Pro Kennex Q+ Tour Pro 315

Pro Kennex rinnova l’intera gamma Q Plus, con ulteriore attenzione verso la prestazione. L’azienda conferma tutti i modelli già rilasciati due anni, rinnovandoli con una ulteriore evoluzione del sistema Kinetic, sempre più sfruttato come elemento per spinta e stabilità, oltre che per effetto di damping. Le linee Q+5, Q+15 e Q+ Tour, quindi si aggiornano totalmente, ma con due grosse novità, Q+15 Pro e Q+Tour Pro 315 grammi, un telaio che si è fatto desiderare molto e che è stato nei sogni di chi desiderava una Q+ Tour 300 più pesante o una Q+ Tour Pro 325 con schema più aperto. Q+ Tour Pro 315 è la Q+ Tour che mancava.

Pro Kennex Q+ Tour Pro 315

Headsize 98 inch2
Peso 315g
Schema corde 16×19
Bilanciamento 310 mm
Swingweight (incordata) 322 kgcmq
Rigidità 61 RA
Profilo 19 mm
Lunghezza 68.6 cm

L’estetica della Q+ Tour 315 è improntata ad un gioco di luci su un tema scuro, comune a tutta la gamma Q Plus, realizzato in maniera asimmetrica tra lucido ed opaco. Il telaio, infatti, presenta per una metà la finitura clear coat, con grafite a vista sotto il lucido, e per metà un leggero satinato, con una doppia striscia colorata che sottolinea il passaggio tra le due zone, realizzata in bianco e verde chiaro fluo. All’esterno del piatto, due linee sottili, sempre in bianco e verde, mettono in risalto il profilo da 19 mm laterale, che terminano all’altezza della gola, dove fa capolino il nuovo elemento estetico, con il numero 1 in stile “car racing” all’interno di un cerchio bianco. Nel piatto corde, dove sono posizionati i 4 rigonfiamenti del sistema stabilizzante Quadfocus, fa capolino il marchio Kennex sul lato lucido dell’ovale, realizzato in verde fluo, mentre gli steli, lunghi e aperti, mostrano il nome Q+Tour Pro in finitura ad effetto olografico e cangiante, che riprende altri piccoli particolari lungo il resto del telaio. La forma della racchetta, il mold, è sostanzialmente lo stesso delle sorelle da 300 e 325 grammi, classicissimo, pulito nella sua sezione boxed sottile, con un piatto regolare e ben aperto verso il centro. Al manico, sulla solita forma squadrata Kennex, è adagiato il Grip Comfort Plus, da 2 millimetri di spessore, con una base sostenuta e un’aggiunta di materiale più soffice per il secondo strato, prima della finitura tacky e traforata esterna. La presa è più comoda che sensibile, ma ben si sposa con il tappo pronunciato sui cui la mano poggia senza troppo sforzo. Il butt-cap, è privo di sportellino, come di consueto, per la presenza del cilindro Kinetic per lo smorzamento delle vibrazioni al manico, realizzato in giallo.

24 Commenti su Pro Kennex Q+ Tour Pro 315

  1. Ciao, Buongiorno

    Come al solito bellissima e completa recensione, complimenti.
    Ho visto che hai provato le Multifeel (quelle nuove?). Come sono? Io le vorrei provare sulla mia PD 2018, che ne pensi? a che tensioni?

    Grazie

    • Buongiorno a te.
      Belle corde, molto simil alle precedenti XR1, un multi semplice e di sostanza, che concede anche una certa solidità di impatto e un certo spin. Le vedo bene sulla Pure Drive, a non più di 23/22 e meglio ancora a 22/22.

  2. Ciao Fabio,
    hai colto sfumature del telaio straordinarie. Sono d’accordo come sempre sulla bontà delle tue sensazione di gioco, e le ritrovo tutte. Posseggo questo telaio da tre settimane prima di averla testate da un fornitore nel milanese per una settimana. Ti chiedo un multi più resistente del HD tour tecnofibre, 3 ore sono davvero pochine visto il costo dell’armeggio. Gioco in spin di dritto, back di rovescio qualche volta anche in top, servizio in slice e buon gioco al volo. Nota positiva che da quando gioco con codesta il dolore resta un vago ricordo … Grazie come sempre.

    • Parliamo di un gran telaio, io racconto cosa trovo nelle racchette, ma qui il bel lavoro l’ha fatto kennex nel fondere la 300 e la 325 in un telaio migliore degli altri due.
      Quanto alle corde, il pattern è aperto, consuma le corde e le fa lavorare tanto, ma è anche il segreto della dinamica duttile. Meglio che facciano di più le corde che il braccio. Per avere più durata rispeto alla HDX Tour, puoi provare ben poco tra i multi. Se hai modo, prova le Gold di Strinng Project, che hanno una finitura esterna più resistente, altrimenti puoi provare con qualcosa di più “fine” come le X-one, per vedere se la maggiore elasticità aiuta nel tenere viva la corda più tempo. Bisogna sperimentare.

  3. Ciao Fabio sono un 2.8 che usa la qtour 325 ma volevo cambiare perchè troppo impegnativa specie se la partita si allunga quando non sono molto allenato. Questa potrebbe essere una buona soluzione però temo abbia lo stesso pattern della qtour 300 che a me non piaceva perché troppo largo e non consentiva molto controllo. È così? O é una via di mezzo come spazio tra le corde tra quello della 300 e quello della 325? Ad esempio sto provando la vcore pro 97 310 e pur essendo un 16/19 le corde son più compatte.Grazie

    • Ciao Mark, il pattern è lo stesso della 300, ma devi considera che la maggiore massa porta maggiore controllo e maggiore fermezza all’impatto, quindi c’è assolutamente una migliore direzionalità dei colpi rispetto alla 300. La VCore Pro ha un pattern più compatto e più densoveros il centro, perché sfrutta la potenza accentrando le corde verso l’altro, ma è comunqune un pattenr che chiuso non definirei. Se hai modo di provare la Q+Tour 315, ben venga, perché di questo peso e queste rigidità, al momento c’è davvero poco. Se invece vuoi cambiare tipologia, passando ad un telaio più reattivo, allora sia la Yonex sia la Pro staff nero-banca possono fare al caso tuo.

    • Telaio più reattivo non significa per fornza maggiore potenza e, infatti, nonostante la Kennex sia più morbida, è più piena e permette maggiore appoggio sul colpo. Quindi anche più facile da spingere.

  4. Ciao Fabio,
    Come al solito grande recensione, sicuramente questo è il mio sito di riferimento per il tennis e l’acquisto di racchette. Infatti sono un felice possessore della Prokennex Q+Tour versione 300 della quale sono molto soddisfatto, anche per il mio gomito sempre un po malandato. La domanda è questa: Siccome dovrei affiancare un altra racchetta alla mia secondo te mi potrei orientare su questa oppure una uguale alla mia 300 g? Di braccio sono abbastanza forte e in effetti a volte mi sembra di avere in mano un fuscello, con la versione 315 avrei più corposità nei colpi? E per le articolazioni, 15 grammi in più faranno la differenza nelle partite lunghe?

    • C’è differenza, non solo nella maggiore sostanza del telaio, ma anche in termini di feeling, flessione, tipo di uscita di palla. Pur nascendo dalla stessa base, la configurazione finale premia decisamente la 315, che non ha un’inerzia elevatissima, essendo più piena in tutto, con gli unici limiti nella maggiore richieta tecnica e nella minore predisposizione al top pesante, che con la testa più sbilanciata della 300 viene meglio. Per lo stesso motivo, la 300 è un po’ più facile da spingere, ma la 315 non fa mai mancare la sensazione di potenza, cosa non da poco.

    • Il apragoneè assolutamente corretto. Diciamo che rappresentano due modi di intendere la racchetta, uno morbido, kennex, e l’altro rigido, Wilson, con le dovute differenze nello stile di gioco. a kennex va meglio sui colpi morbido e fluidi, la Wilson, che anche fa bene in questa tipologia di colpi, aggiunge una maggiore capacità di reggere lo strappo, data la sua reattività. La Kennex è più stabile e sensibile, la Wilson un po’ più cattiva in uscita di palla. Per il resto, hanno delle prestazioni sovrapponibili, per richiesta tecnica ed efficaia.

    • Ciao e benvenuto nel Blog.
      Non si stratta solo di estetica, perché è stato affinato il sistema Kinetic, con nuove celle. Il telaio non è stato sicuramente stravolto e resta immutato il fusto, ma, come detto, cambiano alcune componenti fondamentali, come le masse all’interno. Appena avrò modo di provarla, ne farò una recensione accurata, mettendo in risalto le differenze con la precedente.

    • Testerò anche la 300, arriverà insieme alle Q+5 290 e Pro, nella seconda ondata di invii Kennex. Il telaio non è variato nella struttura, ma è variata il sistema Kinetic. Essendo un elemento che impatta sulla massa e sulla dinamica, anche se il telaio non sarà stravolto, credo possano esserci differenze tangibili.

    • Ciao, anche se l’impostazione può sembrare la stessa, La Prestige Pro è un telaio che ha maggiore spinta, più rabbiosa in uscita di palla, ma con un piatto da 95 pollici e un pattern più desno che impone concretezza e poco margine, mentre la Kennex ha un piatto da 98 pollici reali, con pattern largo, capace di tanto spin facile ed immediato, quindi con uscita di palla meno cattiva, ma più complessa e più disponibile alle variazioni di gioco. La Prestige, poi, ha un controllo leggermente maggiore sui colpi piatti, mentre la Kennex ha un feelin più morbido e flessbile, quindi anche più confortevole.

  5. Ciao Fabio, l ho provata ieri sera, ho riscontrato tutte le caratteristiche da te descritte, soprattutto mi a piacevolmente sorpresi il servizio in slice molto incisivo e le voleè davvero precise e definitive.
    Purtroppo il mio livello tecnico non mi permette di sceglierla come racchetta per tornei, vorrei sapere se come livello di gioco (difficoltà)la nuova Pure Aero si discosta molto.
    grazie
    Antonio

  6. Grazie mille Fabio, io da qualche mese uso la PK Q-Tour 300, mi piace veramente molto perché oltre a salvaguardare il mio braccio mi assicura notevole sensibilità e quindi quel ‘sentire la palla’ che tanto mi piace…inoltre è una racchetta molto manegevole, l’unico neo riguarda la sua leggerezza non necessariamente in termini di peso ma di consistenza e pesantezza impressa alla palla, questo è l’unico compromesso che ho accettato, il mio gioco è abbastanza classico con drittone e rovescio bimane, un po’ old school, ho provato la 325 ma l’ho trovato un po’ pesantuccia e poco manegevole per i miei gusti. Ora sono molto tentato da questa 315, potrebbe essere questa la soluzione che mi assicura la stessa sensibilità e manegevolezza della 300 dandomi quel po’ di consistenza in più che cerco da una racchetta che bene si coniuga con il mio dritto potente? Grazie mille

1 Trackback & Pingback

  1. Pro Kennex Q+15 Pro - TennisTaste.com

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »