Donnay X-Dual Silver 99

La serie X-Dual di Donnay è senza dubbio la più particolare ed unica di tutto il marchio, per proporzioni, estetica, ma soprattutto per il feeling deciso che offre. In passato, la serie X-Dual era composta da molte più racchette, Gold, Platinum, Red, Black e Silver. Nel 2016, invece, Donnay semplifica e propone due soli telai Donnay X-Dual Gold 99 2016 e X-Dual Silver 99 2016, rispettivamente da 310 e 300 grammi.

Oggi esamino la X-Dual Silver 99, gemella della Gold, con peso inferiore di 10 grammi, 300 in tutto, ma guai a chiamarla “sorella minore”, perchè la Silver ha un carattere tutto suo, diverso dalla Gold, rispetto alla quale fa ancora più gioco e si concede anche a tennisti meno “dotati”, grazie al peso e al bilanciamento da Best Seller del mercato.

untitled untitled2
Headsize 99 inch2
Peso 300 g
Schema corde 16X19
Bilanciamento 320 mm
Swingweight (incordata) 312 kgcmq
Rigidità 64 RA (Rigidità Percepita 55 RA)
Twistweight 18.5 kgcmq
Recoilweight 144 kgcmq
Spinweight 333 kgcmq
Profilo 15-18-17 mm
Lunghezza 68.6 cm

Esteticamente la Silver è immediatamente riconoscibile dal profilo increbidilmente sottile, 15-18-17 mm boxed beam dal cuore alla testa, mentre la sezione del cuore è a prisma. Molto curata nei dettagli, di sicuro effetto nella sua semplicità di un telaio totalmente cromato, dalla testa al manico, con le serigrafie ad effetto vedo/non vedo, che non intaccano un paintjob tra i più belli in circolazione. Il tutto è completato da un bumperguard (copritesta) e dai grommets ( passacorde) color argento, a rimarcare l’unica differenza estetica con la Gold. Esteriotmente, infatti, le due racchette sono distinguibili solo dal bumper e dai grommets di colore diverso, mentre il paintjob e la nomenclatura X-Dual 99 è perfettamente identica. Bellissima e pulita anche all’interno degli steli, dove, in luogo della serigrafia, vi è uno sticker trasparente a ricordare i dati tecnici, che va rimosso dopo l’acquisto e ch lascia tutta la lucentezza del cromato. Al manico troviamo il solito Donnay Cushion Grip, sottile e sensibile alla presa, una via di mezzo tra un cuoio e un sintetico, mentre il tappo è trsparente e lascia intravedere il materiale Dual Core che riempe gli steli de telaio. La Silver, come la Gold, può essere dotata del Donnay Kit Custom, con i due sportellini che aggiungono 5 o 10 grammi al manico e le strisce piombate, da tre grammi ciascuna, da inserire ad ore 3 e 9 del piatto. Una soluzione che mi piace per la possibilità di intervenire sul telaio anche quando si è sul campo. Attrae molto esteticamente e, delle tre racchette in prova, una era sempre nelle mani di qualche appassionato a bordocampo.

121 Commenti su Donnay X-Dual Silver 99

  1. Buongiorno anche se comprendo che và a sensazioni personali, le chiedevo un consiglio riguardo alla scelta tra una di queste due racchette, la donnay x dual 99 silver e la Tecnifibre t-fight 315 ltd, sono un uomo di 48 anni bene allenato che è ritornato a praticare tennis lasciato in giovane età, con l’ausilio di un maestro che mi classifica in un 4.5 tendente al 4.4 con necessario implemento pero’ di ore settimanali in forma autonoma. Questi a tal riguardo mi consigliava di alzare il livello della mia racchetta che attualmente è una tecnifibre t flash 300 atp indicandomi appunto uno di questi due modelli in previsione ottimistica alla mia costanza. Grazie Domenico

    • Ciao Domenico, considerando che la T-fight limited è fuoi produzione ed è un telaio adatto a chi spinge molto con il proprio braccio, ti consiglieri di orientarti sulla Donnay X-Dual Silver, che ne mantiene l’ottimo feeling, ma che aggiunge una giocabilità superiore e una facilità generale, che la rendono maggiormente adatta a livelli di gioco come il tuo. La silver, come scritto nella recensione, non preclude nulla e fa tutto molto bene. La risposta che sta avendo questo telaio tra gli appassionati è davvero molto positiva. Considerando anche il peso di 300 grammi, l’inerzia contenuta e lo sweetpost grande, potresti adottarla e trarne grosso beneficio.

      • Grazie per la risposta. Ho provato a contattare l’ HMA che mi chiedevano se avessi voluto provare una loro corda Diadem che nel caso della mia scelta x dual 99 mi consigliavano nella combinazione di un mono diadem solstice power 16 e un ibrido sempre della diadem impulse con tensione 24/23 o 23/23, che ne dici? visto che mi sembra che tu non l’abbia testata con queste loro corde brevettate. Cordialità Domenico

        • in realtà io l’ho testata proprio con tutte le corde Dyreex e Diadem, oltre che con String-Kong e Polyfibre. Il telaio accoglie bene un po’ tutti i mono agonistici e gli ibridi con i mono agonistici sulle verticali. Più che altro, starei un kg più basso con le tensioni, 22 per il mono, 22/23 per l’ibrido, con Diadem Solstice/Impulse.

  2. Bellissima recensione, oggi prendo la seconda x dual silver e mi trovo benissimo ha comfort, spinge e arrota bene…e poi è stupenda.
    Attualmente sto giocando con 5gr sul tappo e 3gr in testa, avevo provato a polarizzarla con 5+5 ma mi risultava troppo pesante.

      • A me piace molto giocare con i calibri piccoli, che corde mi consigli ? Io volevo provarci le Hyper-G 1.15 ed eventualmente le tour Bite sempre 1.15 o 1.10. Pensi che questi calibri possano andare su questa racchetta ? Attualmente ci sto gioncando con razor code 1.25

        • beh, hyper G va piuttosto bene, ma anche le volkl star 1.10, che sono state le prime corde che ho testato sul telaio. In ogni caso, non occorre scendere csì tanto di calibro, basta anche una 1.20 e sulla tipologia delle Hyper G, le Diadem Solstice Power offrono qualcosa in più in termini di spinta.

          • Le diadem però l’Ing. Medri le sconsiglia per chi come me ha problemi al gomito, tu le hai provate ? come sono rispetto le hyper G ?
            grazie

          • In generale, per chi ha problemi di gomito è sconsigliato il mono. Io le ho provate in maniera approfondita sulle Donnay, riscontrando un buon comfort, nonostante un atteggiamento agonistico della corda. Probabilmente, nel tuo caso, meglio orientarsi su qualcosa di meno rigido e più permissivo, come le Darkwave o le Black sense di Dyreex.

    • Ciao Simone, in realtà non c’è uno schema obbligato, ma t consiglio di farla incordare a 4 nodi. La Tour Bite Soft può andare, ma potresti sentire l’esigenza di più spinta. Nel caso, monta a 22 kg al massimo 😉

  3. fabrizio mi da conferma che volendo si riesce a colpire anche in top spin senza particolari difficoltà come invece mi dicono qui al circolo che frequento, alcuni giocatori che l’hanno provata, sostengono che il colpo naturale è quello piatto mentre per lo spin ti devi impegnare e non poco….cordialità

    • Domenico a mio avviso il top spin se uno sa darlo lo da pure con una racchetta di legno (e se vedi i filmati dell’epoca in effetti le palle ne avevano di spin) detto questo la racchetta in questione secondo me spinna bene perchè è maneggevole e si riesce a far andare la testa della racchetta molto veloce

  4. Finalmente provata con dyreex darkwave.
    Il primo applauso ed i primi complimenti sono arrivati da avambraccio, gomito e polso. Questa racchetta mi è sembrata quasi di non percepirla talmente che è morbida ed ho subito avvertito l’assenza di vibrazioni (uso aero pro gt 2014).Solo a vederla con questa silouette così stretta da questa sensazione.
    Nei primo 30 miniti di palleggio sono riuscito ad entrare subito in sintonia e ciò mi fa ben sperare.
    Nei secondi 30 minuti a match…ecco che qualcosa del mio bagaglio tennistico non usciva fuori (sono da pocHosseini tesseeato Fit giunto a 4.3).
    1 di Servizio: daglie e daglie ma la palla usciva senza peso
    2 di servizio: ottima. Sempre in controllo e bellissime rotazioni
    Ma la prima Dov è finita? Mhaaa.
    Colpi di chiusura: anche qui manca la “botta”.
    Spin: per me ok. la palla prende le traiettorie che vuoi.
    Stamane riprovo dopo aver tagliato le darkwave e mettendo su vortex turbo 6 1.20.
    Vediamo se le cose vanno meglio in termini di potenza e peso palla o se devo passare ad altra matassIna.
    Speriamo bene. Sono uscito dal campo un po sfiduciato visto che ero ritornato ad usare per gli ultimi 5 minuti aero pro gt.
    Ps: un grazie a Fabio Per I Suoi Consigli Ed Ad hma Per Le Varie matassine Omaggio.

  5. ciao Fabio, non vedo piu i miei commenti precedenti, credo siano stati cancellati tutti quelli di aprile. ripropongo quindi la domanda. ho provato la darkwave a 22kg, ok in tutto a parte il feeling fin troppo “burroso”..ho acquistato un altro telaio e su tuo consiglio una matassina di polyfibre tour player. tensione sempre 22 o devo salire? io mi trovavo bene con revolve a 23 e hyper g a 22 sulla blade 98 16×19 per darti un parametro.
    sull’altro telaio vorrei testare un’altra corda..ho a disposizione: genesis(spinx, black magic, true grit,typhoon), dyreex (black edge, clack edge whirl,black burst) poi max power, revolve, hyper g , tourna black zone, gamma io, black code. tutte in calibro 1,25. cerco max controllo e feeling piu rigido e crispy….quale consigli di provare? grazie 1000!

  6. Ciao Fabio. Su questo splendido telaio , come ce lo vedi Multifilo Head Velocity Nera 1.30? Solitamente lo incordo a 23 kg 4 nodi per non perdere controllo…
    Oppure se mi consigli altri Multifilo adatti al telaio , ero curioso di provare Solinco X Natural , lo conosci ??

    • Ciao, sinceramente la Head velocity credo possa andare, ma un multi più compatto o un ibrido porterebbero darti maggiore soddisfazione sullo spin e sul controllo, senza alzare troppo la tensione. Il multi solinco si comporta bene in questo senso è offre decisamente più controllo rispetto alla velocity. Altre soluzioni potrebbero essere xr1 Tecnifibre, Diadem impulse e X-plode Polyfibre. Sono corde che adopero molto spesso per i test in ibrido e in full mono e le ho adoperate anche per il test della Silver, trovando un bel feeling. Il segreto per far rendere bene questa racchetta è darle corde che sappiano ben contrastare la palla e che mettano ben in sospensione il piatto, quindi, dopo che avrai provato i multi, pensa ad un ibrido e, se deciderai, ti dirò cosa testare 😉

  7. Ciao Fabio,
    ho acquistato xdual silver, montate Dyrex Darkwave 22/21 e giocato cinque incontri.
    Sensazione di grande feeling (vengo da Blade 104), controllo, maneggevolezza e comfort, come da Tua accuratissima recensione. Paintjob da urlo.
    Back fantastico, sia difensivo, sia offensivo. Eccellente nei colpi piatti, anche se non potentissima. Volee da spingere, meglio se giocata con taglio. Smash chirurgico. Ottima precisione con il servizio, soprattutto slice.
    Piccoli difetti: la racchetta che ho ricevuto ha un grip bianco, montato in maniera un po’ artigianale (con il bordo del tappo troppo scoperto e quindi leggermente fastidioso nell’impugnatura); il kit di personalizzazione va ordinato (e pagato) a parte e comunque è esaurito.

    • Ciao Umberto, sono contento che anche a te piaccia molto la silver. In ogni caso, il grip puoi farlo sistemare, sono cose che capitano, raramente in donnay, ma capitano comunque. Per quanto riguarda il kit, penso che sia meglio così, perchè il prezzo della racchetta è ottimo, ma se comprendesse il kit sarebbe meno allettante. Una volta che prendi la racchetta, poi decidi se hai bisogno di aggiunta di peso, dopo averci giocato.

  8. Grazie per la Tua recensione! Continuerò a seguire il blog per aggiornamenti sulle corde ottimali.
    A proposito, rompo poco spesso, giocando con scarso top spin. Che durata pensi possano avere le Darkwave prima di decadere come prestazioni? E poi, ritieni che le corde appena montate necessitino di un’oretta di gioco prima di un assestamento ottimale?

    • Le Darkwave hanno una resa effettiva intorno alle 9-10 ore con buone prestazioni, conviene cambiarle al calo dinamico. Di solito vogliono una mezz’ora di rodaggio, per cui tendo a consigliare un kg o mezzo chilo in più rispetto alla tensione abituale, per poi trovare una corda reattiva anche dopo. Non c’è una marcata perdita di tensione, che, invece è graduale, quindi puoi giocare con la tensione iniziale.

  9. Buongiorno Fabio sulla silver i kit e composto da un tappo 10 GR e 3 strisce da3 GR ciascuna. Volendo aumentare il peso .usare il tappo .quante strisce devo usare e dove posizione. Incordatura o una matassa turbo vortex 6 .flupawer evo quale mi consigli delle due a quanti chili o e preferibile un ibrido .mi potresti consigliare altre corde se quelle che o non vanno bene aspetto un tuo commento grazie

    • Ciao Gianni, il custom dipende da ciò che vuoi ottenere dal telaio, visto anche che la Silver va molto bene anche stock. Per quanto riguarda le corde che proponi, direi meglio la Fluopower, si abbina meglio alle caratteristiche morbide della racchetta. Come tensione ti consiglio di non salire oltre i 22 kg con il full mono, e mantere la tessa tensione se opti per un ibrido, che puoi comporre a necessità sia con corde lisce che sagomate, purchè il multi sia bello compatto e non troppo elastico. Come corde consigliate sulla silver, in genere opto per le dyreex darkwave, per un uso a 360 gradi, oppure la Polyfibre tour player per uso agonsitico.

  10. Ciao Fabio . Testata Solinco X
    Natural 1.30 , 22/22 prestretch 10%.
    Mah . Corda strana, molto molto morbida , oserei dire gommosa.. È strana. Si muove tantissimo già durante le prime ore …
    Impatto risulta troppo burroso.
    Che ibrido consiglieresti su questo telaio ?
    Grazie

    • Probabilmente la tensione è troppo bassa per i tuoi gusti. Potresti provare ad alzarla un po’, oppure a fare un ibrido con la xnatural e la Solinco hyper G 1.20. Sulla Silver, Hma Consiglia l’ibrido Diadem Soltice power/ Impulse, che effettivamente va molto bene e potresti prenderlo in esame. Come tensione, direi di stare massimo sui 22 kg per il mono e 23 per il multi, ma parti da un 22/22, poi vediamo come reagisce per il tuo gioco.

  11. Ciao Fabio…finalmente a giorni mi arriverà la X-Dual Silver.
    Come primo armeggio pensavo alle WC Scorpion 1.22 a 21 Kg…ho la matassa e mi trovo bene con queste corde sulla T-Fight 315 ltd..con questo setup puoi consigliarmi se sia preferibile a 2 o 4 nodi ed un eventuale prestretch?

    • comincia con le Weiss Cannon Scorpion, a 22 kg al massimo, dorvresti trovare una sensazione simile di impatto, ma una maggiore reattività della struttura. Sempre 4 nodi e senza prestretch. Dopo vediamo come ti sarai trovato, perchè la scorpion è un po’ lenta nei movimenti rispetto a quanto occorra con la silver. Ciò non toglie che il dweel time possa piacerti. Vediamo 😉

  12. Buona sera Fabio o acquistato la silver.e la formula gt100 sulla formula mi puoi aiutare sullincordatura turbovortex 6 o flupawer evo e a quanti chili se non vanno bene mi consigli una corda ideale.poi sulla formula l’ibrido e la soluzione più giusta secondo te e come farlo mi aiuti grazie una coda x volta

    RISPONDI

    Gianni Dicorato
    GIUGNO 2, 2016 A 7:25 PM
    Scusa una cosa x volta grazie in anticipo fabio

    • Sulla formula meglio le vortex, sui 22Kg, sempre a 4 nodi. La Fluo potresti adoperarla per l’ibrido, insieme ad un multi compatto come Ilpulse di Diadem. UNo dei migliori ibridi che abbia trovato su questo telaio è con Diadem Solstice power e Diadem Impulse. Magari facci un pensiero per le prossime incordature. Ad ogni modo, anche la Fluopower può andare bene in full, ma massimo a 21 kg.

      • Ciao Luca, non è una scelta semplice, perche la silver è una classica, morbida, con la tolleranza superiore a tante profilate, mentre la Formula è una profilata atipica, molto morbida e con un feeling da telaio classico. In un certo senso si sovrappongono, ma c’è da dire che la Forumla è più potente, mentre la Silver più adatta al gioco di fino e alla presa di spin, oltre che al custom.

  13. Ciao Fabio,mi avevano consigliato di provare su questo telaio una tensione piuttosto bassa e ho montato le Dyreex Black Edge a 19/18 kg.
    La racchetta a mio parere è diventata ingiocabile: sensibilità scarsa, palle che andavano lunghissime e feeling zero. È solo un mia sensazione o è obbiettivamente una scelta poco azzeccata ? E cambiando tensione le Black Edge come ti sembrano su questo telaio ? Ti ringrazio in anticipo.

    • Ciao, la tensione è troppo bassa per il tipo di corda, che offre uno snap-back marcato e non troppo veloce. Dovresti salire di almeno un paio di kg e magari pensare ad una corda più corposa come la Darkwave, sempre almeno a 20 kg. Il telaio è molto veloce da muovere e se, monti corde lente, annulli tutto il potenziale di controllo/sensibilità. In ogni caso, meglio ancora se pensi ad un ibrido di qualità.

  14. Salve,
    gran bella racchetta ed ottima la possibilità di custom. Trovo che la racchetta, in configurazione stock, spinga poco m acredo dipenda dalle corde montate. Vorrei provare a montarci delle Lynx 1,25 a 22kg e 4 nodi o delle Black Venom Rough sempre 1,25 a 22kg ….. Cosa ne pensi?
    grazie, saluti
    BE

    • Ciao, la spinta sulla Silver dipende molto dalle corde montate. Per questo eviterei le Lynx, che sono troppo lente e, su un telaio morbido, non farebbero un buon lavoro. Meglio le bLack Venom Rough, ma anche lisce, perchè il telaio riesce a dare molto spin anche senza un armeggio sagomato. Puoi provare anche le Starblast e le Darkwave di Dyreex, che ritengo vadano in maniera ottima sul telaio, per valorizzare l’aspetto di rotondità di utilizzo.

  15. Ciao Fabio, potresti indicarmi quale corda rende meglio sulla silver tra yeti 1,17,tour player green touch 1,23, poly tour pro 1,25, revolve 1,25, V18 1,12 (che è quella mia di riferimento)?
    Gioco dritto leggermente in top e rovescio piatto.
    Grazie

    • Ciao Piero, per il tuo tipo di gioco, la yeti 1.17 è la più adatta, ma è anche una corda più agonsitica della revolve, che utilizzi. C’è una minore spinta e una maggiore necessità di forza nel braccio, ma la yeti offre un controllo e una sensibilità superiore. Tutte ele corde che citi, ho avuto modo di provarle sulla Silver, riscontrando un comportamento sempre adeguato, ma diverso in basse alle peculiarità. La caratteristica della Silver, infatti, è che si può addomesticare a proprio piacimento con la corda e caratterizzarla secondo le proprie necessità. Prendi in considerazione la Tour PlayerGreen Touch, che, insieme alla Revolve, è la meno esigente, ma offre più controllo della revolve e una sensazione più diretta sui colpi. assecondando sia il top, che il gioco piatto.

  16. Buongiorno Fabio, sono nuovo del sito, ho acquistato la x-dual silver e leggendo i vari commenti l’ho incordata con le Dyreex Darkwave 22 a 4 nodi, in precedenza ho utilizzato sia le Velocity 1,30 a 20 che le Dyreex Black Sense a 23. Ho effettuato anche il custom con i tappi da 5 e 10 grammi, ma in tutti i casi la racchetta non spinge, manca il colpo di chiusura. Tieni presente che gioco di piatto sia di rovescio che di dritto e che provengo da telai tipo Wilson Roger Federer, Prestige MP2016 e Yonex Duel G 330 grammi incordati con Tecnifibre nrg2 1,30 a 25 che mi davano potenza e controllo ma che ho dovuto mettere da parte perchè non riuscivo a completare le 2 ore di gioco. Forse ho acquistato il telaio sbagliato per il mio tipo di gioco, forse la Wilson Ultra 97 sarebbe stata più idonea. Cosa mi consigli?. Grazie, Daniele

    • Ciao e benvenuto nel blog!
      Facciamo subito una precisazione, dicendo che un telaio che pesa 300 grammi e ha inerzia 310, non può avere, per leggi fisiche, la spinta di un 330/340 con inerzia al di sopra dei 330 punti. Non ci possiamo fare nulla, a parte il custom, magari in maniera intermedia rispetto ai telai che utilizzavi prima. Potresti provare a montare una striscia del kit sulla testa della racchetta e vedere che beneficio potresti trarne. Per bilanciare il tutto, dovresti, ovviamente, montare il tappo da 5 grammi o, anche, quello da 10, a seconda del bilanciamento che vuoi ottenere. così facendo, l’inerzia salirebbe di circa 15-18 punti, non quanto le RF, ma una sana via di mezzo che potresti reggere per più tempo. Quanto alle corde, se prima utilizzavi un Multi, perchè oggi adoperi dei mono? Prova a montare le stesse NRG sulla Silver, ma a non più di 24 kg, così da recuperarci spinta. In alternativa, potresti anche pensare ad un ibrido, ma, visto che hai un gioco piatto, puoi anche farne a meno e continuare sulla via del multi, prevenendo anche eventuali problematiche fisiche legate ai mono.

      • Ciao Fabio,
        sinceramente pensavo che le monofilo e la tensione più bassa, desse più potenza. Proverò subito con la striscia da 3 grammi sulla testa. Come alternativa nel caso non mi trovassi bene, c’è un telaio della Donnay più adatto alle mie esigenze? o in alternativa telai di altro marchio, come la vedi la ultra 97?.
        Grazie

        • Sapendo che vieni da racchette classiche e pesanti, personalmente ti avrei consigliato la Pro One GT 97 o la Pro One 97 Tricore, rispettivamente 310 e 305 grammi. Come potenza sono superiori a tutte le altre donnay, ma richiedono più tecnica. Per ciò che riguarda il mono, restituise potenza solo se ce la metti tu e la facilità di spinta del multi non si discute, come nemmeno la potenza gratuita.

          • Quindi se ho ben capito per il mio tipo di gioco ho bisogno di una racchetta superiore ai 300 grammi ma con il telaio morbido e il multifilo come corde

          • Diciamo che il passaggio da 330/340 a 300 non è il massimo, ma hai tante alternative su 305/310 che replicano il comportamento dei telai classici più pesanti. La Pro One GT, in questo senso, soddisfa davvero molti e non fa rimpiangere assolutamente nulla.

      • Ciao, beh, la configurazione è quella di una racchetta ultra-agonistica. Bilanciamento, circa, a 33.5, peso 320, inerzia a 335-338, polarizzazione vicina ai 6/10, praticamente un cannone, tosto da muovere e capace di tantissima spinta e di spin. Fossi in te, alleggerirei un po’ la testa, perchè è veramente tanto e, anche se il telaio regge anche di più, è umanamente molto difficile gestire un telaio così settato.

          • Dimmi cosa non ti soddisfa della racchetta e perché hai messo su tutto questo peso, cosa volevi dal telaio?

          • Gioco di piatto e quindi avrei bisogno di controllo e di una configurazione telaio/corde che non affatichi molto il braccio. Ciao

          • Restando in Donnay, sicuramente Pro One GT 97, 18×20 o 16×19. Che poi sono il fiore all’occhiello della casa quanto a racchette agonistiche. La 16×19 è anche un portento di spinta e tolleranza, mentre la 18×20 più tecnica, da feeling pulito e controllo assoluto.

  17. Ciao Fabio, ieri grazie ad un amico sono riuscito a provare questo telaio, che da un pò avevo in testa rispetto a tutti gli altri da te provati, ovviamente poichè più confacente alla mia ricerca e per il mio gioco e se devo essere onesto anche perchè una volta alla mia domanda fatta su fb “sto cercando un telaio che sia facile e tollerante come una pure drive ma preciso e con il feeling di una prestige” tu mi rispondesti senza esitare con codesta x dual silver. Bene nel test di oggi, più che un tennista con la sua racchetta, mi sono sentito un pittore col suo pennello…un telaio davvero incredibile da tutti i punti di vista e confacente in pieno con la tua descrizione. L ho provato con un ibrido hyper G/ starburn turbo liscia (mi pare così si chiamasse la seconda) entrambe 1.20 a 20,5 Kg in realtà con già diverse ore di gioco quindi penso anche un pò smollate….ciò nonostante si giocavano bene tutti i colpi tranne il back che si alzava abbastanza….può dipendere dall ibrido in questione o solo perchè smollato? ultima domanda…montando tour player 1,25 cosa cambierebbe ? a che tensione eventualmente? come sempre un grazie di cuore

    • Ciao Salvo, la Silver è un telaio davvero duttile e piace a tutti coloro che la provano, per la sua immediatezza, la facilità e il feeling molto pulito e diretto. Il back è uno dei punti forti del telaio, quindi penso che dipenda dalla corda ormai esausta. Per quanto riguarda la Tour Player, il telaio acquista un carattere più agonistico e diretto, migliora il controllo e ne guadagna lo spin, ma bisogna spingere di più per ottenere la maggiore potenza di cui dispone la Tour Player. Inoltre, essendo una corda molto agonistica, andrebbe montata tra i 18 e 21 kg al massimo, per non depotenziare la Silver.

  18. Ciao Fabio, sinceramente ero partito con l’idea di prendere la gt one 97 16/19 ma poi leggendo la tua recensione dove lo descrivi come un telaio che ha bisogno di tecnica e fisico per poter spingere, ho optato per la silver. A questo punto non so più cosa fare…

    • La Silver ha riscontrato grande favore tra coloro che mi seguono ed è sicuramente la Donnay più venduta. Detto ciò, non è mai certo che vada bene a tutti, anzi, può, come nel tuo caso, non sposarsi bene con il gioco e conla tecnica. Visto che hai adoperato un custom pesante, la 97 Gt dovresti mantenerla senza problemi ed ottenere di più in fatto di resa. La Pro One è il top di gamma di Donnay, ma non porta con sé il peso e l’inerzia della agonistiche da 330-340 grammi, pur garantendo tanta potenza e stabilità ai vertici del mercato.

      • Non ci sono certo dubbi sulle qualità della Silver. Oggi ho comunque provato per caso la blade 98 18×20 mod. 2015 che non so per quale motivo non ho mai preso in considerazione ed è stata una bella sorpresa. Stando su un pattern 18×20 e più o meno sullo stesso peso, oltre la Donnay 97 Gt ci sarebbe anche sia la Wilson Blade 98 che la Prince Tour 100P, quale delle tre è più semplice. Ciao

        • La prince non ho avuto modo di testarla, ma, almeno dai numeri, sarebbe la più facile e la meno propensa allo sfondamento. Come impegno fisico, tra Donnay Pro One GT e Blade, ti stupirà sapere che la è la blade ad essere più impegnativa e sgorbutica, perchè più rigida e secca. Come livello di difficoltà siamo su livelli molto simili, anche perchè, a dispetto del peso di 304 grammi, la dinamica è quella delle racchette agonistiche da 320/330, con un livello di inerzia decisamente alto.

          • Dai dati tecnici presenti sulle recensioni, il dato dello swingweight che si avvicina di più a quello della Blade 98, è quello della Donnay Pro One GT 16×19, mentre quello Donnay Pro One GT 18×20 è simile a quello della Silver. Delle due Pro One GT 16×19 e 18×20, quale si avvicina di più alla Blade. Ciao

  19. Dopo varie configurazioni e prove ho messo in vendita la Silver, le ho provate tutte ma non riesco proprio a esprimere il mio gioco, con la Blade invece mi è tutto più semplice e sopratutto non mi da problemi di eccessivo affaticamento e dolori alle articolazioni.

  20. Buona sera Fabio gioco con una formula100 incordata con turbo vortex .e con fluoawer evo .e o iniziato ad avere dolore al poso e gomito .volevo un consiglio che ne pensi di un multifilo che vada bene .o un ibribo.io gioco in topspin cosa mi consigli sulla formula 100 aspetto tue notizie grazie

    RISPONDI

    Gianni Dicorato
    SETTEMBRE 8, 2016 A 4:48 PM
    Scusa donnayformula 100 gt

    • Ciao Gianni, come multifilo, su Formula 100, ti consiglio il Diadem Impulse, che ho avuto modo di provare direttamente sul telaio. Offre controllo e spinta, ma per il topspin, puoi ibridarlo con la Solstice, sempre Diadem, magari nella versione Power, stando sui 21/22 kg o 20/21.

  21. ciao fabio, breve premessa
    sono fermo da aprile per una tendinopatia alla cuffia dei rotatori e con riposo, piscina, elastici sono quasi fuori dal tunnel…speriamo
    in vista del ritorno in campo ( ho già ripreso a palleggiare) ho preso una dual silver usata incoraggiato dalla tua recensione e dai commenti degli utenti e soprattutto per la sua bassa rigidità…per non fare danni
    volevo chiederti un consiglio per le corde premettendo che gioco quasi eclusivamente con multi o budello ( sempre per i problemi di cui sopra)
    sono un over 50 4.1 con un gioco molto classico senza rotazioni estreme.
    quale può essere la scelta migliore per il telaio tra budello klip,multi nxt, xone biphase, rip control?
    ho anche dei buoni mono tipo aquapower, fluopower,vortex turbo che in questa fase di rientro vorrei evitare per precauzione o usare a tensioni basse – tipo 18kg
    io andrei di budello full che ne pensi?

    grazie

    • Ciao Stefano, procedi con il budello o Xone/NXT, manon scendere troppo con la tensione, direi mai sotto i 22, per dare alla corda la giusta capacità di contrasto alla palla. Per ora il mono lascialo stare e, se dovessi trovare la tua dimensione con il multi, sarebbe una gran cosa, per le articolazioni e la facilità con la quale esce la palla dal piatto.

  22. grazie fabio, seguiro il tuo consiglio
    mi ero orientato sui 23 per il budello considerando il fisiologico calo/ assestamento
    non credo di trovare problemi con questo tipo di corde,budello e multi, le uso stabilmente da almeno 6 anni…e col budello è veramente un altra cosa
    2 anni fa ho fatto una stagione e mezza con un qtour 325 + natural gut…uno spettacolo

  23. ciao fabio, ho fatto incordare la silver con head velocity a 22/21…molto bene la palla esce facile senza perdere controllo…per me molto meglio rispetto al mono con cui l’avevo provata all’acquisto…ma non avevo dubbi
    multi promosso…
    una curiosità…visto che le hai provate entrambe
    mi piacerebbe provare anche una gt formula visto l’ottimo aggiornamento del telaio e la bassa rigidità – cosa unica per le profilate –
    cosa avrei in meno e in più rispetto alla silver ? solo un pò di spinta gratuita?

  24. Ciao Fabio, vengo da una steam99 ma devo scendere di RA per problemi al gomito. Attirato dalle tue recensioni Donnay, ero indeciso tra la silver e la formula GT, forse più vicina alla steam..tuttavia avendo avuto anche una Rebel 98 ho preso la silver sperando di riavere quella sensazione stupenda di sentire la palla, che con le profilate rigide ti puoi scordare. Sono un po’ spaventato dal telaio cosi tanto sottile e dal cambio brusco ma mi fido delle recensioni favolose su questo telaio (non solo la tua). Ho sempre giocato full mono, come ce le vedi softpower a 22 kg per iniziare?

    • Ciao e benvenuto nel Blog!
      Per quanto riguarda la Silver, problemi al gomito non ne dà e l’impatto è assolutamente soft. Puoi lavorare molto con le corde e, se le softpower possono già andare bene, stando sui 21/21, pensa anche ad un ibrido, perchè la migliore sensazione con la Silver si ha proprio adoperando un mono più agonistico sulle verticali. Il teliao è ricco di Spin, di controllo e di sensibilità, ma è anche morbido e le corde eccessiamente morbide non sono la scelta ideale. Fai un primo tentativo con le Softpower, altrimenti, in base a ciò che riscontri dal test, vediamo insieme cosa altro puoi montare e su cosa orientarti 😉

          • Fabio, riprendo la discussione qui che sulla mantis ero off-topic 🙂
            Mi dicevi che per ibridare col turbo 6 era meglio XR3 ma non ce l’ho, oltre a TGV che ti dicevo potrei mettere anche XR1 o XONE..in questo caso essendo un pò più reattivi tiro un kg in più o sempre 21 costante?

          • Ciao, metti XR1, che è bella compata e adatta agli ibridi e monta 21/22, sempre meglio differenziare, ripaga dalla seconda ora in poi 😉

          • Ciao Fabio, prima ora con il nuovo armeggio (Turbo6 e XONE, xr1 e 3 erano finiti) devo dire molto, molto meglio rispetto al full mono, spinge di più ed il controllo resta ad ottimi livelli. La goduria comunque nel tirare forte con questa rispetto a una profilata è impareggiabile..solo che devo tirare SEMPRE bene, ben piantato e swing deciso, pena andare lungo o mandare di la una palla veramente attaccabile, il braccio non può mai rallentare. Non so ancora se sarà la mia scelta definitiva, non è una racchetta da “giornata no, di certo impari a non impigrirti cosa che con la Steam potevo permettermi, penso che sia una racchetta che al mio livello di medio quarta ti spinge ad una evoluzione tecnica, fatto positivo. Fatto sta che ora mi ritrovo nella tua recensione, bella racchetta davvero e sono sicuro che nelle prossime ore con le corde asestate sarà pure meglio.
            Approfitto per chiederti un parere: la T-fight 300 Dynacore le assomiglia un pò, pur essendo (immagino) meno sensibile? Può essere una via di mezzo tra la silver e una profilata?

          • Vedi che tutto torna, se si seguono le giuste vie? Sono contento che abbia trovato un po’ di potenza col telaio.
            Per quanto riguarda la T-fight 300, è un telaio profondamente diverso, più secco, più moderno e reattivo, votato più alla prestazione, ma con un feeling sicuramente positivo. Le T-fight 300 e 315 sono telai ben pensati e di ottima qualità, molto sottovalutati, ma ritengo che si piazzino tra le prime delle rispettive categorie. Purtroppo è come per la coperta corta, se tiri da un lato scopri il feeling, se tiri dall’altro scopri la potenza. Tutto sta a non tirare troppo da un lato o dall’altro e, spesso, per ovviare, è il setup delle corde che conta.

          • ciao Fabio, alla fine ho trovato un’offertona e mi sono preso anche una t-fight 300! Devo ancora incordarla, come la vedi in ibrido razor code + XR1? lo sto provando ora sulla donnay ma rispetto alle Turbo6 sulle verticali, come prevedibile, lo spin cala parecchio. Gran controllo però, ma dopo un’ora tirata la fatica di tirare piattoni si sente 😀

          • L’ibrido ci sta tutto sulla T-fight, ma non disdegnare il fullbed con razor o con 4S, perchè il telaio lo permette tranquillamente. La Silver consuma molto le corde, le fa lavorare tanto, può dipendere da questo. Magari prova con un multi più nobile come Xone, ma i costo sale parecchio.

  25. Buona sera fabio sulla formula 100 donnay come lo vedi il budello e con quale corda si puo librido e che tensione grazie.io o queste corde flupawerevo.turbo vortex. Se ce dimeglio mi puoi consigliare .grazie aspetto tue notizie

    • Ciao Gianni, tra quelle che proponi, prova il budello in abbinamento alla Fluo Power Evo 1.25, ma stai basso con la tensione della Fluo e dai almeno un kg in più al budello rispetto alla tensione del mono. Altre corde ce ne sono da abbinare, ma bisognerebbe capire cosa vuoi ottenere dall’armeggio.

  26. Ciao fabio geazie in anticipo voglio una incordatura piu sensibile e giocabile per il mio gomito con altre incordature mi viene il dolore al gomito .o incordato un ibrido con diadem .mi consigliano di procare il budello .tutto ciò mi puoi consigliare il meglio .grazie

    • L’ibrido diadem resta una delle combinazioni migliori per spin, confort e controllo. Quindi te lo consiglio, certo. Se vuoi montare il budello, puoi farlo tranquillamente con le Diadem Solstice in verticale, oppure con una corda più morbida come la Starblast di Dyreex. Col budello, però, è bene montare un mobob di sostanza come il Solstice.

  27. Buonasera Fabio ho una dual silver 99 con 3 gr in testa e 5 gr nel manico incordata ibrido firestorm 1,25/micronite 1,32 a tensione 21/21 ho a disposizione delle corde starburn aquapower, fluopower e softpower, quale mi consigli per ibridare e con quale multi
    ciao e grazie

    • Ciao, puoi ibridare sia la Aqua che la Fluo, adoperando sempre la micronite. La soft Power la utilizzerei più in full, perché è sensibilmente più morbida delle altre due. Come altro multi, ti consiglio XR1 di Tecnifibre, sia in ibrido che in full fa un lavoro ottimo.

  28. ciao fabio
    il mese scorso ci siamo scambiati qualche messaggio sulla possibilità di usare solo multi o budello per dual silver
    ci sto giocando con head velocity 22/21 e mi trovo davvero bene…ora che riesco a spingere meglio dopo il lungo infortunio alla spalla direi un telaio stupefacente per il feeling che trasmette, il contatto con la palla e quella sensazione bellissima di flessione che avverto quando impatti bene frontalmente e con molta decisione…anzi mi sembra che più colpisci forte/deciso e più la racchetta risponde – per le corde leggevo che consigli spesso l’ibrido magari il top.. budello + mono – ti do il mio parere..accoppiata super, ci ho giocato ed è davvero una delle soluzioni migliori in assoluto unendo le qualità delle 2 corde – il problema è che questo mix ideale dura troppo poco dato la vita del mono e molto + corta del budello per cui dopo 10/12 ore max ci ritroviamo con una corda ancora giocabile e a lungo e l’altra da cambiare – quindi una scelta adatta ai giocatori appunto o a portafogli ben forniti
    che ne pensi invece di un ibrido budello + multi- tipo head rip control? o altri multi da controllo?

    • Il problema dell’ibrido è trovare la durata adeguata, perché il mono, se non rompi il multi/budello, cede sempre prima e sei costretto a tagliare. L’ibrido budello/multi non lo appoggio, meglio un full multi più soatenuto, come HDX Tecnifibre o XR1. In ogni caso, la vita utile del mono che racconti è adeguata e a circa 10 ore va sempre tagliato il mono, proprio per non avere problemi di salute. È una soluzione costosa, ma l’ibrido mono/multi è, secondo me, la migliore soluzione per tutti i livelli di gioco, garantendo spin, potenza, tolleranza e comfort, senza contare la sensibilità e il tatto sui colpi.

  29. Ciao Fabio
    sono un felice possessore di una silver customizzata con +3gr ore 12 e +5gr nel manico, sto cercando una racchetta che mi dia più spinta e potenza sempre rimanendo in casa donnay.
    La mia scelta cadrebbe su la gold 99 o la pro one 97.
    Per la gold il mio dubbio è che con il custom che sulla silver la renda troppo uguale alla gold, la pro one non vorrei fosse troppo agonistica.
    Il mio livello e tecnica sono discreti con gioco old style infatti mi piacciono telai classici e con gran feeling, tu cosa mi consiglieresti.
    Ti seguo sempre con molto interesse anche su fecebook continua così e buon tennis
    Grazie Antonio

    • Ciao Antonio, ti voglio innanzitutto rassicurare che la Golda e la Silver non sono racchette uguali, per via di un flexpointo molto più ampio prorio sulla Gold, che offre più palla pesante e ancora più tolleranza, mentenendo un feeling morbido. La Pro One è un attrezzo più agonistico e anche più potente, ma devi mettere in bilancio una maggiore tecnicità dell’attrezzo, sicuramente non impossibile, ma comunqune più esigente. Puoi considerare, magari, la versione Tricore, leggermente più rigida, ma più leggera, 305 grammi, e più facile da swingare, così da limitare lo sforzo fisico rispetto alla GT 97.

  30. ciao fabio volevo chiederti: se passo dalla blade 104 alla silver,ottengo qualcosa in termini di spinta?, inoltre con il custom sulla silver raggiungo la pesantezza di palla della gold?(premesso che vi sia tutta questa differenza tra le due)
    grazie

    • Ciao Gianni, il livello di potenza è più o meno lo stesso, ma con un leggero vantaggio per la Blade 104, che è leggermente più rigida e reattiva. Con il Custom la silver diventa più cattiva, ma la struttura della Gold è differente per distribuzione delle masse e di grandezza di flexpoint. Quindi, la Gold lavora diversamente all’impatto.

Lascia un commento