Le migliori racchette del 2017

 

Yonex Ezone 100

Ezone 100 è la vera concorrente della Pure Drive 2018, per completezza, prestazione e carattere. Corregge l’atteggiamento, accomodante e poco belligerante, della DR 100 e aggiunge quella spinta pura e quella sensazione di maggiore presenza sui colpi, che la portano ad essere anche cattiva e persino esuberante nel misto di potenza e spin. Un telaio che offre uno sweetspot molto grande e una sensazione di impatto secca e decisa. Non si tratta della copia da 300 grammi della Ezone 98, ma è un telaio concepito con altre proporzioni, più semplici, ma ugualmente appaganti. Rispetto alla 98, la richiesta tecnica è inferiore e il pubblico a cui si rivolge è nettamente più ampio, perché vuole essere la racchetta “universale” di Yonex e lo fa con stile, resa e qualità.

37 Commenti su Le migliori racchette del 2017

  1. per il futuro nelle recensioni sarebbe interessante aggiungere una “tabella” dove gli utenti possono esprimere i loro voti personali sui telai… un pò come dire: il voto della critica, e il voto del pubblico ! 😉

      • Ciao Fabio, ne approfitto per chiederti una dritta sulle corde: al momento sto usando l’nrg2 sia su una blade 2015 che su una RF97 (sì, sono una di quelle pippe clamorose che usa telai esagerati in rapporto al livello di tennis), secondo te potrebbe andare bene sulle 2 Yonex?
        Grazie

        • In sostanza, tieni presente che la 98 non è un telaio facile in assoluto, ma è una agonistica vera, facile in relazione ad una tecnica adeguata. Detto ciò. Entrambe le Ezone sono telai abbastanza reattivi, quindi rendono bene con corde che sappiano esaltare questo aspetto. La NRG la vedo bene sulla 98, ma non sulla 100, dove è preferibile una corda più solida, come la Dynawire o la Rexis, sempre Yonex. Da tutti i miei test sulle racchette di questo marchio, trovo che le corde della stessa azienda siano quelle più capaci di assecondare le racchette, ma nel caso della NRG ci sono molte similitudini con la ATG 850 e da qui il benestare per questa corda.

          • Grazie mille Fabio, gentilissimo e velocissimo nella risposta!
            Una volta deciso quale telaio comprare proverò a sentire in negozio se hanno corde Yonex, non vorrei sbagliarmi, ma credo di non averle mai viste esposte.
            In alternativa, babolat xcel o addiction potrebbero andare meglio sulla 100?

          • Tra le Due molto meglio Xcel, ma se hai modo, prova una HDX Tour di tecnifibre, che è più adatta dare qualcosa in più di spin e sposa meglio le caratteristiche dle telaio.

  2. Fabio, su tuo suggerimento avevo preso la Ezone 100 e la sto usando con full multi Rexis 1.30 a 24,5/23,5.
    Ma la voglia di provare la Ezone 98 ha avuto il sopravvento e dunque ne ho presa una ed ho montato la stessa corda Rexis 1.30 ma un Kg meno sia verticali che orizzontali.
    Va bene come corda anche per la 98 ? tieni presente che uso da anni ormai solo multifilo, ci sono altri multifilo indicati per la 98 ?
    La tensione va bene per i 2 telai ?
    Attendo tuoi suggerimenti e complimenti per tutto.

    • La Rexis va bene, ma la monterei a tensione pù bassa, intorno ai 22 kg e senza differenziare. Sulla 100 una tensione più alta ci sta, ma sulla 98 ho riscontrato un range ideale di 2 kg meno rispetto alla 100, visto che controlla molto bene anche a tensione bassa.

      • La prossima incordatura abbasso la tensione. Ad ogni modo sono come dicevi 2 telaio completamente diversi, sia come feeling che come sensazioni e gestione della palla. Ad ogni modo la 98 permette di sbracciare liberamente e senza paura di andare lungo, forse nei recuperi o sul movimento lento la 100 aiuta molto ma nei colpi ben centrati e’ diverso. Ho notato la “rigidita” diversa, piu’ secca la 100 piu’ dolce la 98. penso le terro’ entrambe…. 🙂

        • Come detto, sono due racchette diverse, molto diverse, con una filosofia generale comune. Scendi con la tensione su entrambe, la struttura lo consente. Usa la 100 per tutti i giorni e goditi la 98 per i momenti di gloria 😉

          • Ciao mi confermi che x un rematore che gioca dritto piatto e rovescio in back e con un movimento di preparazione corto e poco ampio che predilige sfruttare d’incontro la forza dell’avversario oppure remare alto da dietro la linea di fondo è meglio la 100? E come corde possono andar bene le gosen polybreak o le isospeed gold? Grazie 😀

          • Ciao, benvenuto nel blog.
            Suppongo tu parli della Ezone 100, in tal caso si, perché la 98 vuole movimento ampio e fluido per rendere al meglio. La 100 ha un margine di aiuto e tolleranza nettamente più ampio.

          • Fabio che tensione pensi sia ottimale con le Rexis 1.30 ?
            Sulla 98 hai detto 22KG e sulla 100 ? 23KG ?
            Senza differenziare in nessun telaio ?
            Grazie

          • Si giusto così, non occorre differenziare, oltretutto siamo su telai isometrici, con le corde orizzontali più lunghe del normale e ciò già crea un effetti di maggiore tolleranza e movimento.

  3. Buongiorno,vorrei un consiglio sull’acquisto di una nuova racchetta . Molto semplicemente,yonex ezone 98dr oppure yonex vcore sv98?
    Ho avuto l’opportunità di provare la ezone e l’ho trovata fantastica per feeling e delicatezza per le articolazioni,ma avendo un gioco impostato sullo spin ed il fondo campo la sv sembra più indicata. È morbida come la ezone?? Grazie in anticipo

    • Ciao Alessandro, benvenuto nel Blog.
      La Sv è sostanzialmente più rigida e secca della Ezone 98, che è anche più facile e generalmente più indicata per braccio non troppo tecnico. Infatti, la SV, pur non essendo un telaio impossibile, rihciede più braccio e fisico rispetto alla Ezone. In realtà, poi, entrambe fanno molto bene dal fondo e sullo spin, visto che Ezone riprende alcuni elementi della Sv, ma in un ambiente più comfortevole e realtivamente facile. Certo, la SV è più cattiva sui colpi, ma, come detto, richiede di più. La valutazione sta a te, devi cercare di capire quanto margine in più hai rispetto a ciò che hai sentito con la Ezone 98.

  4. Ciao Fabio, grazie mille del consiglio sulle corde! domani sera riesco finalmente a provare le due ezone, e mi hanno proposto una sv98 a un prezzo molto interessante… sperando di capirci qualcosa provandone 3 in un paio di giorni!
    Se dovessi fare un parallelo facilità/spinta fra le 2 98 e una blade 16×19 (sto usando una 2015), quale ritieni sia il miglior compromesso?

    • Molto semplicemente, la SV è l’equivalente della Blade, in casa Yonex, ma con un bilanciamento meno estremo e una polarizzazione marcata, quindi troverai molte similitudini di spinta, cattiveria, sostanza. La Ezone 98 è più rotonda e facile nell’utilizzo e nella prestazione, anche maggiormente predisposta al comfort e alla tolleranza. Tre telai sono troppi da provare in due giorni, il consiglio che ti posso dare è di provarne uno per volta, ovvero di comincare e finire l’ora con lo stesso telaio, poi alla volta successiva prenderne un altro. Se cambi racchetta a caldo, ci capisci davvero ben poco.

      • Ciao Fabio, grazie ancora dei suggerimenti! Ho avuto modo di provare le due 98: la sv è fantastica! A un prezzo molto interessante, non ho potuto non comprarla. Effettivamente ricorda molto la blade, un pelo più permissiva e un pelo più “agile”. La ezone è molto più gentile sul braccio, ma purtroppo l’ho provata contro un ragazzo che mi ha preso a pallate (😂😂😂), ed il telaio in test era incordato (credo) sotto i 20 kg, davvero una fionda! ci ho capito ben poco…
        Vorrei togliermi lo sfizio di affiancare una grande ezone 100 ed sv 100, giusto per avere qualcosa di un po’ più facile…

        • Ciao, come ti dicevo, la Sv 98 è un telaio coi fiocchi, ma richiede qualcosa in più, mentre la Ezone è più completa e comoda per prestazione generale. Tendenzialmente, però, la Ezone 98 si incorda bassa, come tutte le Yonex, quindi una tensione bassa è possibile che proprio la corda fosse già bella cotta. Pensa che, personalmente, incordo le mie Ezone 98 tra 20 e 21 kg al massimo, mentre su altri telai 98 sto stabilmente a 22.
          Per quanto riguarda le 100, beh si, ha più senso avere due telai più facili, ma, per come la vedo io, farei più una coppia che due singole.

          • Mi ha tradito il correttore, intendevo ezone o sv 100, non entrambe. Non avendo esigenze legate a tornei, non penso alla coppia, preferisco prendere un telaio diverso giusto per il gusto di cambiare (e di avere un telaio più facile). Mi sono anche accorto che la 98 è stata incordata a 2 nodi, oggi vado a farla re incordare, e provo l’nrg2 a 22kg, e nelle prossime ore deciderò se aggiungere anche la 100… come tensione, suggerisci un paio di kg in più rispetto alla 98?

  5. Ciao Fabio,
    restando sotto i 300gr di peso, tra i telai presenti in questa classifica, quale ritieni sia il best buy per un gioco a 360 gradi, tra la Head Radical Graphene Touch MP e la Wilson Pro Staff 97 L Countervail?

    • Ciao, per un gioco a tutto campo, fanno bene entambi i telai. Tuttavia, se la radical MP si mostra più compatta sui colpi e più solida in generale, la Pro Staff è indubbiamente più divertente e calda come racchetta, perché ha una maggiore inclinazione per un gioco da genietto del tennis. La Radical è un telaio di sostanza, la Pro Staff è più divertente.

    • Ciao Marco, perché nelle selezioni delle migliori racchette guardo alla prestazione generale, alla completezza dei telai e la Extreme è una racchetta completa nel comparto rotazioni e potenza, ma non si può dire lo stesso sul controllo dei colpi piatti. Insomma, non fa felici tutti.

    • Anch’io sto provando la Extreme Touch MP ed in effetti ho riscontrato poco controllo sui colpi piatti.
      Che racchetta consiglieresti a chi cerca di comandare lo scambio con colpi poco coperti ma che non disdegna variare con il toppone alto sulla rete e che salta via?
      In pratica vorrei un telaio tipo la Radical Pro Graphene ma che agevoli anche il top spin e la traiettoria alta arrotata.

      • Visto che chiedi un gioco completo e pronto allo spin, andrei su Pure Drive 2018 e Ezone 100, proprio per la loro versatilità. La Radical Pro offre gioco molto pesante, ma lo spin non è esattamente il suo punto forte.

        • Grazie mille per la risposta, la proverò sicuramente. Cosa ne pensi invece della Blade 98S (sia CV che 2015) per il gioco che vorrei fare io? La Blade 16/19 2015 la scarterei perché l’ho trovata ostica e con uno sweetspot ridotto.

          • La 98S è sottovalutata nella sua difficoltà tecnica, visto che è meno potente, strutturalmente, della sorella 16×19, ha minore massa e non consente di appoggiarsi alla massa del telaio, proprio perché non ce n’é a sufficienza per un gioco più rilassato. Tra le Blade è la meno peformante e regolare.

    • Ciao Daniele, reperire racchette Prince, in Italia, non è cosa facile da un bel po’ di tempo. Per le prossime uscite ho stretto un accordo con TennisWarehouse Europe, che è l’unico che riesce a fonrirmele in tempi certi e rapidi. Ho avuto modo di testare, per troppo poco per recensirle, Textreme Tour 100 p e Phantom 100.

Lascia un commento