Le racchette che sceglierei per il 2017

5.Wilson Ultra 97 (Recensione Completa)

Non ne ho mai fatto mistero, la Ultra 97 mi piace davvero tanto. Un telaio ibrido, con piatto contenuto, come anche il profilo, ma disegno e geometrie da profilata. Inerzia contenuta, ma struttura potente e stabile, spin accessibilissimo, bel controllo sui colpi piatti, facile da manovrare e, se proprio devo trovare un difetto, palla non pesantissima, ma recupera con la giocabilità e quel gran bel back da circense. Possiede una intuitività di gioco come poche altri telai, si lascia condurre dolcemente o strapazzare in rotazione, bella sia dal fondo che a rete, fa tutto bene, anzi supporta bene chi la utilizza, perché è una agonistica nel’anima. Dimenticavo, morbida, che non guasta mai in una “profilata”.

 

5 Commenti su Le racchette che sceglierei per il 2017

    • Ciao Vincenzo, purtroppo no. Sto testando molte corde di Stringlab, ma la Fluozone non l’ho ancora testata. Sulla Duel G 310, però, ti consiglio le Aauzz, credo che si sposino proprio bene con la tipologia di racchetta e ne valorizzino lo spin. Per un gioco più piatto, invece, la Alu Tour sono un buon riferimento.

Lascia un commento