituato ad un telaio che ha una sua potenza gratuita spiccata ed anche ad una rigidità intermedia, che rende l’attrezzo secco all’impatto, ecco perché speed ti soddisfa, perché in fondo è una versione 100 pollici di Radical.
      Se intendi fare un passaggio ad un telaio più classico, il test che dovresti fare, secondo me, è con la Radical Pro 2021, che si è assottigliata nel profilo e può avere dei risvolti positivi in termini di feeling, senza discostarti troppo da ciò che sei abituato ad usare.
      Blade 16×19 è un altro ottimo telaio, ma è meno gratuito in potenza e va spinto di più, con la variante della maggiore maneggevolezza rispetto alla versione 18×20. Molto interessante ed appagante come telaio, ma si discosta abbastanza dalla tua Radical. Se è quello che cerchi, allora è giusto inseguire il test, altrimenti, cerca prima la nuova Radical Pro.

  14. Grazie Fabio, non fa una piega!! La radical pro l’ho provata e sinceramente non mi giustifica l’affrontare la spesa di comprare due racchette nuove. Ottimo telaio ma troppo simile al mio.
    In generale sto cercando qualcosa che mi “aiuti” un po’ e la speed MP in termini di sweet spot e potenza sembra venirmi incontro. Ho toccato quota 40 e anche se sono abbastanza in forma sto cercando qualcosa che sia gentile al braccio e mi dia potenza e spin.
    Cosa mi dici della nuova Babolat pure strike 16×19? Vale la pena provarla o vado fuori strada?

    • Potesti provarla, insieme alla VCore Pro 100, due bei telai classici, che non sono potentissimi in assoluto, ma fanno frullare il braccio piuttosto facilmente per chi viene da telai di peso superiore e piatto più piccolo. Come feeling stanno messe bene, più la Yonex, mentre come spinta gratuita va più forte la Strike, che, come sai, è più rigida.

      • Grazie ancora per il tuo aiuto, alla fine ho provato un po’ di racchette in questo ultimo mese:
        VCore pro 310
        Blade 18×20
        Blade 16×19
        Pure Strike 98 16×19
        Speed Pro
        Speed MP
        Radical PRO

        (Vorrei provare la VCore 98)

        E credo proprio di scegliere la Speed MP che come feeling è quella che mi ha più convinto. L’ho provata con Head Lynx cordata 54 lb ed era una buona combinazione, la palla restava abbastanza a lungo sul piatto corde e c’era potenza.

        Lynx tour cosa mi dici?
        3 o 4 centimetri di peso aggiunto a ore 3 e 9 per stabilità?

        Grazie ancora

        • Evidentemente il piatto più grande, con la struttura rigida ti offre un supporto maggiore e ti lascia giocare con tranquillità. Sarebbe una scelta di sostanza e di supporto generale al gioco a tutto campo.
          Quanto alle corde, meglio Lynx che Lynx Tour, che è più rigida, meno potente e più sagomata, più adatta a controllo e spin.
          Per il peso, invece, aspetterei e proverei prima altre corde, anche un kg meno rispetto all’attuale, per lasciare più maneggevolezza ad un telaio che già parte alto con l’inerzia.

          • Ciao Fabio, prima di definire con l’acquisto volevo chiederti qualcosa in riguardo la Vcore nuova. Ho letto le tue recensioni e mi hanno convinto a prenotare un demo, mi consiglieresti più la 98 o la 100? Mi piacciono un sacco la potenza e lo spin della Speed, quale delle due si avvicina di più come prestazioni? La Speed mi ha un po’ deluso sul gioco a rete dove con Lynx ho poco feeling, la VCore potrebbe funzionare meglio nella volé e offrire la stessa potenza ?

            Grazie ancora per il tuo aiuto

          • Se cerchi feeling, prova la 98, che non ha troppa difficolta rispetto alla Speed e si muove anche meglio.

      • Ciao Fabio, ti volevo ringraziare per il tuo aiuto nella scelta della racchetta.
        Alla fine mi sono buttato sulla Yonex Vcore Pro 100, seguendo un po’ anche le tue indicazioni.
        Le ho ordinate ieri con due set up diversi, uno con la yonex Poly tour pro (gialla, blu non l’aveva) e la seconda con Solinco Hyper G soft e 2 grammi a ore 3-9.
        Tutte e due cordate 22/21.

        Cerco un impatto soft, buttery e vorrei tanto spin a disposizione. Pensi che questi set up siano buoni o mi consiglieresti qualcos’altro?

        Grazie ancora

        • Sono due buoni setu, il primo in generale e il secondo per controllo e spin. Aggiungerei un test con la Fire, perché ha un buon connubio di spinta e spin, senza essere sagomata, cosa che ti lascia sempre le corde più scorrevoli alla lunga. Come tensione, puoi anche andare su 21/21 o 21/20, il telaio controlla anche più in basso.

          • Si io volevo fare 21/20 però il mio rivenditore mi ha suggerito un kilo in più su racchetta nuova perché alla prima cordatuta dice che perde un pelo di tensione subito.

            Fire l’avevo provata sulla Vcore 98 e mi aveva dato l’idea di essere rigida come corda.

            Venendo io da anni con 4G Luxilon (io vivo in Australia e purtroppo la versione soft non la importano più) potrebbe essere una opzione positiva per questo telaio?

          • Non è la stessa cosa, ma sono entrambe corde abbastanza rigide e da controllo. Non è che la soft sia tanto più dolce di impatto, quindi puoi risolvere scendendo di un kg con la tensione. Fai un primo test con quelle che hai, potrebbero già andare bene.

          • Ciao Fabio, le ho provate oggi un paio d’ore e devo dire le corde si comportano bene, la Hyper G ha forse un’uscita un po’ più alta. Quell’ex tra grammo a ore 3-9 mi è piaciuto, aggiunge un pelo di stabilità che forse manca.

            Un ultima cosa volevo chiederti prima di lasciarti in pace….se metto un overgrip sottile devo poi mettere un piccolo peso in testa per ribilanciare / polarizzare?

            Grazie ancora e viva il tennis 😉

          • No, tranquillo, l’overgrip non polarizza, perché è disteso su una superficie lunga e arriva in punti abbastanza ininfluenti.

  15. Ciao Fabio, sono un amatore 47enne livello da 4.5 a 4.3 a seconda delle giornate 🙂
    Gioco ormai da anni (forse troppi) con wilson pro open del 2015 incordata ibrido revolve / velocity 23/23 o anche full multi velocity 24/23 e da anni vorrei trovare un tellaio più moderno ma non troppo dissimile dalla pro open che sia tollerante ed aiuti un pò in spinta in fase difensiva, ma che possa essere anche sufficientemente cattivella ed incisiva quando si mettono i piedi dentro al campo e serva tirare un bel vicente o quasi.
    Ho una impostazione abbastanza classica, arroto il giusto che serve …non uso impugnature estreme e mi piace molto la “comunicatività” di impatto palla che la pro open ti offre nonostante sia una profilata
    Mi sono letto quindi la tua recensione per questa speed 360+ MP ma anche quella per il precedente modello “solo 360” ed ho l’impressione che forse per uno come me sia quasi meglio provare prima il modello 360 (è meno impegnativa da gestire come inerzia, l’impatto meno secco, offre comunque buona spinta e spin) per poi valutare un eventuale acquisto di un secondo telaio più agonistico (360+) solo se mi trovassi davvero bene con la 360.
    Che dici può essere una buona idea per procedere?
    Partendo dal mio ibrido posso mantenere le stesse corde e tensioni che uso con la wilson oppure è meglio scendere di un kilo su tutto?
    Grazie mille per l’aiuto e davvero complimenti per il sito, sicuramente uno tra i migliori sul panorama web italiano!

    • Ciao, credo che la tua linea sia corretta e che la 360 possa essere più adatta rispetto alla 360+, ma solo per la questione inerzia.
      Tuttavia, se vuoi un telaio più recente, puoi considerare la 360+, magari scegliendone una con inerzia un po’ più bassa (con l’aiuto del tuo negoziante) perché è vero che è più secca, ma anche più efficace nel cambio di ritmo.
      IN ogni caso, sia 360 che 360+ sono una buona scelta nel tuo caso, per non rinunciare ad un po’ di impatto e avere una maggiore resa rispetto alla Pro Open.
      p.s. chiaramente, la 360 la trovi a prezzi molto più interessanti.

  16. Ciao Fabio puoi farmi un paragone tra questa head e la sx300 dunlop .
    Dalle tue parole si evince che entrambe sono massicce e stabili e abbiamo uno spin ottimo e non siano il massimo di maneggevolezza data l’inerzia sui 327/329 gr .
    Però sia nei pregi che nei difetti sembra essere sempre un po’ superiore la dunlop in ogni settore .
    Quindi mi chiedo quali siano i vantaggi della head ? Come pesantezza di palla come siamo messi?
    Grazie mille in anticipo

    • Head ha un maggiore controllo generale, quindi non solo sul colpo piatto, mentre la Dunlop ha un vantaggio di spin massimo e di comfort. Inoltre, la speed è più maneggevole ed ha uno spin facile, ma non così elevato come per la SX 300.

      • Grazie mille !
        In base alla mia esperienza questa racchetta con le corde giuste è veramente un bel connubio di potenza pura ( palla pesante) e controllo,stabilità .
        Il peso di 300 grammi e l’inerzia maggiore inizialmente possono storcere il naso ma poi inizi ad apprezzare di avere tra le mani una racchetta agonistica ma con una buona maneggevolezza e un ottima tolleranza .
        Non so se il futuro si sposterà verso materiali leggeri che consentono di avere pesi bassi e inerzie alte però potrebbe essere un’ottima strada per ovviare a racchette prestazionali ma troppo rigide .
        Inoltre con tutte le altre racchette profilate che ho provato c era meno stabilità e meno complessità di palla e tutte le boxed invece le ho trovate troppo tecniche e poco tolleranti .
        Grazie mille spero che le mie impressioni aiutino :))

        • Grazie per il tuo feedback, in effetti la versatilità di Speed è elevata ed è ance il suo punto debole, se vogliamo. Perché fa tutto abbastanza bene ed è un attrezzo da apprezzare alla lunga, ma nell’immediato non ti conquista per carattere. Un’ottima utilitaria, con qualche rinuncia in feeling e un colpo piatto non perfetto, ma con tanta sostanza.

  17. Ciao Fabio,
    complimenti innanzitutto per le ottime ed esaurienti recensioni. Passo alla domanda. Dopo anni con la Speed Pro (versione 2015) sono “sceso” alla Speed MP. Causa acciacchi devo limitarmi al 300gr… Discreto Over 50, 3.5 per capirci, regolarista di tocco. Ora ho più facilità nello spin, ma rimpiango lo slice che non si alzava, i dropshot ed il controllo a rete della Pro (soprattutto). Soprattutto con il mono facevo fatica, a rete e nelle palle corte sensibilità nulla (ovviamente sarà anche colpa mia, ma appena riprendevo la vecchia Pro…) mentre con il mio adorato vecchio multi Tecnifibre TGV non arrivavo alle 6 h. Ho trovato un discreto compomesso con un ibrido multi/mono Tecnifibre , ma anche qui chiaramente la durata è minima e a rete manca ancora qualcosa, anzi tantino, soprattutto quando il livello si alza. Qualche multi da suggerire oppure devo rassegnarmi in quanto è una “mangiacorde”? O altra opzioni di mono più morbido (ho letto che parli bene della Lynx)?
    L’altra opzione: ero tentato dalla Yonex VcorePro 100, sia leggendo la tua recensione, sia per consigli di conoscenti. Che ne pensi? Grazie e ancora complimenti

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Per addomesticare lo spin della Speed MP, puoi pensare o ad un ibrido Lynx 1.25/velocity 1.30 oppure ad un multi più solido, così da evitare di dover salire troppo con la tensione e perdere impatto. Puoi partire anche solo con il Velocity per una scelta economica, altrimenti hai soluzioni come HDX Tour di tecnifibre, Rexis di Yonex o Gamma Ocho XP un multi ottagonale.
      Chiaramente, parliamo di aggiustamenti rispetto al comportamento del telaio, che non ha dalla sua una vera uscita piatta e tende sempre ad essere generoso nella restituzione di potenza facile ed effetti. Altra cosa sarebbe andare su un telaio classico, come la VCore Pro 100, che parte con una uscita più classica, ma modulabile con il braccio per accentuare lo spin.
      Considerando, però, che il pattern più stretto ti aggrada di più, proverei a pensare a qualcosa con questo tipo di caratteristiche, ma più giocabile rispetto a Speed Pro, come Prince TXT Tour 100P o Volkl V 8 Pro o, altrimenti, Head Gravity Tour, come classica.

  18. Ciao Fabio!! complimenti per quello che fai!!! volevo chuederti…ho una Blade 98 countervail e voglio abbandonarla perche ho dei problemi lievi a entrambi i gomiti…nulla di che ma si stanno cronicizzando….il mio maestri dice di cercare un piatto da 100 per aiutarmi nei colpi…non voglio scendere di qualita e solidita della racchetta…non sono un fenomeno ma mi piace picchiare….mi son trovato molto bene co Speed MP 360+ e ti volevo chiedere se faccio una caxxata a prenderla visto lo swingweight alto! grazie

    • Ciao Antonio e benvenuto nel Blog.
      Speed MP è una buona tuttofare, che però non ha né il controllo né il feeling di Blade. Tuttavia, per avere un telaio più facile è lo scotto da pagare. Non è una scelta sbagliata, soprattutto se hai trovato beneficio, ma sicuramente non è la più maneggevole delle 300 grammi ed anzi è una delle più cariche in circolazione, motivo per cui spinge molto bene.
      Se, invece, cercassi ancora più maneggevolezza, con un feeling molto buono, considera anche qualcosa come T-fight 300 RS, VCore Pro 100 e Pure Strike 100, che hanno una maggiore propensione al feeling e spingono giusto un po’ meno facilmente rispetto a Speed MP, ma puoi spingerle meglio di braccio, essendo più maneggevoli.

      • Grazie Fabio, alla fine l ho presa non riuscendo a provare la Vcore 100….mi ci trovo benissimo e l inerzia al momento non la sento…dopo 2 settimane che non uso Blade non ho piu dolore alle braccia (me la avevano incordata con Rpm a 23kg, credo sia stato quello anche se con il muktifilo precedente avevo cmq qualche problemino)…..
        Grazie intanto, con spedd mp 360+ gioco meglio che con Blade, anche se servizio, back e tocco di palla ho notato dei peggioramenti….ma dritto e rovescio vanno forte e profindi……grz

  19. Ciao,
    Seguo da qualche settimana il tuo interessante blog. Sono un “tennista occasionale” che ha ripreso da qualche mese la racchetta in mano dopo 20 anni, non sono di certo un principiante ma non posso definirmi un “tennista da club”, giocando una volta alla settimana quando va bene. Ho ripreso con una mia vecchissima racchetta (Maxima…) e pesandola vedo che sono 340gr incordata. Provando ad impugnare o fare qualche scambio con le racchette leggere per il mio livello intermedio (270-290 gr) mi sembrano leggerissime. Ero orientato su questa Speed MP o MP Lite più adatta ad un intermedio senza troppe pretese, ma la sensazione della leggerezza non vorrei che mi facesse cambiare racchetta troppo presto. Pensi sia facile adattarsi al calo peso o è meglio puntare già ad una racchetta più robusta? Grazie, Ciao Andrea

    • Ciao Andrea, benvenuto nel Blog.
      Capisco perfettamente che ti senti catapultato in un mondo totalmente diverso rispetto alla tua Maxima, ma un aggiustamento del peso dell’attrezzo è necessario per le nuove condizioni di gioco, molto più veloci che in passato.
      Al tal fine, una Speed MP, sebbene pesi solo 300 grammi, ha una inerzia importante e può darti facilità e solidità di gioco. Non è un telaio sensibilissimo, ma è il prezzo da pagare per la maggiore facilità di uscita di palla e del comportamento all-round.
      Nel tuo caso, non andrei su telai al di sotto dei 300 grammi, che anche per molti tennisti moderni risultano eccessivamente leggeri.
      Se può aiutarti, dai uno sguardo alla comparativa dei telai da 300 grammi che ho realizzato e che trovi sia in home page che nella ricerca. Speed è interessante, ma credo che soddisfare una maggiore sensibilità, nel tuo caso, possa aiutarti a sviluppare più feeling con il telaio, soprattutto se hai intenzione di scendere con il peso.

  20. Buonasera, vorrei sostituire la mia head Speed XT MP con una racchetta che potesse darmi più spinta senza rinunciare troppo a controllo e maneggevolezza che contraddistinguono SpeedXT. Gioco preferibilmente da fondo piatto o con poco spin, rovescio ad una mano e poco back. Ho provato qualche profilata tipo Pure Drive e Pure Aero ma mi sembrava di snaturare il mio gioco, soprattutto con PA. Pensavo quindi che Speed 360+ potesse essere la sostituzione ma dai vari commenti mi viene qualche dubbio. Pensi abbia senso provarla o dirotteresti su altro (tipo Yonex Ezone 100)? Grazie

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Speed XT è abbastanza più maneggevole rispetto alle attuali versioni, che hanno anche 10 e più punti di inerzia in più rispetto a prima. Ciò significa che sono più potenti e più solide, ma meno maneggevoli. Per questo motivo, prima di fare l’acquisto, è bene che le provi. IN alternativa, se non ricerchi un telaio così solido, ma desideri controllo, giocabilità e un discreto feeling, Gravity MP è una soluzione diversa, ma molto piacevole, così come Ezone 100 od anche VCore 100, che, però, richiede sempre un po’ di spinta dal braccio per funzionare al meglio. Tuttavia, ripeto, Speed XT è più maneggevole di tutti i telai citati e sarebbe cosa buona e giusta provare almeno una di queste racchette per capire se reggi la maggiore inerzia e come.

  21. Ciao,utilizzo questo telaio da qualche tempo ma sembra sempre che mi manchi un po’ di velocità di palla………sono consapevole di non avere una grande tecnica ma compenso con una buona preparazione fisica e comunque ho un dritto abbastanza carico che mette in difficoltà l’avversario fino ad un livello 4.1/3.5……….quale potrebbe essere un’alternativa per avere una velocità di palla maggiore senza penalizzare lo spin………avevo pensato a dunlop sx300,ci può stare?

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      SX 300 ha molta massa a disposizione, con una buona potenza, ma con un controllo sul colpo piatto che non aiuta molto, se il braccio non è sicuro. In tal senso, Head Speed è più rassicurante, con un po’ di controllo e gestione generale più facile.
      Prima di darti un consiglio sulla racchetta e rompere un equilibrio, dimmi come la incordi, per capire se c’è margine di soluzione con un altro armeggio.

    • Certo, è più rigida, ma se non hai quello che vuoi con una corda soft, bisogna ricercare altri strumenti utili per risvegliare il telaio. Con una tensione adeguata, nessuna corda è spaccabraccio, a meno che non sia una schifezza a livello qualitativo.

      • Ciao,mi è capitato di poter utilizzare una blade 98 cv6(praticamente il penultimo modello) e devo dire che nelle 5/6 ore che l’ho provata la sensazione è stata più che positiva
        Ora la cosa strana è che mi sembra di avere una palla più pesante e profonda con minore sforzo rispetto alla speed(con la quale quando cerco la profondità in realtà giocando una palla forse troppo carica mi esce corta……..nn so se riesco a spiegarmi)
        Detto questo sono molto indeciso su un eventuale cambio di racchetta visto che nel tempo sono passato dalle classiche profilate alla speed mp ed ora sembrerebbe che mi trovi bene con le 98 305 grammi
        Facendo questo passo cosa mi consigli tra la nuova blade 98,la pure strike 98e la radical 98………posso valutare anche altri telai ovviamente
        Grazie

        • Ti consiglio di attendere Blade 98 V8, in uscita a breve, perché ci sono dei motivi di preferenza rispetto alla V7 e alla Strike 98, che pesa molto in mano, mentre Radical MP potrebbe essere una scelta di mezzo tra la speed e la Blade. Non male la Radical, mi ha convinto sotto diversi aspetti, ma Blade è Blade e, se la reggi, ci sono pochi confronti da fare.

  22. Ciao Fabio, a livello di corde come vedi queste opzioni:
    1) Hawk touch 22/22
    2) Hawk touch + NXT 130 22/22
    3) Lynx tour + NXT 130 22/22
    4) 4G 22/22

    Con lo schema corde così aperto vale la pena provare un ibrido o pensi che la racchetta “sbrana” il multi in 3-4 ore?

    Ho visto è uscita la nuova Blade, a livello di spin per un fondocampista si avvicina alla speed MP? Con l’inerzia scesa a 323 sarei moooolto tentato di comprare le blade 16×19….cosa mi consigli nel caso?

    • L’ibrido è sempre una buona scelta, quindi, se desideri una racchetta più facile in potenza e dolce d’impatto, puoi Provare con Lynx Tour e NXT. Si consuma presto, vero, ma anche se non si consumasse, perderebbe tensione in maniera irregolare tra verticali e orizzontali.
      Quanto alla Blade, è sempre una classica da 98 pollici, che richiede un’attenzione diversa sul colpo. Lo spin è abbondante, ma il ritmo richiesto è indubbiamente più alto rispetto a Speed. Devi valutare soprattutto questo.

  23. Ok! Quando ho provato speed (cordata con Lynx) direi che quello che mancava non era la potenza ma il controllo quando il livello si alzava.
    Forse Hawk touch in full bed sarebbe una soluzione un po’ più “agonistica” e azzeccata?

      • Al momento avendo ancora un leggero golf elbow con le mie vecchie radical pro (2013) sto usando hawk touch con NXT a 22, prima usavo 4G ed effettivamente la racchetta si è un po’ spenta.

        Come lo vedi invece un ibrido Lynx Tour e Hawk Touch a 22 o 21?

        • Proverei soprattutto la Lynx Tour in full, magari a tensione più bassa per stemperare la sagomatura, che trattiene un po’ la palla. In compenso, Lynx tour ha la sua reattività, che può andare a ricercare un po’ la sensazione più piena di 4G. Non la pareggia, ma offre una buona base su cui lavorare.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Partner Ufficiale di TennisTaste