Yonex VCore Pro 97 330

Yonex VCore Pro 330, la racchetta associata all’immagine del campione svizzero Stan Wawrinka, è la protagonista assoluta della nuova linea di racchette che sostituisce le apprezzate Duel G. Se la VCore Pro 100 punta alla giocabilità, con una spinta rinnovata, e la VCore Pro 97 310 migliora l’aspetto della pienezza di impatto e di facilità di uscita di palla, anche in spin, VCore Pro 97 330 è il top della gamma e promette, mantenendole, le prestazioni più elevate della linea.

 

Headsize 97 inch2
Peso 330 g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 310 mm
Swingweight (incordata) 328 kgcmq
Rigidità 65 RA
Profilo 20 mm
Lunghezza 68.6 cm

L’estetica della VCore Pro 97 330 è del tutto identica a quella delle sorelle da 300 e 310 grammi, con la quale condivide anche lo stampo ed è impercettibilmente uguale. Il telaio abbandona il nero di base per un più elegante blu-grigio scuro, realizzato con un tocco di vernice gommata, minimo, ma che offre un touch and feel notevole. Il colore di base è impreziosito con delle variazioni di blu e di nero, con effetto tono su tono, che si nota solo guardando da molto vicino la racchetta. I quattro angoli del piatto isometrico sono poi rimarcati con una trama marmorizzata, nera e blu, insieme ad un disegno di stile quantico, realizzato in arancio/rame, molto brillante. Lo stesso colore è adoperato per tutte le altre serigrafie, dalla nomenclatura al marchio Yonex, oltre che per il fascione “VCore” all’interno del piatto corde. Il mold, la stampo della racchetta, ad una prima occhiata sembrerebbe invariato, ma ci sono importanti novità nella struttura, a cominciare dall’attacco al manico, che diviene più pieno, senza svaso centrale, monolitico, per poi salire alla gola del telaio dove anche qui si riducono gli svasi e il cuore del telaio diventa più corposo e massiccio nella vista frontale. Non finisce qui, perché, con la riconferma della grafite Black Microcore, è stata inserita anche la Namd, una variante di grafite più elastica, nella zona degli steli, dove scompare la doppia rastrematura che aveva caratterizzato la Duel G, in luogo di uno scalino singolo. Bumper e passacorde, invece, restano invariati rispetto alla precedente versione, già ottimi, con il sistema di attrito per le corde. Al manico, si conferma il classico Yonex Synthetic Grip, che equipaggia l’intera gamma. Sottile e sensibile, ha una finitura microforata e crea una superficie con il canale di avvolgimento del grip abbastanza pronunciato. La forma del manico e la grandezza è invariata e rispecchia quanto già visto con le serie Ezone e SV, misura piena e grip sottile che fanno sembrare l’impugnatura leggermente più piccola della concorrenza. Il butt-cap è il medesimo su tutta la linea, con il tappo verde e lo sportellino removibile per accedere a steli ed hairpin. È abbastanza dritto, con un passaggio più marcato verso la fine, ma sempre scosceso. Ottimo l’assemblaggio, tutto combacia alla perfezione e non ci sono rilievi da fare quanto all’estetica.

5 Commenti su Yonex VCore Pro 97 330

    • La Pro Staff ha sempre una maggiorazione di spin sui colpi, mentre la VCore è più connessa all’azione del braccio. Inoltre, la RF97 è più rigida all’impatto, più secca, mentre la Yonex ha una sensazione più soft. Come potenza, sono molto simili, se la giocano, però c’è vantaggio di contorllo sui colpi piatti con la Yonex, mentre la Wilson raccoglie meglio i colpi in spin appena coperto.

    • Al di là del livello di gioco, è un telaio non semplicissimo da gestire nel lungo periodo. Bisogna allenarsi costantemente e tenerla a bada e trarne vantaggio. Sulle prime strega chiunque la usi, ma adottarla come telaio ufficiale è un’altra cosa ela 310 è più adatta alla gran parte dei tennisti in circolazione.

  1. Le Yonex sono sempre state nel mio cuore dai tempi della RD7. Adesso però mi risulterebbe parecchio impegnativa anche se è un telaio che quando impatta bene fa partire comodini e non palline… Impatto pieno, movimento aiutato anche dal peso con la giusta tecnica, come mettere un treno sul binario, usando bene l’arto non dominante. Che dire… Non farò la pazzia ma…. se potessi qualche palleggio incordata bassa col budello lo farei volentieri… ma la tentazione è forte… Comunque Bravo Fabio, ottime recensioni le tue. Continua così.

2 Trackback & Pingback

  1. Yonex VCore Pro 100 Alpha 290 - TennisTaste.com
  2. Yonex VCore Pro 97 310 - TennisTaste.com

Lascia un commento

Translate »