Solinco Pro 10 – Test

Solinco, tra gli appassionati di tennis, è un marchio conosciuto soprattutto per le sue ottime corde, come la famosissima Tour Bite, ma non molti sanno che produce anche racchette. La gamma Solinco offre 3 tipologie di telai, Pro, Tour e Protocol. Pro e Tour sono telai dal sapore nettamente classico, ma con contenuti e proporzioni molto moderni. Pro e Tour condividono la stessa struttura, ma la prima offre un classico 18×20, votato al controllo, mentre la seconda un 16×19 piuttosto aperto, che genera molto spin. La Protocol, invece, è un telaio profilato, che unisce la facilità ad una flessibilità da racchetta classica. Tutte sono prodotte in 3 varianti di peso, 285, 300 e 325 grammi.
Tennis Taste vi ha già fatto conoscere la Protocol 325 ( qui la recensione Test Solinco Protocol 325) e oggi vi propone l’attrezzo più tecnico che offra Solinco, la Pro 10.

Scheda tecnica:
Headsize 98 inch2
Peso 325 g
Schema corde 18×20
Bilanciamento 320 mm
Swingweight (incordata) 343 punti
Rigidità 67 RA
Profilo 21 mm

Come sempre, partiamo dall’estetica. La Solinco Pro 10 è uno dei telai più belli sul mercato, totalmente cromato, tendente allo scuro, con i soli inserti di grafite a vista ad ore 3 e 9 del piatto corde. Un design molto pulito, le forme classiche e il profilo da 21 mm la rendono sinuosa e molto piacevole allo sguardo, ma anche il tatto ringrazia, perché i materiali sono molto piacevoli anche da toccare. Sotto al sole, o alla luce dei riflettori, non passa assolutamente inosservata e si nota subito. Il telaio ha fattezze che rincoducono ad un boxed beam, ma in realtà è un flat beam tendente al boxed, una scelta che non tradisce una rivisitazione moderna di un telaio classico. Al manico troviamo un ottimo grip Solinco, per nulla cedevole e abbastanza sottile da garantire sensibilità nella presa. La forma del manico è molto simile a quella delle Wilson di ultima generazione, con il butt cap pronunciato, che facilita la presa e aiuta molto a sentire il manico. Il tappo del manico è, finalmente, dotato di uno sportellino per la customizzazione, cosa che mancava nella vecchia produzione. Ben fatto.

6 Commenti su Solinco Pro 10 – Test

  1. Ciao Fabio, ho provato per un’ora questo telaio e mi è davvero piaciuto molto.
    Stabile, preciso, impatto senza vibrazioni, controllo e spinta molto buoni.
    Vorrei un consiglio. io amo i grip in cuoio: volendo però sostituire il grip originale, ovviamente andrei a modificare il bilanciamento della racchetta, verosimilmente arretrandolo..
    Secondo te con un grip in cuoio il telaio perderebbe in spinta o comunque ci sarebbero conseguenze negative in tal senso??
    Grazie

Lascia un commento