Yonex VCORE SV 95

La nuova linea di Yonex, VCORE SV, segna il ritorno di una misura di piatto-corde che mancava da diversi anni nel catalogo Yonex. VCORE SV 95 è infatti la nuova racchetta MidPlus, vera, che l’azienda giapponese pone al vertice della rinnovata offerta di telai, rinnovando la tradizione del 95 pollici isometrico. Già vi avevo anticipato qualcosa durante il Demo Day Yonex  ed ero rimasto piacevolmente colpito per tutta una serie di motivi, che vi dirò a breve.

Dopo avervi parlato della VCORE SV 98, oggi, quindi, è il turno della sorellona VCORE SV 95.

Scheda Tecnica:

Head size: 95 sqi
Peso: 310g
Bilanciamento: 310 mm
Swingweight: 326
String Pattern: 16×20
Rigidità: 64 RA (rilevata)
Profilo M-C-T: 20-21-21 mm
Lunghezza: 27 pollici (Standard)

sv95_3

L’estetica, come per il modello da 98 pollici, è dominata dal rosso glossy, molto carico, vivido, che sembra quasi liquido per l’intesità della vernice, accompagnato dal nero del cuore e da serigrafie che riprendono una trama un po’ grafite, un po’ pelle di serpente. Molto aggressiva nell’aspetto, ma anche ricca, perchè realizzare una vernice lucida è sempre un azzardo, ma Yonex è riuscita nell’intento e il telaio ha un aspetto premium, bello anche da toccare, perchè non vi sono rilievi nei passaggi tra il rosso eil nero o nelle zone di diversa intensità di colore. Il segreto è nel numero di strati di vernice, che regala una profondità tridimensionale ai disegni e rende il tutto molto fluido alla vista. Le forme sono le tipiche isometriche, ma applicate ad un piatto 95, non stretto e piuttosto regolare, infatti non spaventa alla vista e difficilmente a prima occhiata si direbbe che si tratti di un 95 pollici. Il sistema Aero Fin, poi, aggiunge le ali aerodinamiche alla testa del telaio, sia all’interno che all’esterno, ma ben integrate nell’estetica generale. Fa capolino la sigla “SV” in azzurro/verde, un scelta cromatica che , ormai, è divenuta protagonista in tutte le nuove racchette Yonex, ad identificare i diversi modelli. La forma del manico è la solita, e apprezzata, del marchio giapponese, che ha introdotto il nuovo tappo con scalino già dalla precedente serie Duel, capace di alloggiare il Sony Smart Sensor e molto efficace nella presa, oltre che nello scaricare la mano e il polso dalla presa. Un telaio ben fatto sotto molti punti di vista, anche in qualità di costruzione e testimoniato dalle specifiche quasi perfette del modello in prova, 309 grammi, 31.1 cm di bilanciamento e rigidità 64, contro i 65 dichiarati. Risultati molto più che soddisfacenti.

20 Commenti su Yonex VCORE SV 95

  1. Ciao Fabio, se possibile ti chiedo un confronto con un altra 95, la Burn FST 95, sono intrigato dal possedere un telaio mid che non ho mai nemmeno provato e vorrei un tuo consiglio. Grazie come sempre un caro saluto

    • Ciao, molto dipende da cosa cerchi, perchè la Prestige Ig Pro, oltre ad essere una delle mie Prestige Preferite, è anche anche una della più cattive. Sinceramente la sostituirei con la SV 98 e non la 95, che è più da gioco classico, con spin facile sui colpi, ma la cattiveria sui colpi offerta dalla 98 è superiore e può annullare il gap con IG prestige Pro. Se iltuo tennis, però, è fluido, anche la 95 è una bella scelta, perchè controlla di più e lascia sentire proprio bene la palla, senza impegnare eccessivamente il braccio. Tuttavia, come detto, la Preferenza, epr genere, va verso la 98.

  2. Grazie per la risposta. Il mio gioco è attacco da fondo, uso molto il back, sto cercando di modificare il mio gioco venendo spesso avanti visto che spingo bene da fondo e quindi chiudere a rete: la Prestige mi sembra un tantino esigente a rete, intanto mi vado a rileggere la tua recensione sulla SV98 😉

    • La 98 è più potente dal fondo e comunuqne molto precisa, coninuo a pensare che sia la scelta più adeguata. Ha anche un ottimo back e una buona reattività a rete, come anche la stabilità. La 95 è un telaio interessante, ma credo che in Yonex sappiano del maggior valore della 98 in campo.

  3. Ciao Fabio, ti volevo chiedere questo confronto nel panorama delle racchette da 310 g che offre il mercato e secondo te quale offre le prestazioni migliori considerando comunque che ne faccia uso una persona che sa giocare abbastanza bene diciamo un buon 4.1 3.5
    le racchette che mi interessano sono queste qui:
    yonex v-core sv 95
    yonex v-core duel g 97
    Wilson prostaff 97
    yonex ezone dr 98
    prokennex q+5 pro
    sono 5 racchette con lo stesso peso e il bilanciamento pressoché identico ma volevo capire le differenze principali…se mi puoi illuminare ti ringrazio molto;)

    • Ciao, come anticipato, sicuramente la Duel 97 e la Pro staff 97 sono soicuramente adatte per quanto chiedi. Escluderei la SV 95, perchè già è perdente nel confronto con la cugina Duel G, mentre la DR 98, pur essendo un ottimo telaio, non ha il feeling diretto che cerchi, ma è una ottima tuttofare, solida e morbida, adatta a chi necessita di aiuto, ma vuole una racchetta molto duttile. Per quanto riguarda la Q+5 Pro, è un telaio molto confortevole, ma lo spin va forzato molto e, anche se offre una bella potenza facile, è adatta soprattutto ad un gioco piatto, senza grosse rotazioni né colpi strappati. In generale, sono tutti ottimi telai, ma con caratteri diversi, oltre che con caratteristiche offensive diverse.

  4. Ciao Fabio grazie della risposta, leggendo la recensione della sv 95 mi sembra la racchetta molto adatta a me visto che arrivo da una pro staff 95 ma la vorrei con un po più di spin e potenza, e mi sembra che la sv 95 abbia proprio queste caratteristiche cioè precisa con un buona connessione con la palla ma anche abbastanza potente e capace di buoni colpi si di piatto che in top. Io gioco principalmente cercando la precisione per far spostare l avversario e appena posso di entrare con i piedi dentro in campo e quando l avversario accorcia attaccare e scendere a rette.. Mi piace molto anche giocare di anticipo e appoggiarmi spesso alla palla del avversario. Gioco il rovescio a due mani ma mi piace giocare anche il back.. il servizio direi che uso tutte e tre le soluzione la prima botta di piatto o slice ad uscire e la seconda in kick … detto cio vorrei capire meglio perché mi sconsigli questa sv 95 rispetto ad altre racchette cittate prima tipo la duel g, la prostaff o la sv 98.

    • Il fatto è molto semplice, la Sv 98 ha una amrchia in più per la spinta rispetto alla 95, che offre più feeling, ma è meno cattiva sui colpi. Oltretutto, la 98 è decisamente più tollerante e capace di rotazioni, oltretutto in recupero c’è un abisso di resa a favore della 98. Se il tuo gioco è proprio classicissimo e non hai bisogno di tolleranza, allora la 95 può darti belle soddisfazioni, anche perché è molto facile da muovere, ma devi considerare che il piatto 95 e il peso leggero non possono spingere quanto un 98 con maggiore inerzia. Feeling o resa? 95 o 98? Ecco.

  5. Ciao Fabio, sarei interessato a conoscere un tuo confronto con la Donnay Pro One 97 pentacore 16×19 visto che le hai provate tutte e due? Io ho provato la sv95 e mi ha ben impressionato, si gira molto bene ed è molto divertente e più facile di quel che potrebbe sembrare… Nei recuperi come dici tu ci sono telai che lavorano molto meglio e forse secondo me di può lavorare di custom per aumentare stabilità (non eccelsa) e sweet spot…Avresti idea di dove mettere una decina di grammi complessivi per migliorare questi aspetti?

    • Ciao, beh parliamo di due ottimi telai, che spingono e offrono sostanza sia in spin che piatto. La differenza sta soprattutto nel tipo di feeling che offrono, con la Yonex più secca e diretta e la Donnay che fa il verso alle Prestige di un tempo. Per un custom sulla SV 95, penserei soprattutto ad un manico in cuoio e 2+2 grammi ad ore 3 e 9, per stabilizzare un piatto abbastanza stretto.

      • ciao Fabio, quali differenze principali trovi tra la SV 95 e la SV 100? Tra le due quale consiglieresti per un 4 categoria con un gioco piuttosto piatto e attacca da fondocampo cercando colpi precisi profondi e angolati? Come comfort e assenza di vibrazioni sono simili? grazie

        • Ciao e benvenuto nel Blog!
          Parliamo di due telai profondamente differenti, con la 95 che è un telaio molto più classico e sottile, con un piatto contenuto, mentre la 100 è una profilata, più rigida e votata alla prestazione. Per un quarta categoria, considerando che la facilità è ciò che biosgna premiare prima di tutto, la 100 è di sicuro più redditizia, anche se la sua propensione è erp le rotazioni piuttosto che per il colpo piatto. In tal senso, Yonex ha sempre dato la preferenza alla serie DR per il colpo meno esasperato di spin, pertanto ti direi di apzientare nell’attesa di pubblicare la recensione della nuova DR 100, in uscita nei prossimi giorni. Altrimenti, se proprio vuoi un telaio preciso sul colpo piatto, senza essere troppo impegnativo, puoi pensare alla Duel G 100, che associa le caratteristiche di una classica, ma con la semplicità di gioco del piatto 100 pollici.

          • grazie per la risposta. attendo la recensione della DR 100. La conoscerai sicuramente, la VCore F93..dovrebbe essere il modello precedente alla SV95…ci sono differenze tra le due? grazie

          • Beh, la 93 è un telaio davvero ostico, non è la versione precedente della SV, ma una linea indipendente, con la quale Yonex ha tentato di inserire, con poco successo, lo schema 16×21. Non sono affatto male le racchette della lina Tour F, ma richiedono tecnica e una grande padronanza dei movimento, perché lo spin non è affatto gratuito e la potenza va ricercata bene con gli impatti veloci e di controbalzo.

  6. Ciao Fiabo, potresti farmi un confronto tra questo 95 pollici Yonex e telai di impostazione nettamente classica tipo Dunlop NT Tour che hai testato o Head Prestige mp di qualche generazione fa per intenderci?
    Grazie

    • Ciao, la Sv 95 ha dalla sua una configurazione già efficace, con una polarizzazione già presente, che dona maggiore spinta e aiuto rispetto ai 95 classici che citi. Il telaio è classico, ma offre quello spin che molti telai simili, quasi tutti 18×20, non hanno nel proprio bagaglio. Praticamente Yonex ha creato una racchetta che desse feeling, gioco piatto e controllo, ma più facile da swingare e che sapesse anche tirare fuori rotazioni e spinta più facilmente. Una 95 moderna, usabile.

Lascia un commento