Lotto Stratosphere

Non è sicuramente una scarpa leggerissima, perchè 430 grammi sono un peso consistente, ma la Stratosphere è equilibrata e si lascia portare con disinvoltura. L’insieme delle soluzioni tecniche, unite alla suola, disponibile sia in versione Allcourt che Clay, offrono prestazioni ottime e creano una calzatura molto efficace in campo, anche sotto la questione comfort, perché, se il tallone è protetto e aiutato nella spinta, l’avampiede ha a disposizione una porzione abbondante di suola, con un intersuola in materiale morbido. Il disegno della punta, leggermente bombata, aiuta in fase di ripartenza e quando si gioca in punta di piedi, specie in recupero, grazie all’enorme stabilità, ma ingombra un po’ nei movimenti, specie quando si muovono i piedi in poco spazio. Niente di drammatico, anzi, ma va detto che la punta è molto protetta, anche estremamente durevole, quindi è normale che sia più grossa rispetto a quanto siamo abituati a vedere in Lotto. La sensazione che si ha dalla scarpa, in generale, è che sia aggrappata al suolo, oltre che al piede, e conferisce una sicurezza generale notevole, con una manovrabilità e un equilibrio molto gradevoli, ma soprattutto si ha la sensazione di protezione assoluta, anche su terreni molto duri. Per quanto Lotto parli dell’evoluzione nella zona tallonare, il vero lavoro positivo è proprio sulla punta della scarpa, dove c’è più sensazione soft rispetto ai modelli precedenti.

Commenta per primo

Lascia un commento