Head Graphene Touch Prestige Tour

Home Forum Ask TennisTaste Head Graphene Touch Prestige Tour

  • Questo topic ha 2 risposte, 2 partecipanti ed è stato aggiornato l'ultima volta 8 mesi fa da AvatarAle.m.
Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Autore
    Post
  • #10631
    Ale.m
    Partecipante

    Buonasera,
    facendo seguito al mio intervento sotto il test della dunlop CX 200 LS ed essendo ancora alle prese con la confusione e con il dolente gomito, forse sto vedendo la luce. Seppur flebile.
    Tra fisio, riposo, ghiaccio, antinfiammatori, fasce copper heal, powerball ecc le cose stanno andando pian piano in miglioramento.
    Ho definitivamente provato a mettere in armadio le PD 2018 concentrandomi sulla Prestige Touch Tour con grip in cuoio e incordatura 21/20.
    Essendo più flessibile e forse anche per altri motivi (a me oscuri) sto soffrendo molto di meno.
    Ora sono piuttosto intenzionato a provare a fare qualche test con altri attrezzi.
    Ti chiedo, data la mia profonda ignoranza, alcune informazioni così da capire la strada da percorrere.

    – per evitare i dolori a gomito e altre parti è meglio una racchetta più leggera o più pesante (e perché)
    – la prestige tour mi piace, molto. non è facilissima però. La nuova in uscita in che cosa si differenzia? ci sono miglioramenti sostanziali o si rimane li?
    – la donnay allwood è simile alla mia? Varrebbe la pena provarla per un eventuale affiancamento? Meglio rimanere in Prestige?
    – la black ace è più difficile della mia prestige? Potrebbe essere una alternativa?

    a livello gioco sono così.
    Ho un gioco abbastanza classico. Rovescio ad una mano che riesco ad alternare tra back piatto, dritto più verso il piatto. Un discreto servizio con una buona prima ed una seconda in lenta sicurezza. Come livello, per quello che valgono le classifiche, sono un 4.1 mediocre.

    Ringrazio

    #10645
    TennisTaste
    Amministratore del forum

    Per evitaredolori al braccio, il telaio deve essere giusto, ovvero né troppo pesante né troppo leggero. Bisogna fare un’attenta valutazione dell’opportunità, come stai facendo, attreaverso i test diretti. Insieme al giusto telaio, delle corde, per tipologia e tensione, adatte al caso, completano il discorso prevenzione e protezione.
    Il telaio in uscita, Graphene 360+ Prestige Tour, di fatto è una riedzione della precedente, con un peggioramento in termini di feeling e una maggiore rigidità del fusto per la ricerca di una potenza, che, onestamente, non ho trovato.
    La donnay Allwood è un telaio più potente, flessibile, sensibile, facile e protettivo rispetto a Prestige Tour, con una prestazione più immediata e una esperienza sensoriale notevole (ancor di più nel modello in uscita tra qualche giorno). Allwood è il best seller di Donnay, un giro, secondo me, dovrebbero farlo tutti colori che sono a cavallo tra la classia e la profilata.
    La Black Ace, invece, condivide la tecnicità della Prestige Tour, ma con più feeling e un’uscita di palla più sostanziosa a parità di forza impressa. Nonostante ciò, l’inerzia c’è e il telaio va mosso con un po’ di forza. Il genere è lo stesso di Prestige Tour, ma con maggiore identità nel feeling e nella prestazione.

    #10721
    Ale.m
    Partecipante

    Ti ringrazio,
    molto gentile

    ti saprò dire come stanno andando i test
    A presto

Stai visualizzando 3 post - dal 1 a 3 (di 3 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.
Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su linkedin
LinkedIn
Riproduci video

Il primo ed unico sito in cui le recensione la scrivi tu!

Negozi Partner


universotennis


Translate »

Una storia di successo