Yonex VCORE SV 95

La nuova linea di Yonex, VCORE SV, segna il ritorno di una misura di piatto-corde che mancava da diversi anni nel catalogo Yonex. VCORE SV 95 è infatti la nuova racchetta MidPlus, vera, che l’azienda giapponese pone al vertice della rinnovata offerta di telai, rinnovando la tradizione del 95 pollici isometrico. Già vi avevo anticipato qualcosa durante il Demo Day Yonex  ed ero rimasto piacevolmente colpito per tutta una serie di motivi, che vi dirò a breve.

Dopo avervi parlato della VCORE SV 98, oggi, quindi, è il turno della sorellona VCORE SV 95.

Scheda Tecnica:

Head size: 95 sqi
Peso: 310g
Bilanciamento: 310 mm
Swingweight: 326
String Pattern: 16×20
Rigidità: 64 RA (rilevata)
Profilo M-C-T: 20-21-21 mm
Lunghezza: 27 pollici (Standard)

sv95_3

L’estetica, come per il modello da 98 pollici, è dominata dal rosso glossy, molto carico, vivido, che sembra quasi liquido per l’intesità della vernice, accompagnato dal nero del cuore e da serigrafie che riprendono una trama un po’ grafite, un po’ pelle di serpente. Molto aggressiva nell’aspetto, ma anche ricca, perchè realizzare una vernice lucida è sempre un azzardo, ma Yonex è riuscita nell’intento e il telaio ha un aspetto premium, bello anche da toccare, perchè non vi sono rilievi nei passaggi tra il rosso eil nero o nelle zone di diversa intensità di colore. Il segreto è nel numero di strati di vernice, che regala una profondità tridimensionale ai disegni e rende il tutto molto fluido alla vista. Le forme sono le tipiche isometriche, ma applicate ad un piatto 95, non stretto e piuttosto regolare, infatti non spaventa alla vista e difficilmente a prima occhiata si direbbe che si tratti di un 95 pollici. Il sistema Aero Fin, poi, aggiunge le ali aerodinamiche alla testa del telaio, sia all’interno che all’esterno, ma ben integrate nell’estetica generale. Fa capolino la sigla “SV” in azzurro/verde, un scelta cromatica che , ormai, è divenuta protagonista in tutte le nuove racchette Yonex, ad identificare i diversi modelli. La forma del manico è la solita, e apprezzata, del marchio giapponese, che ha introdotto il nuovo tappo con scalino già dalla precedente serie Duel, capace di alloggiare il Sony Smart Sensor e molto efficace nella presa, oltre che nello scaricare la mano e il polso dalla presa. Un telaio ben fatto sotto molti punti di vista, anche in qualità di costruzione e testimoniato dalle specifiche quasi perfette del modello in prova, 309 grammi, 31.1 cm di bilanciamento e rigidità 64, contro i 65 dichiarati. Risultati molto più che soddisfacenti.

6 Commenti su Yonex VCORE SV 95

    • Ciao, molto dipende da cosa cerchi, perchè la Prestige Ig Pro, oltre ad essere una delle mie Prestige Preferite, è anche anche una della più cattive. Sinceramente la sostituirei con la SV 98 e non la 95, che è più da gioco classico, con spin facile sui colpi, ma la cattiveria sui colpi offerta dalla 98 è superiore e può annullare il gap con IG prestige Pro. Se iltuo tennis, però, è fluido, anche la 95 è una bella scelta, perchè controlla di più e lascia sentire proprio bene la palla, senza impegnare eccessivamente il braccio. Tuttavia, come detto, la Preferenza, epr genere, va verso la 98.

  1. Grazie per la risposta. Il mio gioco è attacco da fondo, uso molto il back, sto cercando di modificare il mio gioco venendo spesso avanti visto che spingo bene da fondo e quindi chiudere a rete: la Prestige mi sembra un tantino esigente a rete, intanto mi vado a rileggere la tua recensione sulla SV98 😉

    • La 98 è più potente dal fondo e comunuqne molto precisa, coninuo a pensare che sia la scelta più adeguata. Ha anche un ottimo back e una buona reattività a rete, come anche la stabilità. La 95 è un telaio interessante, ma credo che in Yonex sappiano del maggior valore della 98 in campo.

Lascia un commento