Un nuovo Tester a TennisTaste.com: Gianni Tessari entra in squadra

Cari amici, oggi siete circa 14.000 a seguirmi ogni mese e il lavoro è sempre di più. Dobbiamo mantenere il livello di informazione il più alto possibile, senza abbassare la qualità del supporto che ogni giorno vi offro nelle vostre scelte e nei vostri dubbi. Risulta chiaro che, di fronte a tanta mole di lavoro, da solo non ce la posso più fare e ho deciso di allargare la famiglia di TennisTaste.com.

Quando ero più giovane, e leggevo recensioni sulle riviste cartacee, uno dei nomi che ritrovavo spesso era quello di Gianni Tessari. Ho sempre apprezzato la sua terzietà e la sua competenza in fatto di racchette e, soprattutto di corde. Proprio per questo motivo, quando è venuta fuori l’opportunità di accogliere Gianni in squadra, non ci ho pensato due volte, perchè l’opportunità di crescita e di apporto tecnico è davvero importante.

Per capire il tenore del personaggio, basta considerare che ha collaborato con Tennis Italiano per 6 anni ed è un Verified Tester di Stringforum.net, il forum più autorevole per le recensioni sulle corde. Inoltre, Gianni Tessari ha le qualifiche di USRSA MRT (Master Racquet Technician), IRSA Tournament Stringer, UKRSA Tournament Stringer, oltre che IRSA Racquet Technician.

Al di là delle qualifiche e dei riconoscimenti, sicuramente non trascurabili, ciò che mi ha colpito di Gianni è la passione e lo studio che tutti i giorni mette nel suo lavoro. Ogni volta che ci sentiamo, per coordinare il lavoro, è sempre all’opera per modificare un manico, tastare una novità o customizzare una racchetta per un Pro o per un appassionato e ciò lo rende perfetto nell’ottica di TennisTaste.com, perché aggiunge ancora più passione e competenza ad un blog che vuole essere il riferimento, senza filtri, per i tennisti di ogni livello.

Vista la competenza e la conoscenza di tantissimi materiali, Gianni fornirà il suo supporto soprattutto testando corde, di ogni tipo, e sarà a vostra disposizione per consigli e chiarimenti, come ha sempre fatto anche il sottoscritto, che si concentrerà di più sulle racchette.

Ad maiora, semper!

20 Commenti su Un nuovo Tester a TennisTaste.com: Gianni Tessari entra in squadra

  1. Salve a tutti,vengo da un’infiammazione ai tendini della spalle e braccio,curata con un’infiltrazione di cortisone,ho in programma di fare un text con una yonex dr 100 300g. Che corde mi consigliate di far mettere? Un amico mi dice che questa racchetta essendo di profilo alto fa infiammare i tendini del braccio,è vero?

    • Ciao Renzo, assolutamente, il fatto che sia una racchetta profilata non significa che abbia una maggiore dannosità per le articolazioni. Molti sono convinti di ciò, ma la realtà è che ci sono tanti altri fattori che incidono, come la flessione e la gestione dinamica. Il più delle volte, le infiammazioni sono dovute a movimenti errati o forzati protratti nel tempo oppure a scelta di corde/tensione non adatta al proprio gioco e al telaio. Detto ciò, ti consiglio di provare con un multi di qualità, come Xone Tecnifibre o lo stesso Yonex 850.

  2. Ciao Fabio,scusa se ti stresso,l’ortopetico mi se continuo così x 10 dicembre potrò ricominciare a giocare,sono in attesa che mi arrivi la racchetta x il text,yonex ezone dr 100 300g,visto il problema che ho avuto ai tendini,x le corde già mi ai detto,che tensione mi consigli?

    • Sulla Dr 100 hai controllo anche a tensione bassa, quindi il multi può andare anche a 22 o 21 kg, senza alcun problema. Non andrei più giù, perché, proprio per l’infortunio che hai subito, le corde devono essere sempre a tensione ottimale e lavorare bene per attutire lo stress al braccio.

  3. Fabio,ti racconto la mia storia,sono in pensione,vivo all’estero in Transilvania Romania,sono stato sempre amante di questo sport,ma è da 2 anni e mezzo ho incominciato a prendere lezioni e a giocare assiduamente,nel 2013 ho comprato un Tecnifibre T.flah 300 che ho ancora,a fine 2014 mi avevano consigliato la Babolat aereo pro 300g.che non mi ci sono mai trovato bene,n on riuscivo a spingere da fondo,cosa che la vecchia Tflash riuscivo bene e giocavo sempre con questa.Nell’estate durante le ferie in Italia,ho riportato la Babolat indietro usata pochissimo e dopo aver provato diverse racchette ho preso la Yonex vcore si 98 305g,male non mi sono trovato anche se ci ho giocato poco x il problema sorto,che mi dici di questa racchetta? Leggendo anche le tue recessioni,come ti dicevo,mi sono fatto mandare in prova la Ezone dr100 300g,che differenza ci sono fra queste due racchette e se scendessi al peso di 285g? Da Aprile in poi gioco molte ore alla settimana.ti ringrazio vivamente.renzo

    • Se hai trovato beneficio con la T-flash, il genere più vicino, in Yonex, è la Dr 100. Per quanto riguarda il peso, non ci sono motivi ostativi a scendere sui 285 e la Dr in questo peso regala molte soddisfazioni, un telaio sempre completo, ma meno classico e più votato al gioco veloce. La differenza, invece, tra DR è Si è tanta e si nota soprattutto su tolleranza, semplicità di utilizzo e personalità, dove la SI ha sempre mostrato qualche limite. La Dr soddisfa indubbiamente di più e offre molta più giocabilità e stabilità all’impatto.

  4. Fabio,ho due racchette,Tecnifibre T.flash 300g(nera non so di che anno è)Yonex vcore si98 305g e la Ezone dr 100 300g che mi deve arrivare x fare un text,che se va come dici comprerò,che telai sono profilati o classici? ti sto seguendo e questo non lo so. Scusa la mia ignoranza ma sono acerbo,poi quà nella mia zona non ci sono negozi di tennis.Complimanti x quello che fai.Grazie renzo

Lascia un commento