Pro Kennex Q+15 Pro

Pro Kennex ha preso gusto nel realizzare telai con impronta agonistica e prestazionale molto marcata. Dopo l’arrivo della Ki 10 305 e Q+ Tour Pro 315 grammi, la cura rinvigorente è toccata alla insospettabile Q+15. Ecco, così, che, a far compagnia alla Q+15 da 285 grammi, già molto arzilla, arriva la Q+15 Pro, telaio decisamente belligerante, massiccio e, neanche a dirlo, molto confortevole.

Headsize 105 inch2
Peso 305 g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 320 mm
Swingweight (incordata) 334 kgcmq
Rigidità 72 RA
Profilo 26 mm
Lunghezza 69.9 cm

L’estetica della Q+15 Pro è piuttosto elegante, ripresa dalla serie Q+Tour, ma con una scelta cromatica diversa. Sulla base scura, divisa in lunghezza tra opaco e traslucido, a far vedere la grafite sottostante, viene scelto l’azzurro, insieme al bianco, per le bande centralidi passaggio tra le due finiture. Il colore identificativo della linea è, quindi, l’azzurro fluo, adoperato anche per le serigrafie interne al piatto, insieme all’argento e alla scelta olografica per il nome del telaio all’esterno degli steli e altri particolari all’interno della testa. Lungo tutto il beam esterno, come per la serie Tour, vi è un doppio binario sottile, in azzurro e bianco, che si incontra con la tabella portanumero circolare, in stile retrò, a metà dello stelo satinato. Pochi fronzoli, un po’ di gioco ti colore, tralucido e opaco, per snellire visivamente una struttura piuttosto grossa, con profilo da 26 millimetri costante con sezione boxed, che rende tutto molto diverso da altri telai in circolazione, soprattutto per un ingombro frontale non esagerato e una forma tagliente, spigolosa, solitamente riservata ai telai sottili. Le finiture sono molto ben fatte e i materiali adoperati particolarmente apprezzabili a vista e tatto, come il bumper concavo e aperto nella zona mediana. Al manico, su una misura molto piena, troviamo il solito e ottimo Comfort Plus di Kennex, che punta molto alla comodità con la sua imbottitura ampia e sostenuta, mentre la finitura è fortemente tacky per essere adoperato con soddisfazione anche senza overgrip. La forma del tappo vede uno scalino abbastanza pronunciato, per aderire all’ipotenar, mentre non vi è lo sportellino per accedere agli steli, come di consueto sui telai Kennex, per la presenza del cilindro Kinetic, in blu, al centro del fondello. Infine, va ricordato che, come tutte le Pro Kennex, anche la Q+15 è realizzata con la grafite Spiral Tech, che riduce i vuoi tra uno strato e l’altro di materiale, e che è presente l’immancabile sistema Kinetic, con 15 grammi totali, incastonato nel Quadfocus, con i 4 rigonfiamenti interni al piatto per la stabilizzazione della struttura.

6 Commenti su Pro Kennex Q+15 Pro

  1. ciao fabio, praticamente un bazooka…
    ma vista la grande potenza del telaio ( profilo 26 – ra 70 – piatto 105) era proprio necessario farlo anche longbody e 16×19?
    non credi che un 16×20 0 18×19 e una lunghezza standard lo avrebbero reso ancora + interessante e gestibile come controllo?

    • Telai con quelle carattersitiche già ci sono, Kennex ha voluto fare altro, un bazooka, appunto.
      In realtà, la maggiore lunghezza ha una funzione importante nella flessione del telaio, che è grosso, imponendo un lavoro più marcato sul flexpoint, altrimenti sarebbe piuttosto rigida all’impatto.

  2. Ciao Fabio…che differenze ci sono rispetto alla Pk KI 10 305? Soprattutto in termini di maneggevolezza e potenza. Inoltre quale è “piu agonistica”? Grazie in anticipo… Emanuele

    • Sono entrambe agonistiche, ma la Q+15 un po’ di più perché è necessario saperla meglio gestire con braccio e sensibilità per addomesticarla. la ki10 è sicuramente più maneggevole, ma detto così sembrerebbe che sia facile, cosa che non è. Va detto, poi, che la 10 è più sensibile e mobrida all’impatto, si comporta quasi come una classica, mentre la Q+15 ha una moltiplicazione di spin e potenza molto elevata. Se la ki 10 è un telaio con cui giocare a tutto braccio, la Q+15 è una racchetta da sfruttare a braccio sciolto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »