Head Graphene 360+ Extreme Tour

Extreme è la linea di racchette che Head dedica a chi cerca soprattutto spin e potenza, con racchette dai canonici 100 pollici di piatto, ma declinate in vari pesi, soprattutto 300, per Extreme MP, e 310, per Extreme Pro. La linea Extreme è stata rinnovata per ben 3 volte negli ultimi 3 anni, cosa abbastanza inusuale, ma se i primi due rinnovamenti sono stati abbastanza legati ad estetica e poco altro, questo terzo porta, oltre all’immancabile nuovo paintjob (in Head avranno davvero tanta vernice da usare) anche alcune novità di rilievo, che vanno a creare una gamma meglio diversificata che in passato (Qui la gamma completa con le novità). Ma il piatto forte della nuova linea Extreme è senza dubbio Extreme Tour, un telaio inedito per la famiglia in cui è stata inserita, ma che di certo non è una novità assoluta, visto che si va ad inserire, anzi ad accodare, e a breve vedremo perché, alla folta schiera di telai ibridi, un po’ classici e un po’ profilati, capitanati dall’inossidabile Ezone 98. Andiamo a vedere come Extreme Tour si comporta.

Head extreme Tour

Headsize 98 inch2
Peso 305g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 315 mm
Swingweight 318 kgcmq (incordata)
Rigidità 66 RA
Profilo 21-23-21 mm
Lunghezza 68.6 cm

L’estetica di Extreme Tour è dominata dal grigio satinato, un colore molto neutro, accompagnato dal giallo fluo che crea tutte le serigrafie, ma che è anche presente sulla base degli steli, con il taglio obliquo del colore e scende fino al manico, dove viene proposto il solito Hydrosorb Pro, adagiato sui pallets TK82S, quindi con una misura piuttosto risicata rispetto al resto del mercato, non tanto per il tappo del manico, dove l’avvolgimento abbondante crea un buon appoggio, quanto per la parte centrale, che invece risulta essere eccessivamente smilza. Il telaio è effettivamente inedito, un 98 pollici ibrido, dal profilo sottile, 21 al manico, 23 alla base del piatto e 22 millimetri alla testa, con una sezione flat abbastanza spessa nella vista frontale, con gli steli rastremati e svasati che creano un’immagine un po’ tozza nel centro del telaio, mentre il piatto ha la solita forma più allungata, tanto cara ad Head. Il pattern non è aperto, ma sono presenti gli Spin Grommets, molto larghi sulle verticali centrali e piatti, per l’oscillazione maggiore, sulle corde orizzontali. I dettagli non sono male, nonostante una scelta di colore abbastanza infelice, perché basta un overgrip per far sparire quasi tutto il giallo dal telaio e resta solo il grigio neutro, che molto ricorda la vernice di base delle carrozzerie. Ecco, Extreme Tour sembra un telaio lasciato a metà nella verniciatura, ma è probabilmente un effetto voluto.

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn

4 Comments

  1. Ciao Fabio,
    forse è la novità che ti ha deluso di più, leggendo tutte le recensioni fino ad ora fatte.
    non so se avevi (avevamo ) aspettative alte, ma per stare in quel segmento di telai, questa nuova extreme porta con se troppe criticità.
    A dire il vero, vista in foto la prima volta, mi pareva la Radical, al di la del peso.
    Se poi penso che le mie MP sono portate al peso più o meno della Extreme Tour, tra le due non c’è proprio paragone.
    La Radical, MP, è una racchetta sicuramente meno universale, ma confrontandola con la racchetta oggetto della recensione mi sembra avere una propria identità, cosa che la extreme non credo che l’abbia in questa versione tour.
    ciao

    • Esattamente, manca identità, manca lo spin delle Extreme e la giocabilità delle Radical. Purtroppo è anche scarsa in potenza. È una 305 che dovrebbe tenere il confronto con una Blade anche. Non ci siamo proprio.

  2. Did you tried to customize it and see how it will react ?? It has very low SW and most of the people I read don’t play it on stock form.

    • I did it, with just a little of lead tape at 12, to increase the SW. I tried with 1 and 2 grams and found the 2 the best way. The power is enough this way, but the spin is not very high. It seems to be more an Instinct Tout than an Extreme Tour. If i read Extreme on stems i expect another kind of spin, but, all in all, the control is very good even in stock form.

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

La tua opinione conta!

Scrivi la tua recensione su
Tennistically.com

Translate »